Home => Cura e bellezza => Cure naturali => Catuaba: proprietà e benefici di una pianta dalle proprietà afrodisiache
CURE NATURALI
Catuaba: proprietà e benefici di una pianta dalle proprietà afrodisiache

La catuaba è un rimedio naturale derivato dalla corteccia degli alberi che si trovano nella foresta pluviale brasiliana per stimolare il sistema nervoso, migliorando l'umore e dalle sorprendenti proprietà afrodisiache.

Erythroxylum catuaba
Erythroxylum catuaba
Indice
Nome scientifico, principali specie di catuaba e caratteristiche della pianta

Esiste una grande confusione sull'identificazione della pianta catuaba. Infatti i raccoglitori brasiliani fanno riferimento a due specie entrambe originarie della foresta amazzonica del nord-est del Brasile e precisamente:

Piccolo Catuaba
è l'Erythroxylum catuaba della famiglia Erythroxyilaceae, chiamato solo catuaba. E' un piccolo albero che cresce fino a 2-4 metri in altezza e produce fiori di colore giallo aranciato e dei piccoli frutti non commestibili, di colore giallo scuro e di forma ovale;
Grande Catuaba
é un piccolo albero dal nome Trichilia catigua della famiglia Meliaceae che raggiunge i 6-10 m di altezza con fiori di color crema e in Brasile viene chiamato catiguá e angelim-rosa.

Entrambe sono le specie utilizzate in Brasile nella composizioni di medicine a base di erbe, con la più antica e documentata storia di utilizzo con il nome piccolo catuaba e grande catuaba. Sono utilizzate in modo intercambiabile e con la stessa finalità nella produzione brasiliana di medicine a base d'erbe e sono famose per il loro potere afrodisiaco e tonico per l'impotenza maschile e anche come fortificatrici del sistema nervoso.

Trichilia catigua
Trichilia catigua
Che cosa è catuaba

Il catuaba è una pianta che cresce soprattutto in Brasile nella foreste amazzonica. E' una pianta nota per le sue numerose proprietà, soprattutto afrodisiache tanto che viene chiamata viagra del Brasile.

Quali parti della pianta di arnica si utilizzano

Del catuaba si utilizza principalmente la corteccia dove sono presenti i numerosi principi attivi.

Principi attivi presenti nella catuaba

Si ritiene che i principi attivi presenti nella catuaba siano alcaloidi soprannominati catuabine. Gli alcaloidi sono composti organici delle piante, alcuni dei quali hanno effetti psicoattivi (come a esempio la caffeina, morfina, stricnina e nicotina e altri). In particolare abbiamo catuabine A, catuabine B e catuabine C. Oltre ciò ritroviamo nella pianta: yohimbina, olio essenziale, resine, magnesio, potassio, calcio, acidi resinosi e composti aromatici grassi.

Trichilia catigua
Proprietà e benefici

Sono diverse le proprietà e i benefici visti per la catuaba. Principalmente è usata per l'impotenza sessuale, la disfunzione erettile e prevenire l'eiaculazione precoce soprattutto maschile ma anche nella donne si è visto che ha proprietà afrodisiache. Contiene 3 alcaloidi specifici che hanno un effetto stimolante sulla libido. Si pensa che questi alcaloidi migliorino la funzione sessuale stimolando il sistema nervoso e anche il flusso sanguigno ai genitali soprattutto negli uomini. Nelle donne stimolano il desiderio femminile incrementando la produzione di dopamina.

Oltre che per questo si è visto che ha dato importanti effetti su: agitazione; ansia; depressione; nervosismo; fragilità di nervi; problemi di memoria; stimolante in genere del sistema nervoso centrale.

Dove si compra, in che formati si trova

Il catuaba si può trovare nei negozi che vendono alimenti naturali e la si può trovare in capsule, sotto forma di estratti e anche frammenti di corteccia per la preparazione di tè e decotti.

Occorre fare attenzione a dove e cosa si compra perchè spesso vengono venduti sotto il nome di catuaba altri prodotti. Ecco pertanto alcuni suggerimenti che possono aiutare:

Come si usa il catuaba

Con la corteccia di catuaba si fa un un decotto che si realizza nel seguente modo: in 500 ml di acqua bollente aggiungi 1 cucchiaio di polvere o corteccia di catuaba, copri con un coperchio e lascia riposare per 15 minuti. Dopo di che filtra il tutto e puoi addolcirlo con del miele. Bevilo nell'arco della giornata.

Evidenza scientifica

Ci sono pochi studi a conferma delle sue proprietà afrodisiache. Si dice che siano le catuabine le responsabili di queste proprietà (khilham 2006). Antues e altri (2006) hanno studiato il rilassamento del corpo cavernoso dell'organo riproduttivo maschile sui conigli con risultati incoraggianti. Altri studi effettuati in Giappone hanno evidenziato che risulta efficace nel combattere l'Escherichia coli e dello Staphylococcus aureus nelle persone affette da HIV (Manabe e altri 1992).

Tossicità, controindicazioni ed effetti collaterali

Si è visto che il suo utilizzo non evidenzia effetti di tossicità o effetti secondari a lungo termine. E' stato solo visto che può scatenare alcuni effetti collaterali quali: mal di testa, vertigini, sudorazione eccessiva. In questi casi è importante smettere l'assunzione e comunque consultare sempre il medico anche quando ci sono patologie particolare e si assumono altri farmaci.

La catuaba nella tradizione popolare

La parola catuaba è tribale e significa «ciò che dà forza all'indiano». In Sud America, è conosciuto con una varietà di soprannomi tra i quali: caramuru, chuchuhuasha, pau de Reposta, piratancara, tatuaba. Gli indiani Tupi che per primi ne scoprirono le qualità di queste piante, composero numerose poesie e canzoni per esaltare le sue proprietà. Esiste anche un vecchio detto che dice: «Se diventi papà entro i 60 anni, il figlio è tuo, dopo i 60 il figlio è di catuaba». Si racconta che dopo aver bevuto, per un periodo continuato 3-4 tazze di té i primi sintomi di catuaba sono sogni erotici e poi un forte impulso sessuale.

Falsi catuaba

In commercio si trovano diversi prodotti chiamati in maniera impropria catuaba. Si ritrova a esempio lo Juniperus brasiliensis (che si suppone sia il corrispondente di piccolo Catuaba), l'Anemopaegma mirandum (è un grande albero della famiglia Bignoniaceae, che cresce fino a 40 m d'altezza e viene chiamato in Brasile catuaba verdadeira) e l'Eriotheca candolleana. Tutte queste sono specie sono raccolte e vendute da raccoglitori poco seri che li classificano come catuaba. Ma così non è. Pertanto prestate sempre la massima attenzione a quello che comprate e leggere attentamente l'etichetta e andate solo da rivenditori fidati.

Avvertenze

Occorre tenere presente che i trattamenti medici non devono essere presi alla leggera perchè potrebbero essere dannosi soprattutto se si eccede e si usano in modo inappropriato. Pertanto è sempre opportuno consultare il proprio medico prima di fare qualunque trattamento fitoterapico.

Vuoi conoscere altri rimedi naturali? Scopri i Fiori di Bach...
Rimedi naturali a base di arnica

Arnica: pianta usata da tantissimi anni con successo in erboristeria e nella medicina omeopatica, si è dimostrata un ottimo rimedio naturale soprattutto per trattare i problemi di salute legati al dolore dimostrandosi un'ottima alternativa agli antidolorifici di sintesi. Conosciamola meglio... (l'articolo prosegue)

Fiori di Bach: rimedio Gorse

Sali di Epsom: qualche consiglio per provare le straordinarie proprietà dei sali di Epsom, tradizionalmente utilizzati per aiutare il nostro corpo in molteplici situazioni, per lenire molti disturbi e apportare beneficio al corpo e alla mente... (l'articolo prosegue)

Fiori di Bach: rimedio Heather

Artiglio del diavolo: antico rimedio fitoterapico dalle spiccate proprietà antinfiammatorie molto conosciuto per lenire i dolori articolari. Vediamo cosa è e come si usa... (l'articolo prosegue)

Trovapiante