Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Browallia
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
BROWALLIA
Browallia sono delle deliziose piantine molto diffuse e apprezzate per la semplicità di coltivazione e per le generose e abbondanti fioriture.

CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Eudicotiledoni
Clado
: Asteride
Ordine
:
Solanales

Famiglia
:
Solanaceae

Genere
:
Browallia

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Browallia appartiene alla famiglia delle Solanaceae e comprende piante originarie dell'America meridonale conosciute anche con il nome "Fior di zaffiro".

Si tratta di specie coltivate con successo come piante d'appartamento. Pur essendo una pianta sempreverde è per lo più allevata come annuale in quanto ha la bontà di fiorire lo stesso anno della semina.

I fusti della pianta sono sottili e flessibili, le foglie sono di forma lanceolata, piccole, lucide con marcate nervature e i fiori sono grandi, di colore variabile dal bianco, all'azzurro a seconda della specie e della varietà.

Sono piante che vengono molto valorizzate se allevate in cesti sospesi grazie agli steli ricurvi ricchi di foglie.

PRINCIPALI SPECIE

Esistono un decina di specie nel genere tra le quali ricordiamo:

BROWALLIA SPECIOSA

La B. speciosa è la specie più diffusa caratterizzata da foglie lanceolate, di colore verde brillante, con fiori di colore azzurro - violetto di circa 5 cm di diametro, con una corolla che si apre in cinque lobi chiusi alla base.

Raggiunge fino a 60 cm di altezza.

Esistono numerose cultivars tra le quali ricordiamo: la B. speciosa ‘Blue Troll’ (foto sotto),

"

la più conosciuta e diffusa, di piccole dimensioni con fiori di colore azzurro con la parte centrale bianca; la B. speciosa ‘Marine Blue’ con i fiori blu e la B. speciosa ‘Wight Troll’ a fiori bianchi (foto al lato).

BROWALLIA VISCOSA

La B. viscosa è una pianta che non supera di 30-60 cm di altezza caratterizzata da fiori di colore azzurro-violetto con gli steli appiccicosi e foglie di un bel colore verde intenso. Anche di questa specie esistono numerosi ibridi tra i quali ricordiamo lo Sapphire con i fiori blu molto intenso e la parte centrale bianca.

BROWALLIA GRANDIFLORA

La B. grandiflora produce fiori di colore azzurro con la parte centrale bianca.

TECNICA COLTURALE

Le Browallia sono piante molto semplici da coltivare.

Durante il periodo primaverile-estivo richiedono temperature intorno ai 13-18°C anche se temperature un po' più alte vengono tollerate molto bene. Durante l'inverno le temperature ottimali sono intorno ai 10-13°C.

Sono piante che amano la luce, ma non il sole diretto.

Amano l'aria per cui assicurate che l'ambiente nel quale si trovano sia sufficientemente arieggiato ma senza correnti d'aria che non sono tollerate.

Sono piante che molto spesso sono allevate come annuali pur essendo delle piante perenni in quanto, piantando i semi in primavera, già lo stesso anno si avrà una splendida fioritura.

ANNAFFIATURA

Nel periodo primaverile-estivo si annaffia in modo da mantenere il terreno umido, mentre in autunno-inverno occorre fare in modo che il terreno sia appena umido. E' opportuno aspettare che il terreno di asciughi in superficie tra un'annaffiatura e un'altra.

E' una pianta che ama avere un ambiente umido per cui durante le stagioni più calde, assicurate delle costanti nebulizzazioni alle foglie.

TIPO DI TERRENO - RINVASO

Se si decide di allevarla come pianta perenne si rinvasa quando si nota che il vaso è diventato troppo piccolo per contenere le radici (in genere ogni 2-3 anni).

Usate un buon terriccio fertile aggiungendo un po' di torba e sabbia grossolana per favorire il drenaggio dell'acqua di irrigazione.

CONCIMAZIONE

Si concima regolarmente ogni due settimane durante tutto il periodo primaverile-estivo usando un concime liquido diluito nell'acqua di irrigazione diminuendo leggermente le dosi rispetto a quanto riportato nella confezione.

Durante gli altri periodi le concimazioni vanno sospese.

Usate un buon fertilizzante che oltre ad avere i cosiddetti macroelementi quali azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) abbia anche i microelementi quali il quali il ferro (Fe), il manganese (Mn), il rame (Cu), lo zinco (Zn), il boro (B), il molibdeno (Mo), il magnesio (mg) tutti importanti per una corretta ed equilibrata crescita della pianta.

FIORITURA

La fioritura avviene durante il periodo primaverile - estivo.

POTATURA

La Browallia, se si decide di allevarla come perenne, al termine della fioritura va potata energicamente recidendo i rami secchi.

Se desiderate avere una pianta più cespugliosa allora è opportuno fare la cimatura degli apici vegetativi.

Abbiate cura che l'attrezzo che usate per il taglio sia pulito e disinfettato, possibilmente alla fiamma, per evitare di infettare i tessuti.

MOLTIPLICAZIONE

Il genere si propaga per seme.

La MOLTIPLICAZIONE PER SEMI si effettua a febbraio distribuendo i semi in maniera uniforme su di un vassoio (o un vaso) che contiene del terriccio per semi mescolato a un po' di sabbia grossolana. I semi, per interrarli in maniera uniforme, potete spingerli sotto il terreno usando un pezzo di legno piatto.

Per prevenire eventuali attacchi di funghi, sarebbe opportuno somministrare assieme all'acqua di irrigazione anche un fungicida ad ampio spettro.

Moltiplicazione per seme: 
disposizione dei semi nel terreno
Moltiplicazione per seme: uso di un nebulizzatore per inumidire il terreno
Moltiplicazione per seme: uso di un foglio di plastica trasparente per evitare che il terreno si secchi troppo rapidamente e per mantenere una umidità costante

Ricoprite il vassoio con un foglio di plastica trasparente per garantire una buona temperatura ed evitare che il terreno si secchi troppo rapidamente.

Sistemate il vassoio in un luogo ombreggiato, con temperature intorno ai 10-13°C e mantenete il terriccio sempre umido (usate uno spruzzatore per inumidire il terreno) fino al momento della germinazione.

Ogni giorno togliete la plastica per controllare il grado di umidità del terreno ed eliminare eventuale condensa che si è formata nella plastica.

Quando i semi avranno germinato togliete il foglio di plastica e via via che le piantine crescono, aumentate la quantità di luce (mai il sole diretto). Tra le nuove piantine sicuramente ci saranno quelle meno vigorose rispetto ad altre, individuatele ed eliminatele in questo modo garantirete più spazio alle piantine più robuste.

Quando avranno raggiunto una dimensione tale da poter essere manipolate, trapiantatele con molta cautela facendo attenzione a non danneggiare la piantina (potete usare una forchetta da usare come leva) in un terriccio così come indicato per le piante adulte e trattatele come tali.

Queste nuove piantine daranno una splendida fioritura già il primo anno di vita.

PARASSITI E MALATTIE


Foglie che diventano spioventi, appassite e rimangono chiuse

Se le foglie presentano questo sintomo vuol dire che l'ambiente è troppo secco.
Rimedi: mantenere intorno alla pianta un ambiente più umido con nebulizzazioni più frequenti.

Le foglie sono sporche e appiccicose

Questo sintomo sulle foglie denota la sicura presenza di afidi o come comunemente sono chiamati pidocchi.

Afidi delle piante

Rimedi: occorre trattare la pianta con antiparassitari specifici facilmente reperibili da un buon vivaista.

CURIOSITA'

Questa pianta è anche conosciuta con il nome di fior di zaffiro.

Si suppone che il nome del genere Browallia sia stato dedicato a Johan Browall (1707-1755), un vescovo luterano di Abo in Finlandia e amico di Linneo.

Trovapiante