Home => Home => Piante e fiori => Come sono fatte le piante => Fiore
LE PIANTE: COME VIVONO E COME SONO FATTE
FIORE
Il fiore è l'organo riproduttivo di moltissime piante e botanicamente si definisce un germoglio ad accrescimento definito contenente gli organi riproduttivi. La funzione del fiore è pertanto quella di perpetuare la specie. Delle foglie trasformate che compongono il fiore le apicali o interne sono sporofilli e le più inferiori o esterne sono gli antofilli. Questi ultimi, brillantemente colorati e profumati, oltre alla funzione di proteggere gli organi riproduttivi, hanno anche quella di attirare quegli insetti che possono facilitare la riproduzione della pianta.

Normalmente il fiore è la parte più appariscente della pianta e che attira pertanto l'attenzione ed è il motivo per il quale tante specie sono coltivate. Non tutte le piante però hanno i fiori: alcuni procarioti autotrofi (cianobatteri o alghe verdi-azzurre), i muschi, le alghe verdi, le felci non hanno organi riproduttivi così evidenti e per questo motivo sono chiamate crittogame (dal greco cryptos «nascosto» e gamos «nozze» cioè «nozze nascoste») e si riproducono attraverso altri organi.

Il fiore è l'organo invece caratteristico delle fanerogame (dal greco phaneros «manifesto, evidente» e gamos «nozze» cioè «nozze evidenti») vale a dire delle piante che presentano organi di riproduzione visibili e tra esse abbiamo le angiosperme e le gimnosperme. In realtà però nelle gimnosperme il fiore è molto semplice e rudimentale, diverso dal fiore comunemente conosciuto, che è tipico delle angiosperme. Infatti è ridotto all'essenziale: sacche polliniche per la parte maschile portate da rami con posizione diversa nei diversi gruppi e ovuli per la parte femminile, portati da assi ingrossati o da squame fertili. Tutto porta a far si che le gimnosperme siano sempre unisessuali vale a dire che i fiori maschili e quelli femminili sono sempre separati o sulla stessa pianta o su piante diverse. Infatti il termine gimnosperme deriva dal greco sperma «seme» e gymnos «nudo» questo perchè i semi non sono racchiusi in un carpello come nelle angiosperme (angio significa «vaso» e si riferisce al carpello che funziona come vaso per accogliere i semi) anche se a maturità possono essere talvolta chiusi tra squame di un cono o di brattee, come avviene per le bacche del ginepro.

Il fiore è un organo formato da diverse foglie (chiamate genericamente antofilli) che hanno subito numerose modificazioni per poter adempiere alla funzione riproduttiva. Sono inoltre molto importanti da punto di vista sistemativo, vale a dire della classificazione delle piante, perchè presentando sempre dei caratteri costanti e sono pertanto un elemento fondamentale per la loro attribuzione a un gruppo botanico o a un altro.
Schema fiorale

Un fiore completo delle angiosperme è composta da:

Trovapiante