Home => Animali del mondo => Pesci => Carpa
ANIMALI
CARPA
Cyprinus carpio, Carpa, famiglia Cyprinidae
Nota 1
CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA


Regno
:
Animalia

Phylum
:
Chordata

Subphylum
:
Vertebrata

Classe
:
Actinopterygii

Ordine
:
Cypriniformes

Famiglia
:
Cyprinidae

Genere
:
Cyprinus

Specie
:
Cyprinus carpio

Nome comune
: carpa
DATI GENERALI


HABITAT E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

La carpa, nome scientifico Cyprinus carpio della famiglia dei Cyprinidae è un pesce d'acqua dolce originario dell'Europa ma oramai diffusissimo nelle acque dolci praticamente di tutto il mondo tranne che nelle zone più fredde (poli e Asia settentrionale). E' stato introdotto come pesce commestibile grazie anche alla sua capacità di vivere senza problemi in acque povere di ossigeno, stagnanti. In effetti oggi solo in alcune zone del Danubio è possibile ritrovare la carpa selvatica.

I luoghi ideali per la carpa sono i tratti d'acqua dolce calmi e con ricca vegetazione (indispensabile per la riproduzione).

CARATTERE, COMPORTAMENTO E VITA SOCIALE

La carpa adulta è un animale solitario, soprattutto quelle di grandi dimensioni. Solo gli esemplari più giovani possono ritrovarsi in gruppo.

La maggior parte del tempo lo passa alla ricerca del cibo, frugando nei fondali di giorno mentre di notte riposa vicino al fondo del lago o del fiume.

E' un pesce molto timido e se si trova vicino alla superficie dell'acqua e avverte dei rumori, scappa via rapidamente. Un motivo per il quale sale in superficie è dovuto al sole infatti nei giorni caldi la carpa ama emergere per stare al sole. E' tanto timida quanto curiosa infatti deve sempre controllare e analizzare ogni cosa che trova.

Non è un pesce migratorio e tende a rimane nella zona di nascita per tutta la vita.
CARATTERISTICHE FISICHE

La carpa è un pesce che può diventare enorme se trova le condizioni ideali. La lunghezza media e di 30 - 60 cm con un peso medio di 05-4 kg ma non è raro per la carpa comune raggiungere i 15-20 kg.

E' un pesce sprovvisto di denti e al loro posto ha due placche ossee poste nella gola chiamate "ossa faringee" che hanno il compito di frantumare il cibo dopo che è stato ingoiato, in pratica lo masticano mentre scende lungo la gola. E' sprovvisto di stomaco per cui il cibo passa direttamente nell'intestino dal quale vengono estratte le sostanze nutritive.

Carpa, Cyprinus carpio, famiglia Cyprinidae
Carpa, Cyprinus carpio, famiglia Cyprinidae

Su entrambi i lati delle labbra crescono due paia di filamenti di pelle chiamati barbigli che servono a individuare e riconoscere il cibo nel fondale melmoso.

La carpa è provvista di una lunga pinna dorsale che corre lungo tutto il corpo e di una larga pinna ventrale (più grande nei maschi che nelle femmine).

Una particolarità della carpa è la vescica natatoria (la sacca che nei pesci è ripiena di gas e serve per l'assetto e la spinta idrostatica) particolarmente grande.

Le scaglie possono essere più o meno diffuse e di forma e colore variabile tanto che, in base a esse, sono state classificate tre sottospecie:

ABITUDINI ALIMENTARI

La dieta tipica sono invertebrati, crostacei, vegetazione di fondale. Per individuare il cibo la carpa smuove il fango dei fondali con la bocca e i barbigli. In questo modo i vermi, i piccoli crostacei, le larve di insetto vengono in superficie e a quel punto la carpa aspira l'acqua con il cibo, elimina l'acqua dalle branchie mentre la lingua trattiene il cibo in bocca e poi viene inghiottito.

RIPRODUZIONE E CRESCITA DEI PICCOLI

L'epoca di riproduzione della carpa è in funzione della temperatura dell'acqua: si è osservato che le carpe che vivono nei paesi caldi si riproducano prima di quelle che vivono nei paesi freddi (all'incirca la temperatura deve essere intorno ai 18°C perchè avvenga la riproduzione).

Quando è pronta per la riproduzione la femmina va alla ricerca di una zona con acqua bassa, una fitta vegetazione soprattutto di macrofite (specie vegetali che hanno in comune le piccolissime dimensioni e che si ritrovano nelle acque dolci superficiali) e li depone le uova non fecondate sopra le piante acquatiche alle quali le uova aderiscono. Una femmina di medie dimensioni (circa 45 cm) può deporre anche 300.000 uova. Il maschio, che è nelle vicinanze feconda le uova ricoprendole con lo sperma. Dopo cinque giorni le uova si schiudono (alle volte bastano tre giorni se l'acqua è particolarmente calda, tra i 25 e i 32°C).

Quando nascono i piccoli (avannotti) si attaccano alle foglie per restare nascosti e si nutrono di microorganismi animali (zooplancton) fino a quando non raggiungono i 2 cm di lunghezza. A quel punto nuotano lontano e iniziano la loro vita autonoma.

IPREDAZIONE

La carpa adulta non ha nemici naturali (eccetto l'uomo) mentre la maggior parte degli avannotti sono catturati da predatori acquatici come il luccio, il pesce persico, la trota e probabilmente anche dagli uccelli tipo gli aironi.

IMPORTANZA SOCIALE, ECONOMICA E NELL'ECOSISTEMA

In generale si può affermare che la carpa normalmente è vista come un pesce fastidioso e nocivo perchè tende a peggiorare la qualità delle acque sia perchè la intorbidisce con il suo continuo frugare nei fondali alla ricerca di cibo (quindi si riduce la visibilità e la possibilità della luce di arrivare a maggiori profondità precludendo la vita vegetale) sia perchè, data la sua grande prolificità, esaurisce il fitoplancton e immette nell'acqua i propri escrementi peggiorando la qualità delle acque. Nonostante ciò è un pesce che è stato importato in tutto il mondo come alimento.

CURIOSITA'

La carpa è un animale che può diventare molto grande: sono stati pescati esemplari lunghi 1 m che pesavano oltre 30 kg.

Note
  1. Foto tratta da ICPDR International Commission for the Protection of the Danube River
Trovapiante