Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Pyracantha
PIANTE DA ESTERNO DA FIORE
PYRACANTHA: suggerimenti per la sua coltivazione

La Pyracantha è un arbusto sempreverde così facile da coltivare e così utile per arricchire il paesaggio del tuo giardino che merita davvero di essere usato più spesso. Non ne hai mai sentito parlare? Che ne dici del suo nome comune, agazzino? Forse il nome fire thorn «spina di fuoco» ti dice qualcosa?

Come piantare, coltivare e prendersi cura dei fiori di Pyracantha
Indice
Informazioni generali sulla Pyracatha

La Pyracantha o agazzino come è comunemente conosciuta, appartiene alla famiglia Rosaceae. SI tratta di un genere che comprende 7 specie di arbusti o alberi sempreverdi, tutti spinosi oltre che decine di cultivars e ibridi.

I fusti sono sottili e di colore marron scuro, eretti anche se crescono per lo più disordinati. La loro particolarità è che sono densamente ricoperti di spine. Le foglie sono piccole, di colore verde scuro, ovali, lucide e coriacee. I fiori sono bianchi e a forma di stella (come in tutte le rosacee) e lievemente profumati. La particolarità di questa pianta sono i frutti, delle bacche variamente colorate dal rosso, al giallo all'arancio a seconda della specie e della varietà, riunite in grappoli, che persistono sulla pianta dall'autunno quando maturano, a tutto l'inverno e finanche alla primavera successiva. Sono spettacolari, di grande effetto decorativo. Nel corso dell'anno le bacche sembrano dei punti luminosi, quasi di fuoco in contrasto con i colori autunnali. Per questa ragione in lingua inglese questa pianta viene chiamata fire thorn «spina di fuoco» (foto sotto).

Come piantare, coltivare e prendersi cura dei fiori di Pyracantha

Le bacche non sono velenose. Sono molto amare per il palato umano, ma sono molto apprezzate dagli uccelli che ne fanno scorpacciate.  

Può essere coltivata in vaso oppure piantata come singolo arbusto o realizzare una siepe. Si possono creare spalliere grazie ai suoi rami flessibili che si intrecciano senza problemi. L'unica pecca potrebbero essere i rami spinosi che però se usata per delimitare una proprietà, rappresenta un'ottima barriera.

Se scegli una Pyracantha puoi essere certo che gli uccelli affolleranno il tuo giardino. Se sei dubbioso se piantare o no questa pianta nel tuo giardino, dai un'occhiata alle sue caratteristiche riportate a seguire. 

Come coltivare la Pyracantha

La Pyracantha ama una esposizione in pieno sole. Tollera però anche un'ombra parziale. L'unico inconveniente in questo caso è che si produrranno meno fiori e quindi meno bacche. Resiste bene sia alle alte temperature che alle gelate invernali una volta adulta. Da giovane va protetta.

Il terreno deve essere preferibilmente sabbioso, quindi molto ben drenante. E' preferibile non piantarla in un terreno troppo fertile, per non promuovere una crescita dilagante che oltretutto renderebbe la pianta più suscettibile alla peronospora (una malattia batterica mortale che diminuisce la produzione di bacche). In ogni caso si sanno adattare alle diverse situazione pedologiche sempre che sia presente un buon drenaggio perchè non sopporta i ristagni idrici che provocano i marciumi delle radici.

Non richiede grandi annaffiature una volta adulta. Da giovane, quando le piante sono appena state messe a dimora nel terreno, occorre annaffiare con regolarità. Quando la pianta è però adulta, in genere è sufficiente l'acqua piovana o essere aiutata durante l'estate nelle stagioni molto calde. Diversa la situazione nel caso di piante allevate in vaso, in questo caso occorre annaffiare con regolarità.

La Pyracantha non richiede grandi fertilizzazioni: all'inizio della primavera, prima che inizi la stagione produttiva, puoi somministrare del concime granulare a lenta cessione.

Circa la potatura, se vuoi avere un aspetto ordinato e pulito della pianta pota ogni anno per modellarla. La potatura per gestire il suo aspetto può essere fatta in qualsiasi momento dell'anno tuttavia, per garantire la massima resa di bacche, il momento migliore per potare è in inverno o all'inizio della primavera. I fiori sono prodotti su steli che hanno almeno un anno quindi lascia parte della vecchia crescita quando poti.

E' una pianta che, una volta piantata in un determinato punto del giardino, non ama essere spostata pertanto scegli attentamente dove la collocherai. Al momento dell'impianto infatti osserviamo una produzione di fiori e quindi di bacche ridotta. Questo è dovuto appunto al fatto che la pianta è stata spostata. Stai tranquillo, l'anno successivo si riprenderà senza problemi.

E' una pianta a crescita rapida e cresce di circa 60 cm all'anno. Occorre pertanto scegliere con attenzione il luogo dove piantarla per non stravolgere lo spazio a disposizione.

Come piantare, coltivare e prendersi cura dei fiori di Pyracantha
Uso della Pyracantha nel paesaggio

Le Pyracantha fanno siepe meravigliose. L'arbusto può anche essere utilizzato come barriera o come copertura per pendenze in zone calde e asciutte.  

Impianto della Pyracantha

Il sesto d’impianto dovrebbe essere tra 30 e 50 cm questo per avere successivamente una siepe omogenea una volta che le piante saranno adulte. Proteggi le giovani piante dal vento.

Se vuoi avere una siepe ordinata metti in conto di fare potature leggere ma frequenti, soprattutto all'inizio dell'estate e all'inizio dell'autunno. Irriga con frequenza le giovani piante mentre dopo il terzo anno di età, le esigenze sono molto più contenute. Se pensi di allevare la Pyracantha in vaso, per prima cosa assicurati che sia sufficientemente grande per dare spazio alle radici, secondariamente irriga in maniera regolare, soprattutto d'estate.

Mancata produzione delle bacche

Dato che la Pyracantha è coltivata soprattutto per le straordinarie bacche, vediamo allora quali possono essere le ragioni per le quali si può avere una scarsa o nessuna produzione:

Come piantare, coltivare e prendersi cura dei fiori di Pyracantha
Moltiplicazione

LaPyracantha si moltiplica per talea di legno semi-legnoso o anche di talea legnosa in primavera o in autunno. Può essere anche moltiplicata per seme a fine inverno. Tieni però conto che le cultivars non si moltiplicazione dal seme.

Malattie

La Pyracantha è una pianta robusta che non viene infastidita spesso dai parassiti. In ogni caso, può essere soggetta ad attacco di afidi lanosi (Eriosoma lanigerum). L'infestazione inizia a manifestarsi  con sostanze grumose sulla corteccia. In estate poi colonie di afidi, ricoperti di lanugine bianca, invadono il tronco e i rami. L'infezione si manifesta in genere tra aprile-ottobre. Per combatterlo su piante di piccole dimensioni si possono strofinare le colonie di afidi con una spazzola a setole rigide (in primavera o all'inizio dell'estate prima che si sia accumulata una vasta popolazione). Se questo non è sufficiente usare degli insetticidi aficidi sistemici che agiscono anche per contatto.

Eriosoma lanigerum, Afide lanoso
Eriosoma lanigerum - Afide lanoso

Altro parassita è il minatore delle foglie, una falena (Phyllonorycter leucographella) i cui bruchi si nutrono all'interno delle foglie, causando caratteristiche mine dapprima lineari e poi via via invadono tutta la foglia. Principalmente la falena si manifesta tra gennaio-marzo. Quando il bruco ha completato la sua alimentazione, la foglia si piega verso l'alto e le mine diventano meno visibili. Sebbene il danno può essere considerato sgradevole causa la defoliazione della pianta, è improbabile che influisca sulla salute o sul vigore di un albero o arbusto adulto e non ha bisogno di essere controllato. 

Grave è invece l'infestazione da fuoco batterico (Erwinia amylovora) causata appunto da un batterio che vive sulla corteccia e penetra all'interno della pianta tramite ferite o rami spezzati. I danni si vedono dalla tarda primavera fino all'autunno. I sintomi sono: i fiori appassiscono e muoiono al momento della fioritura e i germogli avvizziscono. Il legno esterno sembra colpito da fiamme quindi con macchie di un colore bruno-rossastro sbucciandosi all'indietro. Il decorso è rapido e porta alla morte della pianta. Non esiste cura. Si può provare a eliminare le parti infette e bruciarle.

Eriosoma lanigerum, Afide lanoso
Erwinia amylovora - fuoco batterico

Esiste poi una malattia fungina dei fiori, delle foglie e dei frutti con conseguente caduta delle foglie, perdita di fiori e dei frutti. Il responsabile è un fungo (Venturia inaequalis f. sp. pyracanthae). Il primo sintomo si ha sulle foglie dove l'infezione si manifesta con macchie scure. Di conseguenza le foglie infette cadono fino a defogliare la pianta, i fiori cadono, i frutti si deformano e i giovani steli muoiono. Un primo controllo è la prevenzione garantendo una pianta sana e con una buona circolazione dell'aria senza umidità tra le fronde. Se però l'infezione è grave usare un fungicida specifico.

Specie di Pyracantha

Sono sette le specie di Pyracantha. Sono elencata di seguito e variano tra loro come dimensione della pianta e colore delle bacche:

Abbiamo poi diverse cultivar molto diffuse:

Sei ottime ragioni per coltivare la Pyracantha nel tuo giardino

Se sei indeciso se piantare una Pyracantha nel tuo giardino, ti diamo sei ottime ragioni per farlo:

Antica saggezza

Il nome Pyracantha deriva dela greco pyrós «fuoco» e da ácantha «»spina» con spine rosse o brucianti come il fuoco da qui il nome inglese della pianta fire thorn.

Cosa vuoi leggere dopo?
Cotoneaster  pianta da esterno da fiore

COTONEASTER, uno dei generi più importanti per adornare i giardini comprendendo piante rustiche, di grande effetto decorativo e con una fioritura e una fruttificazione di lunga durata... (l'articolo prosegue)

Acacia  pianta da esterno da fiore

ACACIA, pianta dalle tante virtù dato che le sue numerosissime specie ci sorprendono con i loro mille usi e le loro tante proprietà... (l'articolo prosegue)

Aquilegia  pianta da esterno da fiore

TULIPANO, grazie ai suoi colori vivi e molto vari, alla sua facilità di coltivazione e alla sua incredibile bellezza è utilizzato per realizzare aiuole e bordure di mille colori, in tutto il mondo... (l'articolo prosegue)

Stromanthe  pianta da esterno da fiore

STROMANTHE, piante molto apprezzate per le foglie grandi e colorate dai disegni particolari di grande effetto scenografico.... (l'articolo prosegue)

Albizia pianta da esterno da fiore

ALBIZIA, piante arbustive e arboree, particolarmente decorative per la bellezza delle loro foglie e dei fiori, sono molto diffuse come piante... (l'articolo prosegue)

Trovapiante