Home => Animali del mondo => Regno degli animali => Pesci
PESCI
Pesci,

I pesci appartengono alla grande classe dei vertebrati e sono animali eterotermi in altre parole animali a sangue freddo vale a dire che la temperatura corporea è regolata dalla temperatura esterna. Essi da soli costituiscono più della metà di tutto il resto dei vertebrati messi assieme (mammiferi, uccelli, rettili ed anfibi).

HABITAT E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

I pesci, sono animali acquatici che vivono sia nelle acque dolci che marine di tutto il mondo, dalle regioni più calde a quelle più fredde, alle condizioni più ideali a quelle più ostili alla vita.

La maggiore concentrazione di specie di pesci d'acqua marina la ritroviamo lungo le barriere coralline grazie all'abbondanza di alimento mentre quelli d'acqua dolce si trovano in maggiore concentrazione nei grandi laghi africani e nei corsi d’acqua delle foreste pluviali tropicali, soprattutto nel bacino del Rio delle Amazzoni.

MORFOLOGIA

Sulle circa 22.000 specie è molto difficile dare delle indicazioni morfologiche di carattere generale in quanto troppo diversi tra loro. Si passa infatti da pesci che hanno la forma completamente arrotondata come nel pesce palla a quelli che ricordano un serpente come nelle anguille oppure a forme completamente appiattite come nelle sogliole. In linea generale la forma è più frequentemente compressa, che va affusolandosi in corrispondenza della testa e della coda.

Le dimensioni sono molto varie passando da pesci di pochi millimetri (Pandaka pygmea) a pesci che misurano oltre 15 m (squalo balena).

Una particolarità dei pesci è il colore esistendo una grande varietà: si passa infatti da pesci dai mille colori delle regioni tropicali (probabilmente un'esigenza per il riconoscimento intraspecie oppure come avvertimento per i potenziali predatori nel caso di pesci velenosi) a colorazioni più sobrie e classiche, scure nella parte dorsale e chiare nella parte ventrale (probabilmente un sistema di mimetizzazione in quanto un predatore guardando verso il basso vede scuro e viceversa guardando verso l'altro vede chiaro confondendolo con la luce del sole).

Il corpo del pesce in genere è ricoperto da squame (anche se in alcune specie sono assenti) ed è provvisto di pinne che altro non sono che delle menbrane che hanno funzione propulsiva o direzionale. Di solito una è posta nella parte dorsale del corpo, nella parte mediana; una è posta all'estremità dell'animale ed in genere è l'organo propulsore; una o più pinne si trovano poi nella parte ventrale lungo la linea mediana e si possono poi trovare delle pinne pettorali sui fianchi, dietro le branchie e altre poste fra la testa e l'ano a livello dell'addome (anche in questo caso esistono numerose differenziazioni in fatto di pinne tra specie e specie).

Una particolarità del corpo dei pesci sono le squame (scaglie) disposte in maniera parzialmente sovrapposta (embricata). In alcune specie le scaglie sono delle placche ossee; in altre, come nelle anguille, sono così piccole da dare l'effetto di una pelle liscia; oppure esistono pesci dove proprio non ci sono. In ogni caso la dove sono presenti rappresentano una sorta di corazza che protegge e sostiene il corpo del pesce.

CARATTERISTICHE FISICHE

II pesci come vertebrati sono dotati di uno scheletro (endoscheletro) formato da un cranio, una colonna vertebrale, delle costole e delle strutture ossee che servono a sorreggere le pinne.

La respirazione avviene attraverso un sistema branchiale che permette di trattenere l'ossigeno dall'acqua e di espellere l'anidride carbonica attraverso il sangue. Esistono però anche pesci che sono in grado di respirare l'aria atmosferica attraverso polmoni ben sviluppati.

I pesci sono provvisti di un apparato digerente che inizia con una bocca dotata di denti, più o meno sviluppati a seconda della specie, prosegue con una faringe, un esofago, uno stomaco ed un intestino che termina nell’apertura anale. Tutti i pesci sono inoltre provvisti di fegato e pancreas.

E' presente un apparato circolatorio formato da un cuore e da una arteria principale che corre sotto la colonna vertebrale. Il cuore manda il sangue prima nelle branchie per essere liberato dall'anidride carbonica ed arricchirsi di ossigeno, poi nella testa e quindi al resto del corpo tutto questo attraverso l'arteria.

Nei pesci si ritrova un sistema nervoso abbastanza semplice formato da un cervello e da un midollo spinale. Le dimensioni e lo sviluppo di entrambi variano da specie a specie.

Un'altra particolarità dei pesci è la vescica natatoria che è una sorta di sacca che si origina come protuberanza del canale alimentare che ha la funzione di permettere al pesce di restare alla profondità che desidera senza problemi, in pratica adattando il pesce alle variazioni di pressione delle diverse profondità.

I pesci possono avere una vista più o meno sviluppata a seconda della specie. Nei pesci privi di orecchie i rumori sono percepiti sotto forma di vibrazioni sonore attraverso le ossa del cranio arrivando in questo modo ad una sorta di orecchio interno. Gli odori sono percepiti tramite narici ed in alcuni pesci sono particolarmente sviluppate.

RIPRODUZIONE

I pesci per la maggior parte hanno sessi separati ma esistono anche casi di pesci ermafroditi. Sono per la maggior parte ovipari vale a dire producono uova all'esterno del corpo della femmina e in genere non si hanno cure parentali per cui una volta deposte le uova, queste sono abbandonate a se stesse (esistono rarissimi casi di difesa del nido e dei piccoli). Esistono però anche forme di viviparità (es. squali) vale a dire che hanno fecondazione interna e danno alla luce dei piccoli in uno stadio di sviluppo avanzato e di ovoviviparità vale a dire che le uova si schiudono nell’ovidotto della femmina che fa nascere individui perfettamente formati.

Riportiamo di seguito le schede monografiche dei principali pesci.

Schede monografiche singole specie di uccelli
Trovapiante