Home => Home => Cura e bellezza => Piante medicinali => Origano (medicinale)
PIANTE MEDICINALI
ORIGANO
Origanum vulgare
(famiglia
Lamiaceae
)
Proprietà medicinali dell'origano
CARATTERISTICHE GENERALI

L'origano, nome scientifico Origanum vulgare L., appartiene alla famiglia Lamiaceae ed è una pianta che cresce spontanea nei luoghi assolati e aridi fino a 2000 m s.l.m. ed è coltivata come pianta aromatica e per le sue proprietà terapeutiche.

Il fusto è eretto, quadrangolare, alto 50-80 cm, ramificato e nella parte superiore di colore rossastro e ricoperto da una fitta peluria. La radice è un rizoma strisciante nerastro provvisto di radici fibrose. Le foglie sono ovali-lanceolate, a margini lisci o leggermente dentellati, provviste di un corto picciolo, spesso pubescenti. I fiori dell'origano sono raccolti in pannocchie poste alla sommità degli steli e di un bel colore bianco - rosato - rosso provvisti di brattee rossastre - violacee e sono ermafroditi a impollinazione entomofile soprattutto api e farfalle Il frutto è una capsula di colore scuro.

PROPRIETA'

L'origano ha delle indiscutibili proprietà medicinali.

Come composizione dei suoi costituenti essenziali è molto simile al timo. La composizione in principi attivi è variabile a seconda dell'epoca di raccolta, delle condizioni di coltivazione e di come la pianta viene raccolta e conservata.

In linea di principio comunque i principali costituenti dell'origano responsabili delle loro innumerevoli virtù (gli oli essenziali sono circa il 4%) sono i fenoli per in particolare: il timolo che è un antisettico, antispasmodico e vermifugo che si usa nella preparazione dei prodotti a base di origano da utilizzare per uso interno ed esterno; l'altro è il carvacloro, un antisettico molto utilizzato in profumeria.

Altri costituenti degli oli essenziali sono grassi, proteine, numerosi sali minerali (calcio, ferro, magnesio, sodio, zinco, potassio), vitamine quali la tiamina, carboidrati.

Le proprietà dell'origano sono: antalgico, antisettico, analgesico, antispasmodico, espettorante, stomachico e tonico, aiuta la digestione, attenua i dolori intestinali e il meteorismo ed e' inoltre un ottimo calmante per la tosse con proprietà espettoranti.

PARTI UTILIZZATE DELLA PIANTA

Dell'origano si utilizzano le foglioline e le sommità fiorite raccolte d'estate in piena fioritura.

Sia le foglie che le sommità fiorite dell'origano possono essere essicate in luoghi bui e ventilati ma si raccomanda di effettuarla molto rapidamente dalla raccolta in quanto gli oli essenziali sono molto volatili e quindi potrebbe perdere parte delle sue proprietà.

L'origano, contrariamente a quanto accade ad altre erbe (a esempio al prezzemolo, all'aglio, basilico, timo, ecc) con l'essiccazione mantiene il suo aroma, anzi risulta più forte e concentrato come accade anche nel rosmarino e nell'origano. Questo potrebbe essere spiegato con il fatto che la distruzione dei tessuti vegetali dell'origano, rende più disponibili gli oli essenziali che quindi si diffondono maggiormente.

Particolare foglia di origano
Particolare fiore di origano
COME SI UTILIZZA

I suffumigi liberano il naso.

Sparso sul cibo aiuta nelle patologie dovute a una cattiva digestione (meteorismo, emicrania, ecc).

Bevuto come infuso è un ottimo coadiuvante nei trattamenti per la cellulite. L'infuso mescolato al vino stimola le funzioni digestive, allevia il mal di testa, i dolori intestinali e aiuta nei casi di raffreddore.

I gargarismi aiutano nei casi di infiammazione della gola

In cosmesi l'origano viene usato per fare bagni purificanti, stimolanti e deodoranti immergendo nell'acqua del bagno un sacchetto di tela con una manciata di origano.

Ottimo per il torcicollo applicando un mazzetto di fiori di origano (come cataplasma) appena colto e appena riscaldato.

Il suo olio essenziale è molto utilizzata nell'aromaterapia e in profumeria.

L'origano, specialmente nei paesi mediterranei è molto noto e utilizzato come spezia per aromatizzare numerosissime pietanze.

CURIOSITA'

L'origano è un buon repellente per le formiche: basta cospargerlo nei luoghi frequentati e ricordarsi di sostituirlo spesso.

L'origano è anche chiamato erba acciuga o acciughero in quanto è molto usato per aromatizzare le acciughe.

AVVERTENZE

L'origano se usato puro sulla pelle può causare irritazioni.

LINGUAGGIO DEI FIORI E DELLE PIANTE

Vedi: Origano - Il linguaggio dei fiori e delle piante.

Trovapiante