Home => Cura e bellezza => Cure naturali => Tisane rilassanti: per conciliare il sonno, per l'ansia e per restare più calmi
CURE NATURALI
Tisane rilassanti: per conciliare il sonno, per l'ansia e per restare più calmi

Le tisane sono un ottimo rimedio per introdurre momenti di tranquillità nella routine quotidiana. Sono tante le tisane che ci possono aiutare a dormire e a rilassarci. Una guida per come farle nel modo migliore e quali piante e fiori scegliere.

Tisane rilassanti
Indice
Cerchi una tisana rilassante per dormire e contro l'ansia?

Le tisane, bevande ottenute da piante diverse, sono state utilizzate per secoli, sia per i loro benefici per la salute che per il piacere che danno al palato. Alcune di queste piante hanno proprietà che possono aiutare a ridurre i sintomi di stress, dell'ansia e dell'insonnia oltre che rilassare la mente. Avere tranquillità e dormire bene sono fondamentali per restare in buona salute. Purtroppo oggi, tante persone soffrono d'insonnia, non riescono ad addormentarsi o a restare addormentati per un determinato periodo di tempo non ottenendo in questo modo, un sonno di qualità. Lo stress quotidiano ci perseguita. La natura ci viene incontro offrendoci numerose soluzione per alleggerire questi problemi. Una pausa di pochi minuti per preparare una tisana rilassante è il modo più naturale che abbiamo per rimetterci in forma e fare pace con il mondo intero.

Per fortuna nel nostro secolo c'è stato un risveglio dei beni elargiti dalla natura, ritenuti per lungo tempo superati dai meno impegnativi antibiotici, ansiolitici, sonniferi ecc., dimenticando che parecchi farmaci vengono sintetizzati proprio dalle piante. Una volta che è rinata questa coscienza, è nuovamente scaturito l'interesse per le erbe medicinali. Per nostra fortuna.

Come preparare una tisana rilassante

Preparare una tisana se fatto ogni giorno, alla fine diventa un vero e proprio rito e la sua preparazione un piacere. Di fatto, una tisana non è altro che un infuso.

Come si procede? Il modo è sostanzialmente identico però occorre fare una distinzione tra:

Sia che si tratta della bustina o delle erbe sfuse (in questo caso utilizzerai degli infusori per tè, molto comodi da usare) le metti in un contenitore al cui interno versi dell'acqua bollente. Chiudi il contenitore, per evitare che le sostanze volatili benefiche volino via e lascia in infusione per il tempo raccomandato che varia da erba a erba (segui le indicazioni scritte nella confezione o quelle che ti sono state date dall'erborista). Passato il tempo filtra e bevi eventualmente addolcendo la tisana con miele o altre sostanze dolcificanti, possibilmente naturali.

Tisane rilassanti
Aspetti da considerare quando si compra una tisana rilassante

Non tutte le piante hanno proprietà rilassanti. Solo alcune hanno proprietà ansiolitiche, sedative e tranquillanti grazie ai principi attivi in esse contenute. Quando rientriamo la sera a casa, stanchi e nervosi dopo una giornata faticosa, nulla di meglio di una buona tisana ristoratrice. Scegliere però la pianta giusta è fondamentale per avere i benefici attesi. Occorre pertanto che siamo attenti a scegliere la tisana e quindi le erbe, più adatte a noi. In commercio si trova veramente di tutto e in tutti i formati: bustine già pronte, fiori, frutti, fogli da miscelare... Quando le scegliamo dobbiamo in pratica considerare due aspetti:

Il mio consiglio è quello di non improvvisarsi erboristi o scegliere la tisana semplicemente leggendo l'etichetta della confezione al supermercato, se non abbiamo le idee chiare su cosa acquistare. E' sempre meglio andare da un buon erborista che ci consiglierà la tisana più adatta alle nostre esigenze. Infatti occorre conoscere le proprietà delle diverse piante e i loro principi attivi per avere il massimo beneficio e avere la serenità che stiamo cercando.

Tisane rilassanti efficaci

Le tisane rilassanti sono diverse perchè ottenute da erbe o miscele di erbe distinte che hanno tutte proprietà caratteristiche e specifiche per i diversi problemi. Abbiamo selezionato le migliori piante grazie alle quali puoi prepararti delle ottime tisane rilassanti per lo stress, per l'ansia e per dormire meglio.

Menta

Dalla menta (Mentha piperita) si ottiene una tisana con un grande effetto rilassante, che aiuta a lenire il corpo e calmare la mente. La sua proprietà è dovuta sopratutto agli oli essenziali presenti. E' una delle piante medicinali più considerate anche per le sue proprietà antisettiche, di blando diuretico, antispasmodiche e carminative.

Parti utilizzate della pianta: le foglie.

Preparazione di un infuso di menta: metti 30-40 gr di foglie fresche in un litro di acqua bollente e sorseggia la tisana durante la giornata.

Camomilla

La camomilla (Matricaria chamomilla) nota da anni per le sue proprietà rilassanti, è perfetta per ogni momento della giornata. Non c'è casa dove non sia presente. E' un buon modo per alleviare i sintomi dell'ansia e curare l'insonnia. I suoi effetti calmanti sono dovuti alla presenza di un antiossidante chiamato apigenina, che è abbondante nei fiori di camomilla. L'apigeninasi si lega a specifici recettori presenti nel cervello e questo provoca una diminuzione dei pensieri negativi legati all'ansia e allo stress, favorendo in questo modo il rilassamento.

La troviamo in bustine-filtro, come fiori o in polvere solubile.

Preparazione dell'infuso di camomilla: un cucchiaio di fiori per una tazza di acqua lasciando in infusione per almeno un'ora per estrarre tutti i principi attivi.

Lavanda

La lavanda (Lavandula spica) è una pianta perenne che si trova un po' ovunque. Viene utilizzata perchè allevia lo stress, favorisce il rilassamento e aiuta a combattere l'insonnia.

Parti utilizzate della pianta: i fiori che contengono i principi attivi e dai quali si ricava anche l'essenza di lavanda usata in farmacia e in cosmetica.

Preparazione dell'infuso di lavanda: si prendono 25-30 gr di fiori freschi e si mettono a bollire per mezz'ora in un litro di acqua. Sorseggiare la tisana durante la giornata.

Melissa

La pianta di melissa (Melissa officinalis) conosciuta anche con i nomi di limoncina, erba cedrata e cedronella per il suo gradevole profumo che ricorda il cedro, è un ottimo rimedio per calmare il sistema nervoso e e l'insonnia. Della pianta si usano i fiori, raccolti in estate e fatti essiccare e le foglie. Ancor oggi si prepara l'acqua di melissa dei Carmelitani scalzi, utilizzando le foglie e le sommità fiorite. Per l'erboristeria si seccano i fiori all'aria e all'ombra mentre per la distillazione si usano i fiori e le foglie fresche.

Parti utilizzate della pianta: i fiori e foglie.

Preparazione della tisana di melissa: si mettono 25 gr di fiori e foglie in un litro di acqua e si fa bollire per 10 minuti.

Passiflora (fiore della passione)

La passiflora (Passiflora incarnata) è una bellissima pianta che le nostre nonne usavano per fare tisane per calmare i nervi la mattina e la sera per vincere l'insonnia. Viene usata anche in farmacia per preparare pillole e sciroppi e in casa per fare tisane.

Parti utilizzate della pianta: i fiori ricchi di passiflorina e vitexina (due flavonoidi) ad azione rilassante e maltolo e isomaltolo (due alcaloidi) che rilassano il sistema nervoso.

Preparazione della tisana di passiflora: un cucchiaino di fiori per tazza. Lascia in infusione per 15 minuti, coprendo il pentolino con un coperchio.

Tiglio

Il tiglio (Tilia platyphylla) è un bellissimo albero usato come pianta ornamentale del quale, a scopo terapeutico, si usano i fiori per la loro azione calmante, sedativa e anche diuretica. I francesi sono solito usarla al posto del tè prima di andare a dormire. Una nota curiosa è che hai tempi della Serenissima le signore, dopo i lauti banchetti, prima di andare a letto avevano l'abitudine di fare un bagno di fiori di tiglio.

Parti utilizzate della pianta: i fiori.

Preparazione della tisana rilassante: si usano 15 gr di fiori di tiglio in un litro d'acqua per ottenere un infuso efficace per calmare i nervi e facilitare il sonno.

Tisane rilassanti
Biancospino

Il biancospino (Crataegus oxycantha) è diffuso un po' ovunque nei boschi, nei terreni incolti. Per i suoi costituenti quali quercetina, istamina, tannino. zucchero e vitamina C è ottimo non solo come sedativo ma anche come cardiotonico e antiarteriosclerosi. E' una pianta che merita essere valorizzata per le sue proprietà terapeutiche. I fiori si raccolgono in primavera e si fanno seccare. In questo modo li avrai a disposizione tutto l'anno.

Parti utilizzate della pianta: i fiori.

Preparazione della tisana: si mettono pochi fiori in una tazza d'acqua bollente e si prepara come un tè. Oppure si possono preparare le tinture con 15 gr di fiori lasciati a macerare per 10-15 giorni in 20 ml di alcool a 70°. Si prendono 20 gocce prima dei pasti che daranno sollievo per i disturbi nervosi.

Malva

La malva (Malva rotundifolia e Malva silvestris) è una pianta che rilassa il corpo e la mente. Sia le foglie che i fiori contengono un complesso vitaminico che ha proprietà rilassanti, oltre che antinfiammatorie, emollienti e rinfrescanti.

Parti utilizzate della pianta: le foglie e fiori.

Preparazione della tisana di malva: si prendono 50 gr di foglie di malva e si mettono in un litro d'acqua. Bevi la tisana nell'arco della giornata.

Valeriana

La valeriana (Valeriana officinalis) ha proprietà sedative e antispasmodiche e leggermente narcotiche anche se gli effetti non durano a lungo per la facilità con cui le sostanze in essa contenute, vengono eliminate dal corpo. Dato che per avere degli effetti collaterali importanti occorre prendere delle dosi molto alte, questa pianta è considerata un ottimo rimedio al quale ricorrere anche per lungo tempo anche se non ha effetti strepitosi. Si usa generalmente nei casi di insonnia, negli esaurimenti nervosi, quando si è sottoposti a importanti stress mentali e come antidepressivo.

Parti utilizzate della pianta: il rizoma contiene i principi attivi con le proprietà sedative. In commercio si trova la tintura di valeriana che può essere presa in gocce (10-12 gocce quattro o cinque volte al giorno) sciolte in un poco d'acqua per calmare i nervi.

Preparazione della tisana: lasciare macerare un cucchiaio di radice di valeriana in circa 300 ml di acqua fredda e si lascia a macerare per 8-10 ore. In alternativa si usa l'acqua bollente e si lascia in infusione per 15 minuti tenendo il contenitore coperto. Certo è che non ha un odore e un sapore gradevole però se si aggiunge alla tisana qualche gocce di menta, si ottiene una bevanda meno cattiva di sapore.

Per iniziare a sentire degli effetti importanti, bisogna aspettare qualche settimana di utilizzo quotidiano.

Cosa dobbiamo sempre tenere presente

Sono tante le erbe che ci possono aiutare per conciliarci il sonno e aiutarci a risolvere i problemi di ansia e stress. Ognuna di esse è però diversa, perchè hanno principi attivi diversi. Pertanto, se una tisana non ha sortito alcun effetto, allora bisogna provare con un'altra per trovare il prodotto più adatto al nostro organismo.

Teniamo sempre presente però che le tisane rilassanti, pur aiutandoci, non sono dei farmaci e pertanto non curano lo stress o l'ansia di natura patologica. Sono utili quando la patologia è di lieve entità e quando la loro insorgenza, non è determinata da altre causa. Pertanto, quando sono presenti situazioni di questo tipo, occorre rivolgersi al medico di famiglia.

Trovapiante