Home => Piante medicinali => Aglio (medicinale)
PIANTE MEDICINALI
AGLIO
Allium sativum
(famiglia
Alliaceae
)
Aglio, proprietà, benefici e modalità d'uso
CARATTERISTICHE GENERALI
L'aglio, il cui nome scientifico è Allium sativum L., appartiene alla famiglia delle Liliaceae (secondo alcuni botanici a quella delle Amarillidaceae) ed è originario dell'Asia centrale.

E' una pianta erbacea, perenne (ma viene coltivata come annuale), bulbosa, ed è coltivata praticamente in tutto il mondo.

Proprietà medicinali dell'aglio

E' provvisto di numerose radici cordiformi, superficiali. Le foglie dell'aglio sono basali, avvolgenti il fusto. I fiori, quando si formano, sono portati da degli steli fiorali alti dai 40 agli 80 cm che portano alla sommità una infiorescenza ad ombrella. I fiori sono piccoli portati da dei corti peduncoli, sono bianchi tendenti al rosso-rosa e spesso non si aprono ed aborbiscono ancora in bocciolo. I semi, si formano molto raramente.

La parte che noi utilizziamo dell'aglio è il bulbo (o capo o testa) racchiuso da una una decine di foglie. Ogni bulbo contiene da 6 a 14 bulbilli o spicchi stretti fra loro e ricoperti da scaglie menbranose.

Se vuoi sapere come coltivarlo, vai a questa pagina.

PROPRIETA'

L'aglio è costituito da numerosi componenti solforati tra i quali il più importante è il bisolfuro di allile.

Dal distillato in corrente di vapore è stata isolata una sostanza, l'Allicina (è un tiosulfonato) che è responsabile del tipico odore dell'aglio.

L'allicina si crea quando i bulbilli vengono schiacciati o tagliati e si forma in seguito alla reazione dell'alliina (solfossido della cisteina) che interagisce con l'enzima alliinasi dando diversi prodotti tra i quali l'allicina è il maggior rappresentante (circa il 70%) con spiccate proprietà battericide. Contiene inoltre una buona scorta di proteine, un'elevata quantità di Potassio, enzimi, Vitamine A, B1, B2, PP, C, sali minerali e oligoelementi.

Le proprietà dell'aglio sono numerose e possono essere così riassunte: azione ipotensiva e cardiovascolare stimolando il cuore e facilitando la circolazione, espettorante, antisettico, antibiotico, antimalarico, antinicotinico, ipoglicemizzante (per migliorare le condizioni dei diabetici).

E' il più potente battericida naturale che si conosca.

Spicchio di aglio
PARTI UTILIZZATE DELLA PIANTA

Dell'aglio si utilizzano i bulbi.

La raccolta dell'aglio si effettua quando le foglie sono quasi completamente secche estirpando la pianta e lasciandola nel terreno ad essicare per circa una settimana. Dopo di che possono essere utilizzate normalmente dopo avere ripulito i bulbi delle tuniche esterne, delle foglie e delle radici. Molto spesso i bulbi di aglio si riuniscono in mazzi intrecciando le foglie in modo da formare le caratteristiche trecce.

Se l'ambiente è ben secco si possono conservare anche per 6-7 mesi

COME SI UTILIZZA

Si utilizzano i bulbi nel cibo ed anche come infuso o decotto per i dolori reumatici, i vermi intestinali, la febbre, la pressione alta ed i catarri bronchiali.

Esternamente viene utilizzato tritato per le nevralgie oppure come cataplasma per combattere le verruche ed i calli.

L'estratto di aglio è molto usato nell'industria farmaceutica per la preparazione di prodotti per combattere la pressione alta.

L'uso in cucina dell'aglio è noto. In tutti i paesi del mondo viene usata questa straordinaria pianta per aromatizzare una gran parte di alimenti.

CURIOSITA'

L'aglio è conosciuto fin dai tempi più antichi e la prima citazione finora nota è stata trovata nel Codex Ebers un papiro egiziano datato 1550 a.C. dove vengono citati diversi medicamenti da realizzare con l'aglio per combattere le punture di insetti, il mal di testa ed i dolori in genere.

AVVERTENZE

L'aglio non è indicato per chi soffre di pressione bassa, di dermatosi, per chi ha problemi intestinali e allo stomaco ed ai malati di fegato.

LINGUAGGIO DEI FIORI E DELLE PIANTE

Vedi "Aglio - Il linguaggio dei fiori e delle piante"

Trovapiante