Home => Animali del mondo => Mammiferi => Lontra
ANIMALI
LONTRA
Lontra, Lutra lutra, famiglia Mustelidae
CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA


Regno
:
Animalia

Phylum
:
Chordata

Subphylum
:
Vertebrata

Classe
:
Mammalia

Ordine
:
Carnivora

Sottordine
:
Caniformia

Famiglia
:
Mustelidae

Subfamiglia
:
Lutrinae

Genere
:
Lutra

Specie
:
Lutra lutra

Nome comune
: Lontra europea, lontra euroasiatica
DATI GENERALI


HABITAT E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

La specie lutra lutra è la lontra della familia Mustelidae che ritroviamo nella parte meridionale dell'Europa (da qui il nome di lontra europea), dell'Asia e nel nord Africa ed è assente in quasi tutte le isole del Mar Mediterraneo.

Si tratta di un mammifero carnivoro considerato semi acquatico in quando si nutre in acqua ma nidifica in terra. Lo ritroviamo in tutti gli specchi d'acqua dolce siano essi fiumi, laghi, ruscelli o paludi, comprese le risaie e le zone costiere con acque salmastre. In Europa si trova nelle acque salmastre dal livello del mare fino a 1000 m di altitudini, nelle Alpi; oltre i 3.500 m nell'Himalaya; a 4.120 m nel Tibet.

CARATTERISTICHE FISICHE

Le lontre sono caratterizzate da un corpo affusolato e slanciato, ricoperto da una pelliccia di colore bruno fulvo, impermeabile, liscia e lucente. Sono provviste di lunga una coda, robusta e appuntita.

Hanno una testa larga e leggermente schiacciata con orecchie piccole e arrotondate, narici piccole e sono provvista di baffi (vibrisse) particolarmente sensibili con le quali individua la preda. Sia le orecchie che le narici possono essere chiuse durante le immersioni. Sono dotate di una robusta dentatura.

Le zampe sono corte e i piedi formati da cinque dita, palmati, atti al nuoto e con artigli molto potenti.

CARATTERE, COMPORTAMENTO E VITA SOCIALE

La lontra è un animale che dipende dall'acqua, solitario e notturno. La vita solitaria fondamentalmente è abbandonata solo quando deve accoppiarsi o quando una femmina deve crescere i suoi piccoli, momento questo il più importante della vita sociale di una lontra (raramente sono stati osservati gruppi parentali di sei individui).

Nonostante sia un animale solitario la lontra viene descritta come un individuo giocoso che ama correre, saltare e questo è stato osservato sia nei giovani che negli adulti. Si pensa che questo comportamento venga messo in atto per insegnare ai giovani le tecniche di caccia.

La lontra è un animale che periodicamente si sposta da una zona a un'altra probabilmente per seguire le migrazioni dei pesci, sua principale fonte di nutrimento, che caccia in acqua a partire dal crepuscolo e per tutta la notte. Sulla terraferma è comunque un animale molto agile e veloce che si muove inarcando il corpo durante la corsa e ogni tanto si ferma per controllare la zona circostante, sistemandosi diritta sulle zampe posteriori e appoggiandosi sulla coda.

Ogni lontra o ogni gruppo famigliare (home range) ha un suo territorio di circa 2-7 kmq e mentre ciascun maschio ha un suo territorio quello di una femmina può essere condiviso con un maschio, totalmente o parzialmente.

COMUNICAZIONE E PERCEZIONE

E' stato osservato che la lontra emette diversi tipi di suoni (dodici segnali vocali) usati per segnalare varie situazioni quali pericolo, gioia, disponibilità all'accoppiamento, rabbia, Ma comunicano anche fisicamente mediante la marcatura della vegetazione mediante il liquido secreto dalle ghiandole odorifere situate alla base della coda che emanano un forte odore e che comunicano i confini territoriali, l'identità e lo stato sessuale.

ABITUDINI ALIMENTARI

La lontra si nutre essenzialmente di pesci ma anche di crostacei e molluschi che cattura in immersione ma anche occasionalmente di piccoli mammiferi, anfibi, uccelli, uova, insetti, vermi e una piccola quantità di vegetazione. Può rimanere a caccia in immersione per un paio di minuti al massimo e in genere caccia dal tramonto e per tutta la notte utilizzando le vibrisse per individuare la preda sott'acqua (quando c'è scarsa visibilità).

Mediamente la lontra ingerisce circa 1 kg di alimento al giorno.

RIPRODUZIONE E CRESCITA DEL PICCOLI

La stagione degli accoppiamenti (che può avvenire sia in acqua che in terra) è praticamente tutto l'anno in quanto le femmine hanno un estro continuo. Questo non vuol dire che la femmina sia costantemente fertile infatti è stato osservato che i periodi di maggiore fertilità sono da febbraio a marzo in quanto questo fa si che i cuccioli nascano in primavera, quindi in un periodo ricco di alimento.

I piccoli di lontra nascono in tane scavate sulle sponde dei bacini, dei corsi d'acqua che i genitori sono soliti frequentare, in zone poste al riparo delle esondazioni causate da improvvise piene primaverili. La gestazione dura mediamente 60-70 giorni al termine della quale nasceranno 2-3 cuccioli ciechi che pesano 100-130 gr e iniziano a vedere (aprire gli occhi) dopo un mese. I piccoli nascono in apposite tane che non lasceranno fino al terzo mese di età che coincide con lo svezzamento. I piccoli rimangono con le madri per circa 14 mesi e dopo tale periodo si allontanano definitivamente per lasciare il posto a una altra cucciolata.

Raggiungono la maturità sessuale intorno ai 2-3 anni.

PREDAZIONE

Sono molto pochi i predatori che possono nuocere alla lontra (se si esclude l'uomo) quali le volpi e i cani selvatici che possono aggredire i piccoli, gli individui malati o sorpresi troppo lontano dall'acqua. Un pericolo più grave per la lontra è rappresentato dalle automobili dalle quali sono investite quando devono attraversare una strada perchè un corso d'acqua è stato interrotto dalla viabilità.

STATO DELLA POPOLAZIONE

La lutra lutra è classificata nella Red list dell'IUNC (2009.1) tra gli animali prossimi alla minaccia di estinzione NEAR THREATENED (NT). La IUNC precisa che prudenzialmente mantiene questa specie classificata come NT in quanto se da una parte le popolazioni dell'Europa occidentale e dell'ex Unione Sovietica manifestano una ripresa, dall'altra in Cina e in Indocina c'è una sfruttamento massiccio di questo mammifero oltre che un grande impoverimento e distruzione dei sui habitat naturali oltre che un bracconaggio sempre più pressante.

In ogni caso la lontra europea è protetta ai sensi della legislazione e delle convenzioni internazionali: figura nell'appendice I del CITES (Convenzione sul commercio internazionale di specie di fauna e flora minacciate d'estinzione); nell'appendice II della Convenzione di Berna (convenzione per la conservazione della vita selvatica e dei suoi biotopi in Europa); negli allegati II e IV della direttiva Habitat; nell'appendice I della Convenzione di Bonn (convenzione sulla conservazione delle specie migratrici della fauna selvatica - CMS), che raccomanda il massimo grado di protezione.

E' anche elencata come specie in via di estinzione in molti paesi asiatici quali India, Pakistan, Bangladesh, Myanmar, Thailandia.

IMPORTANZA SOCIALE, ECONOMICA E NELL'ECOSISTEMA

La lontra viene considerata un animale socialmente molto utile in quanto è un indice della salute dei corsi d'acqua e dei laghi nei quali vive infatti una sua eventuale scomparsa indica che quella zona è inquinata o che non sono più presenti popolazioni adeguate di pesci. .

Trovapiante