Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Potentilla
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
POTENTILLA
Potentilla, coltivazione e cura

La Potentilla è una deliziosa pianta da giardino roccioso o da usare come bordura che, pur non essendo particolarmente appariscente, è però resistente e ha una fioritura molto lunga.

CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Eudicotiledoni
Clado
: Roside
Ordine
:
Rosales

Famiglia
:
Rosaceae

Genere
:
Potentilla

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Potentilla, famiglia Rosaceae, comprende piante erbacee e arbustive, perenni, tutte originarie della Cina e dell'Himalaya, alcune dell'Europa e poche dell'Italia. Si tratta di piante per lo più rustiche e molto facili da coltivare.

Sono piante coltivate principalmente per i loro bei fiori piccoli e delicati a cinque petali, a piattino o a coppa, che ricordano quelli della fragola (anche lei appartenente alla famiglia delle Rosaceae). Talvolta sono stellati e i colori variano dal giallo, al bianco, all'arancione, al rosa e al rosso sbocciando dalla primavera fino ai primi freddi.

Le foglie sono composte, formate da 3-5 foglioline di un bel colore verde intenso. Spesso presentano molte venature evidenti e sono per lo più rugose.

I frutti sono degli acheni come quelli della rosa.

Nel complesso possiamo affermare che non sono piante particolarmente appariscenti, ma sono però molto resistenti, hanno una fioritura molto lunga e i fiori sono deliziosi. Sono pertanto utili per creare aiuole, bordure o per arricchire un giardino roccioso anche perchè non superano i 60 cm di altezza.

PRINCIPALI SPECIE

La Potentilla comprende circa 500 specie di piante arbustive, erbacee perenni e poche erbacee annuali o biennali.

Le cultivar arbustive derivano tutte dalla Potentilla fruticosa. Si tratta di ottime piante adatte per bordure o per formare delle basse siepi con una fioritura molto lunga.

Le cultivar cespugliose derivano invece dalla Potentilla atrosanguinea e dalla Potentilla nepalensis. Sono piante usate per le loro abbondanti e deliziose fioriture per lo più di colore giallo o rosso presenti dalla primavera e per tutta l'estate.

Tra le principali specie coltivate ricordiamo:

POTENTILLA NITIDA

La Potentilla nitida (foto sotto) è una pianta perenne alta dai 5 ai 10 cm, strisciante che forma dei bei tappeti erbosi densi e colorati particolarmente indicati per coprire dei giardini rocciosi. I fiori formati da 5 petali sono di colore rosa pallido con il centro di colore rosa più scuro di circa 2,5 cm di diametro. Le foglie sono palmate. Fiorisce d'estate.

Potentilla nitida

E' particolarmente indicata per aiuole ghiaiose.

Di questa specie esistono numerose varietà anche con il fiore di un bel colore rosso intenso.

POTENTILLA REPTANS

La Potentilla reptans (foto sotto) è una pianta erbacea stolonifera originaria dell’Italia non supera i 5 cm di altezza, strisciante, utilizzata per creare dei bei tappeti erbosi molto resistenti al calpestio. I piccoli fiori sono di colore giallo, appiattiti e larghi ben 2 cm con foglie composte di un bel colore verde intenso. Fiorisce d'estate.

Potentilla reptans

Se non è tenuta sotto controllo può diventare infestante.

POTENTILLA DIVERSIFOLIA

La Potentilla diversifolia o Potentilla alpina (foto sotto) è una specie perenne originaria del nord America, dove cresce in habitat umidi. E' particolarmente indicata per adornare giardini rocciosi.

Potentilla diversifolia
Nota 1

I fiori sono di un bel colore giallo intenso mentre le foglie sono di colore grigio-verde divise in cinque foglioline, per lo più senza peli e profondamente lobate.

POTENTILLA ERECTA

La specie Potentilla erecta (foto sotto) nota anche come tomentilla, è una pianta perenne ricadente e a basso sviluppo (cresce dai 10 ai 40 cm). Le foglie sono per lo più tripalmate (raramente tetra o pentapalmate) composte da piccole foglioline da cuneiformi a lanceolate lunghe fino a 2 cm di un bel colore verde intenso e ricoperte da peli argentati.

Potentilla erecta

I fiori sono gialli a quattro petali portati da uno stelo esile ed eretto. Fiorisce a partire dalla tarda primavera fino all'estate producendo dei bei fiori gialli.

Vedere il paragrafo "Curiosità" per le sue proprietà terapeutiche

POTENTILLA FRUTICOSA

La Potentilla fruticosa (foto sotto) al contrario delle altre specie è una pianta che può raggiungere i 2 m di altezza con portamento arbustivo con foglie composte di un bel colore verde chiaro composte da 5 foglioline e fiori di colore giallo.

Potentilla fruticosa
TECNICA COLTURALE

Non è una pianta di difficile coltivazione.

Le Potentilla sono piante che non temono il freddo tanto da sopportare temperature di molto al di sotto dei 0°C (anche -15°C). In ogni caso l’esposizione migliore è in pieno sole anche se, nelle zone particolarmente calde e soleggiate, durante il periodo estivo, è bene proteggerle nelle ore più calde della giornata. Sono pertanto piante che possono essere coltivate ovunque in Italia, anche nelle zone montuose o semimontuose fino a 1500 metri di altitudine.

Sono piante che è preferibile coltivare in piena terra, per formare delle aiuole o delle bordure. E' possibile però anche la coltivazione in vaso anche se da ritenere abbastanza mortificante per questa pianta.

ANNAFFIATURA

Sono piante che non richiedono annaffiature particolari una volta affrancate. In genere è sufficiente l'acqua piovana per soddisfare le loro esigenze idriche. In ogni caso, da marzo a settembre, se l'andamento stagionale è asciutto, è preferibile annaffiare attendendo che il terreno sia ben asciutto tra un'annaffiatura e l'altra.

TIPO DI TERRENO - RINVASO

Le Potentilla sono piante che si adattano abbastanza facilmente ai diversi tipi di terreno anche se preferiscono terreni alcalini (non amano i suoli acidi). L'unica condizione indispensabile per la buona riuscita della loro coltivazione è che il terreno abbia un perfetto drenaggio in quanto non tollerano i ristagni idrici. Sono comunque da evitare i terreni troppo ricchi perché stimolano la produzione eccessiva di foglie, a discapito dei fiori in quanto particolarmente ricchi di azoto. Meglio un terreno povero che uno troppo ricco.

CONCIMAZIONE

Per concimare le Potentilla, all'inizio della primavera (febbraio-marzo), quindi all'inizio del periodo vegetativo della pianta, è opportuno fare delle concimazioni organiche alla base della pianta oppure somministrare un concime granulare a lenta cessione, dato sempre alla base della pianta.

FIORITURA

La fioritura avviene di solito a partire dalla primavera e per tutta l'estate. In ogni caso si rimanda alle singole specie.

Dato che i fiori compaiono sugli steli dell'anno, è importante potare energicamente le piante pluriennali per stimolare la produzione di nuovo getti e quindi di nuovi fiori.

POTATURA

La Potentilla va potata regolarmente tagliando i vecchi rami secchi o danneggiati a livello del terreno per mantenere la pianta folta e vigorosa.

La potatura si effettua all'inizio della primavera, prima della ripresa vegetativa della pianta. Le piante arbustive vanno potate nel seguente modo: le branche più vecchie vanno eliminate completamente mentre quelle più giovani vanno accorciate per metà della loro lunghezza. In questo modo si otterranno delle piante compatte anche alla base.

Nel caso di piante con portamento prostrato e tappezzante l'unico accorgimento che bisogna avere è quello di contenere la loro espansione in quanto le loro radici stolonifere tendono a diventare infestanti.

Utilizzate sempre degli attrezzi puliti e disinfettati e il taglio va fatto appena sopra il nodo in modo netto, senza lasciare sfilacciature e in maniera leggermente inclinata, nella direzione in cui desiderate che il futuro ramo si sviluppi.

MOLTIPLICAZIONE

La Potentilla si propaga nel caso delle specie erbacee per divisione del cespo mentre nel caso delle specie arbustive per talea.

MOLTIPLICAZIONE PER TALEA DI LEGNO SEMIMATURO DELLE SPECIE ARBUSTIVE

Le talee possono essere prelevate dai rami portanti nei mesi di settembre-ottobre. Tagliatele in maniera obliqua (permette d'avere una maggiore superficie per la radicazione ed evita l'accumulo di acqua sulla sua superficie) subito sotto il nodo eliminando le foglie situate più in basso. Usate una lama o un coltello affilati per evitare che i tessuti sfilaccino, puliti e disinfettati (preferibilmente alla fiamma o con alcool o varechina) per evitare di infettare i tessuti e disinfettatelo a ogni taglio.

A questo punto potete sistemare le talee in un terreno formato in parti uguali da torba e sabbia grossolana facendo un buco con una matita e piantandole a una profondità di circa 1,5-2 cm.

Moltiplicazione per talea: taglio della talea sotto il nodo
Moltiplicazione per talea: fare dei buchi nel terreno per la sistemazione delle talee
Moltiplicazione per talea: busta messa a cappuccio nel vaso per mantenere una temperatura costante e evitare l'eccessiva perdita di umidità

Ricoprite il vaso con un foglio di plastica trasparente o un sacchetto messo a cappuccio e sistematelo all'ombra e a una temperatura intorno ai 20°C. Il terriccio va tenuto sempre leggermente umido annaffiando senza bagnare la talea in radicazione con acqua non calcarea e a temperatura ambiente. Ogni giorno controllate le talee togliendo la plastica sia per eliminare la condensa che si forma sia eventualmente per inumidire il terriccio. Quando inizieranno a comparire i primi germogli vuol dire che la talea ha formato le radici a quel punto si toglie la plastica e si sistema in una posizione più luminosa (non al sole diretto) e si tratta come se fosse adulta.

Le nuove piantine dovranno essere messe a dimora la primavera successiva.

DIVISIONE DELLA PIANTA PER LE SPECIE ERBACEE

Nel caso delle specie erbacee la pianta si moltiplica per divisione delle piantine. L'operazione si effettua in autunno togliendo le piante dal terreno e dividendola in due o più parti a seconda delle dimensioni della pianta.

PARASSITI E MALATTIE

Le Potentilla sono piante che non vengono attaccate dai parassiti.

CURIOSITA'

Il nome Potentilla deriva dal latino potens «potente» derivato dal fatto che questa pianta ha delle straordinarie proprietà medicinali (e non certo legato al fatto che possa essere una pianta imponente).

La Potentilla erecta (o tomentilla) è molto coltivata in Polonia per la produzione dei rizomi dai quali si estraggono i tannini dalle innumerevoli proprietà benefiche. Viene utilizzata la pianta adulta, alta non meno di 30 cm. Le sue proprietà sono molteplici: astringente; emostatica in quanto è vasocostrittrice e aumenta la coagulazione; ha proprietà antibatteriche soprattutto per i batteri che provocano la dissenteria; riduce la peristalsi dell'intestino e pertanto è un antidiarroico inoltre è anche lenitivo e decongestionante.

Anche la Potentilla alba (foto sotto), è una piccola pianta dal portamento prostrato nota anche come cinquefoglia bianca che ha le stesse proprietà della P. erecta solo in misura meno incisiva.

Potentilla alba
Potentilla alba
Note
1. Immagine concessa sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported
Trovapiante