Home => Piante e fiori => Tecniche di giardinaggio => Come colorare i fiori di ortensia
TECNICHE DI GIARDINAGGIO
Antiparassitari naturali per piante: i più usati e come farli

Alcune ricette per realizzare a casa degli antiparassitari naturali per le tue piante, completamente biologici, per far fronte agli insetti nocivi e allo stesso tempo proteggere l'ambiente con prodotti naturali.

 Insetticidi  naturali: i più usati e come farli
Indice
Cosa sono e a cosa servono gli insetticidi naturali

I pesticidi naturali fai da te sono efficaci per liberare le piante dai parassiti e allo stesso tempo sono sicuri per le persone e per l'ambiente e hanno il potenziale di evitare che le tue piante diventino il buffet degli insetti nocivi.

Nonostante oggi in commercio si trovino pesticidi biologici già pronti per esempio a base di nicotina (estratto dal tabacco sfuso), di piretro (estratto dai fiori di Chrysanthemum cinerariifolium della famiglia delle Asteraceae) o di fosfato di ferro (un minerale usato per la lotta alle lumache) ecc., quelli fatti in casa da te, oltre a farti risparmiare parecchi soldi, ti consentono di entrare più a contatto con la natura creando alla fine, una versione di insetticida mirata per le tue esigenze. Ogni giardiniere ha infatti una sua particolare miscela utilizzando rapporti diversi tra gli ingredienti, in base alla risposta che i diversi insetticidi naturali hanno sui fitofagi.

Ricorda sempre però che uccidere tutti gli insetti nel tuo giardino non è quello che devi ricercare perchè tutti gli ecosistemi sani richiedono un'abbondanza di insetti benefici, microbi e funghi, sia nel terreno che sulle piante e valuta sempre la possibilità di combattere i tuoi insetti introducendo altri insetti predatori (coccinelle, Bacillus thuringiensis ecc.) che si nutrono o comunque uccidono gli insetti dannosi.

Antiparassitari naturali: quali sono e come usarli

Esistono diversi modi per combattere gli insetti nocivi in modo naturale usando prodotti esclusivamente biologici. Vediamo diversi antiparassitari naturali facili da fare a casa efficaci per mantenere in salute le tue piante dell'orto, del giardino e di casa.

Olio vegetale spray

Ottimo per combattere afidi, acari, tripidi e facile da realizzare.

Ingredienti

Preparazione e uso

Mescola assieme l'olio e il sapone agitandoli energicamente. Dopo di che il tuo pesticida è pronto per essere usato spruzzandolo direttamente sulle parti della pianta colpite dai parassiti. L'olio ha la funzione di ricoprire il corpo degli insetti impedendogli pertanto di respirare e facendoli morire per asfissia. Il trattamento va fatto la sera, quando il sole è quasi andato via e ripetuto più volte.

Sapone spray

Un pesticida simile al precedente è uno spray a base solo di sapone, efficace per controllare acari, afidi, mosche bianche, coleotteri e altri piccoli insetti affamati.

Ingredienti

Preparazione e uso

Mescola insieme gli ingredienti e spruzza il liquido ottenuto direttamente sulle parti della pianta colpite. Questo insetticida funziona allo stesso modo dell'olio spray vegetale. Il trattamento va fatto la sera, quando il sole è quasi andato via e va ripetuto più volte.

Olio di neeem

L'olio di neem è un olio ottenuto dalla spremitura dei semi dell'albero di neem (Azadirachta indica, della famiglia delle Meliacee) nativo del Bangladesh, dell'India e della Birmania. Questo olio è un potente insetticida in grado di interrompere il ciclo di vita degli insetti in tutte le fasi del suo sviluppo (uovo, larva, adulto). Agisce per ingestione indebolendoli e sulle larve inibisce la muta. Non è nocivo per le api e per gli animali in genere. Oltre a essere un ottimo insetticida è anche un fungicida in grado di combattere l'oidio e altre infezioni fungine delle piante.

Ingredienti

Preparazione e uso

Per la sua preparazione segui le indicazioni riportate nella confezione ma in genere si usa un litro di acqua nella quale metti due cucchiaini di olio di neem. Va spruzzato al tramonto dopo averlo agitato per bene perchè rende le parti verdi delle piante fotosensibili. Il trattamento va ripetuto dopo una decina di giorni.

Macerato a base di aglio

L'aglio è un ottimo rimedio nei confronti degli insetti. Non si sa con certezza se funziona come repellente o come vero e proprio insetticida (soprattutto afidi e acari) e fungicida naturale (contro i principali fitofagi delle nostre piante) fatto sta che riesce ad abbattere o addirittura eliminare, le infestazioni dei principali parassiti presenti sulle tue piante.

Ingredienti

Preparazione e uso

Metti a macerare l'aglio nell'acqua per 48 ore dopo di che filtra il tutto. Al liquido ottenuto aggiungi mezza tazza di olio vegetale (non è strettamente necessario, ma rimane più persistente sulla pianta). A questo punto il preparato è pronto per essere utilizzato sulle piante dopo averlo agitato per bene. Spruzzalo sulle piante diverse volte al giorno per almeno tre giorni.

 Insetticidi  naturali: i più usati e come farli

Spray al peperoncino

Lo spray al peperoncino è simile allo spray all'aglio e funziona per contatto sui principali parassiti delle piante (afidi, acari, cocciniglie, limacce, cavolaia, piralide del bosso, processionaria del pino, larve di dorifora della patata). Può essere usato su ortaggi, alberi da frutto e anche sugli alberi ornamentali. La responsabile della piccantezza dei peperoncini è la capsaicina, una sostanza gradita agli insetti, che entrandovi in contatto, girano al largo. Per questa ragione tanto più è piccante il peperoncino, tanto più sarà efficace.

Ingredienti

Preparazione e uso

Mescola l'acqua con il peperoncino in polvere. Nel caso usi del peperoncino piccante fresco, frullali con una tazza d'acqua. Dopo di che porta il tutto a un litro d'acqua. Fai macerare per 7-10 giorno in un luogo fresco e all'ombra. Alla fine filtralo e usalo a tua discrezione sulle foglie delle piante.

Spray alla cipolla

L'insetticida naturale alla cipolla è ottimo contro diverse malattie fungine (per esempio la peronospora), acari e afidi.

Ingredienti

Preparazione e uso

Trita finemente la cipolla e mettila in infusione nell'acqua bollente. Una volta raffreddato filtralo in modo da eliminare le parti grossolane. Se unisci anche lo spray all'aglio, avrai un prodotto con uno spettro d'azione molto più ampio e con una migliore efficacia.

Mix di aglio, cipolla e peperoncino

Ingredienti

Preparazione e uso

Si mescolano insieme gli ingredienti e si lasciano a macerare per un paio d'ore. Passato tale tempo filtra e usalo come spray direttamente sulle piante dopo averlo diluito con un altro litro d'acqua.

Spray alle foglie di pomodoro

La pianta di pomodoro contiene diversi alcaloidi, in particolare la solanina, che riesce a combattere i diversi parassiti delle piante, funghi e insetti. Questa sostanza è presente in ogni parte della pianta ma le parti che ne contengono di più sono le foglie, i fusti e i frutti non ancora maturi. La sua azione è soprattutto repellente ma anche per contatto ad infestazione in corso.

Ingredienti

Preparazione e uso

Trita le foglie di pomodoro finemente e mettile in un litro d'acqua e lascia in infusione per 3 giorni. Alla fine filtra il tutto e diluiscilo con un altro litro di acqua. Adesso è pronto per essere usato. Tienilo lontano dagli animali domestici perchè potrebbe essere tossico.

Durante la macerazione il contenitore deve essere aperto per ossigenare il composto e quindi favorire la macerazione. Di tanto in tanto va mescolato.

 Insetticidi  naturali: i più usati e come farli

Macerato di ortica

L'insetticida a base di ortica è efficace come repellente per diversi insetti quali afidi, cocciniglie, ragnetto rosso, tignola, ditteri del frutteto. Svolge comunque anche un effetto repellente anche sugli altri insetti, sicuramente per il suo pessimo odore.

Ingredienti

Preparazione e uso

Metti le foglie di ortica a macerare nell'acqua per 24 ore (per avere il massimo dell'efficacia dovrebbero macerare per una decina di giorni). Il contenitore, per favorire il ricambio d’aria, non dovrà essere chiuso ermeticamente e va mescolato almeno una volta al giorno. Il composto ottenuto va filtrato e conservato in un contenitore chiuso ermeticamente. A quel punto può essere utilizzato non diluito sulle piante per combattere i diversi parassiti. Può essere conservato in un luogo fresco anche per un anno. Attenzione perchè è molto puzzolente.

Il trattamento va ripetuto dopo 4 o 5 giorni, per eliminare al meglio i parassiti ed evitando di fare trattamenti nelle ore più calde della giornata.

Macerato di equiseto

L'equiseto è ricco di acido salicilico, silice, acido ossalico, sali solforici e numerose altre sostanze naturali che lo rendono un eccellente fungicida soprattutto contro l’oidio e la peronospora. Questo macerato rafforza la cuticola delle foglie e quindi i patogeni riescono ad aggredirle con difficoltà. Oltre ciò svolge un'azione repellente nei confronti soprattutto di afidi e acari.

Ingredienti

Preparazione e uso

Si mette in ammollo la pianta per 7-10 giorni. Una volta messo a bagno l’equiseto, sistemare il recipiente in un luogo ombreggiato. Subito la pianta inizierà a fermentare producendo schiuma. Quando finisce di produrre schiuma vuol dire che il macerato è pronto e può essere filtrato. A questo punto si diluisce con un ulteriore litro di d’acqua.

Un'aggiunta che si può fare per migliorare l'efficacia è l'aggiunta del sapone di marsiglia che darà maggiore adesività alla soluzione.

Per proteggere dalle malattie fungine, il macerato può essere irrorati sulle piante con una cadenza quindicinale ma se le condizioni sono ottimali per la proliferazione dei parassiti (caldo e molta umidità) allora si può aumentare la frequenza dei trattamenti.

Quando intervenire con gli antiparassitari naturali

Ci sono due momenti in cui si può intervenire:

  1. nei primissimi stadi di attacco da parte del parassita. In questo caso i pesticidi dovranno avere un'azione repellente;
  2. a infezione conclamata usando antiparassitari specifici per quel fitofago.

Come e quando usare gli spray fatti in casa

I parassiti si annidano sia sulla pagina superiore che su quella inferiore delle foglie pertanto per un buon risultato devi spruzzare il tuo insetticida naturale, su entrambe la pagine della foglia.

I trattamenti è preferibile farli di sera, al calare del sole, in quanto diversi sono fotosensibili e potrebbero danneggiare la pianta e devono essere ripetuti più volte, in genere dopo 4-5 giorni.

Come conservare gli insetticidi naturali e per quanto tempo possono essere conservati

I preparati naturali si conservano in genere per 2-3 mesi purchè tenuti in un luogo fresco, all'ombra e perfettamente chiusi in un recipiente ermetico.

Consigli su come macerare

Durante la macerazione dei diversi prodotti, il contenitore deve essere aperto per ossigenare il composto e quindi favorire la macerazione e di tanto in tanto va mescolato.

Articoli correlati
Trovapiante