Home => Animali del mondo => Problemi ambientali => News ambientali => Una autostrada attraverserà il parco del Serengeti
NEWS DAL MONDO DELL'AMBIENTE
Un'autostrada attraverserà il parco del Serengeti, in Tanzania


22 settembre 2010
La notizia inizia a fare capolino sui giornali: il Presidente della Tanzania Jakaya Kikwete ha deciso di costruire un'autostrada che attraverserà il Parco nazionale del Serengeti (Serengeti National Park) per la sua lunghezza, da Arusha in Tanzania a Musoma sul Lago Vittoria.

La notizia ovviamente sta facendo il giro del mondo soprattutto per cercare di capire quali siano le motivazioni che spingono ad intaccare un ecosistema tanto delicato, uno dei più importanti al mondo. Infatti gli esperti affermano a gran voce che se tale progetto sarà messo in atto, gli equilibri naturali andrebbero al collasso con serie ripercussioni su una infinitià di specie animali, molte delle quali già in via di estinzione quali gli elefanti, i rinoceronti, i leopardi e molti altri.

Serengeti, Africa National Park
Nota 1

Già nel 1980 la Banca Mondiale aveva respinto la richiesta di un prestito per la costruzione della stessa strada in seguito ad uno studio sull'impatto ambientale che una tale iniziativa avrebbe avuto sugli equilibri naturali di tutto il parco. Nonostante ciò il Presidente Kikwete ha confermato in questi giorni che i lavori di costruzione della strada inizieranno nel 2012.

Ciò che lascia senza parole l'opinione mondiale è che, pur essendoci un percorso alternativo che potrebbe essere seguito più a sud, al di fuori dei confini del parco con gli stessi vantaggi economici, questo non venga preso minimamente in considerazione. Infatti anche se si trattasse non di una strada asfaltata ma sterrata, il danno sarebbe lo stesso enorme perchè il flusso di traffico che si avrebbe, collegando due zone così popolose, sarebbe enorme e l'ecosistema del Serengeti non sarebbe in grado di reggerlo. Se il progetto sarà portato avanti, verrebbe tagliato il percorso migratorio annuo di milioni di animali.

A fronte di tutto questo è lecito chiedersi: perchè il Presidente Kikwete sostiene così strenuamente la costruzione di questa strada che rischia di mettere in ginocchio l'ecosistema del Serengeti e quindi anche del turismo ad esso collegato? E come mai non c'è nessuna risposta ufficiale alle tante richieste di spiegazione? Il governo tace.

Trovapiante