Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Bergenia
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
BERGENIA
Bergenia, coltivazione, fioritura e cura

La Bergenia, è una deliziosa pianta sempreverde molto usata per bordure e come tappezzante.

CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Eudicotiledoni
Ordine
:
Saxifragales

Famiglia
:
Saxifragaceae

Genere
:
Bergenia

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Bergenia della famiglia Saxifragaceae, comprende piante erbacee perenni, rustiche che formano dei bei cespugli.

Sono tutte piante originarie dei pascoli, delle zone umide dell'Asia centrale e orientale.

Le foglie sono disposte a rosetta alterne semplici, intere o dentate, coriacee e lucide tanto da essere molto decorative specialmente nel periodo invernale quando assumono una colorazione rossastra.

I fiori si ergono dalla rosetta di foglie con lunghi steli che crescono sopra il fogliame. Sono disposti in infiorescenze a pannocchia e sono campanulati o imbutiformi a seconda della specie, portati da steli ramificati spesso di colorazione rossastra, che partono dal centro della rosetta di foglie.

L'apparato radicale è costituito da un robusto rizoma.

Dato che si tratta di piante sempreverdi a foglia larga, possono essere utilizzate per coprire il terreno quindi come tappezzanti.

PRINCIPALI SPECIE

Esistono 6 specie nel genere Bergenia tra le quali le più diffuse sono:

BERGENIA CORDIFOLIA

La Bergenia cordifolia (foto sotto) è una pianta originaria della Siberia che può raggiungere un'altezza di 30 cm.

Presenta foglia rotonde e fiori di colore rosa-lillà di forma campanulata e penduli riuniti in infiorescenze a pannocchia e arrivano a raggiungere i 30 cm di lunghezza. Sbocciano all'inizio della primavera (marzo-aprile).

La varietà Bergenia cordifolia purpurea ha fiori colore rosa tendente al porpora così come le foglie sono rossastre.

Bergenia cordifolia
BERGENIA CRASSIFOLIA

La Bergenia crassiflolia (foto sotto) è una pianta originaria della Siberia e può raggiungere un'altezza di ben 30 cm. Presenta foglie ovate e fiori di colore rosa tenue, campanulati, lunghi 2-3 cm e fiorisce da gennaio ad aprile.

E' una pianta che tende a svilupparsi orizzontalmente.

Bergenia crassifolia
Nota 1
BERGENIA PURPURASCENS O B. BEESIANA O B. DELEVAYI

La Bergenia purpurascens (foto sotto) è simile alla Bergenia crassifolia solo con le foglie più strette, spesso convesse. I fiori campanulati sono di colore rosa-porpora raggruppati in modo da formare una pannocchia. Fiorisce nei mesi di aprile-maggio.

L'ibrido "Ballawley" si pensa che derivi dall'incrocio tra Bergenia purpurascens x Bergenia cordifolia. Presenta dimensioni più grandi di entrambe le piante sia come foglie che come fiori. Quest'ultimi sono di colore rosso tendente al fucsia.

Bergenia purpurascens
BERGENIA STRACHEYI

La Bergenia stracheyi (foto sotto) è una specie originaria dell'Himalaya. Ha le foglie e i fiori caratteristici del genere solo con le foglie un po' più piccole e pertanto non adatta a essere usata come pianta di copertura. Fiorisce a marzo-aprile producendo fiori di colore bianco rosati, campanulati lunghi fino a 2 cm.

Esistono diverse varietà: Bergenia stracheyi "Abendglut" con piante alte fino a 25 cm e foglie cordate di colore verde - rossastro e fiori colore rosso porpora lunghi 2-3 cm che compaiono a marzo-aprile; Bergenia stracheyi "Silberlicht"alta fino a 40 cm con foglie grandi, che diventano di colore verde-rosso e  fiori di colore rosa chiaro nel calice e con petali di colore bianco.

Bergenia stracheyi
TECNICA COLTURALE

La Bergenia è una pianta rustica e cresce ovunque, anche nei terreni particolarmente calcarei.

Sono piante che possono essere allevate in pieno sole o all'ombra. E' preferibile, se la zona dove sono coltivate è particolarmente soleggiata, ombreggiarle durante le ore più calde per evitare che le foglie vengano bruciate dal sole.

La maggior parte delle varietà di Bergenia non teme il freddo, anche se alcune specie come a esempio la Bergenia ciliata non tollera bene il clima troppo freddo.

Sono piante, data la loro origine, che non temono il freddo e sono adatte nei giardini rocciosi o a essere utilizzate per bordure.

ANNAFFIATURA

La Bergenia ha necessità di discrete quantità d'acqua. E' opportuno pertanto durante la stagione calda, evitare che il terreno si asciughi. Occorre mantenerlo sempre umido ma non inzuppato, in quanto non ama i ristagni idrici.

 

TIPO DI TERRENO - RINVASO

Le Bergenia sono piante rustiche pertanto si adattano abbastanza bene a qualsiasi tipo di terreno anche se preferiscono terreni ricchi di humus, umidi ma privi di ristagni idrici.

CONCIMAZIONE

Le concimazioni vanno effettuate ogni due settimane durante tutto il periodo primaverile-estivo.

E' bene usare dei concimi completi che oltre ad avere azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) abbiano anche i microelementi quali il magnesio (Mg), manganese (Mn), il ferro (Fe), il rame (Cu), il molibdeno (Mo), lo zinco (Zn), il boro (B), tutti importanti per la crescita della pianta. Pertanto, quando andate a comprarlo, leggete l'etichetta per verificare quali elementi minerali sono presenti. In genere quelli maggiormente presenti nei fiorai contengono solo azoto, fosforo e potassio. Bene, cercate di non prenderli ma di comprate solo concimi contenenti anche gli altri elementi minerali. Le vostre piante vi ringrazieranno.

Diminuire le dosi rispetto a quanto riportato nella confezione del fertilizzante in quanto sono sempre esagerate.

E' possibile anche dare al terreno un concime a lenta cessione.

FIORITURA

Quasi tutte le specie di Bergenia fioriscono alla fine dell'inverno-inizio primavera tanto che spesso il gelo danneggia i primi fiori.

E' importante tagliare le infiorescenze sfiorite per favorire il rigetto, in questo modo la fioritura può durare diverse settimane.

POTATURA

Sono piante che non si potano. Si eliminano solo le foglie che si seccano o si danneggiano per evitare che diventino veicolo di malattie.

MOLTIPLICAZIONE

Le bergenie si moltiplicano per divisione della pianta o per porzioni di rizoma.

MOLTIPLICAZIONE PER RIZOMA

Ogni 3-5 anni è opportuno rinnovare le piante in autunno o in primavera. Si tagliano i rizomi lasciando una rosetta di foglie dopo la fioritura in autunno e si sistemano in un vaso con sabbia oppure possono essere piantate anche in terra là dove le temperature non sono particolarmente rigide.

MOLTIPLICAZIONE PER DIVISIONE DELLA PIANTA

La divisione della pianta di Bergenia si può realizzare in primavera. Si dissotterra la pianta madre, si ripuliscono i rizomi e si divide in due parti, facendo attenzione a che ciascuna porzione di pianta, abbia una discreta quantità di radici. Una volta divise, le nuove piantine possono essere messe subito a dimora interrandole alla stessa profondità a cui si trovava la pianta madre.

PARASSITI E MALATTIE

Non sono piante particolarmente soggette a malattie.

Possono subire attacchi da parte delle LUMACHE o delle CHIOCCHIOLE. Se l'infestazione è particolarmente intensa, si possono usare delle esche avvelenate.

Attaco di lumache
CURIOSITA'

La Bergenia è anche conosciuta come berretta da prete.

Note

(1) Immagine nel pubblico dominio per gentile concessione di Salvor Gissurardottir

Trovapiante