Home => Animali del mondo => Ambiente e natura => Clima e ambiente => I motivi che hanno causato l'inizio e la fine dell'ultima glaciazione
CLIMA E AMBIENTE
ULTIMA GLACIAZIONE
Si conoscono i motivi che ne hanno causato l'inizio e la fine?
Motivi che hanno causato l'ultima glaciazione

Evander, un nostro lettore ha posto la domanda su quali siano le cause che hanno causato l'inizio e la fine dell'ultima glaciazione. Ora, nella storia della Terra di glaciazioni ve ne sono state diverse in tutte le Ere geologiche (vedi la rubrica Geologia e ambiente di Elicriso), eccetto durante l'Era Secondaria o Mesozoico.

Per quanto riguarda i motivi che hanno causato l'inizio e la fine dell'ultima glaciazione è presto detto: è sufficiente che si abbia un abbassamento di 1 o 2 gradi della temperatura media del globo per avere consistenti estensioni dei ghiacciai a quote molte basse, rispetto agli attuali limiti.

Queste fasi si sono alternate con innalzamenti della temperatura media globale, sempre di 1 o 2 gradi, per avere una regressione del fronti dei ghiacciai.

Ricordiamo ai lettori che l'avanzamento o regressione dei fronti dei ghiacciai non sono esclusivamente legati alle variazioni della temperatura, ma dipendono anche dall'intensità delle nevicate, che svolgo il ruolo di alimentare i ghiacciai.

Inoltre spesso si fa una confusione tra temperatura meteorologica e temperatura media globale: la prima registra le variazioni giornaliere che determinano, insieme con altri parametri, il tempo meteorologico di tutti i giorni, spesso influenzato da fattori locali, mentre la seconda concerne le variazioni nell'arco di diversi decenni della temperatura globale e che concorrono a definire le variazioni climatiche su vasta scala.

Una caratteristica delle glaciazioni è la contemporaneità della loro comparsa o sparizione su tutto il globo.

Quindi la domanda va meglio precisata: quali sono i motivi che generano le variazioni delle temperature medie del globo?

Purtroppo non vi è una risposta precisa. Sono state formulate tante ipotesi che singolarmente possono soddisfare alcuni eventi, ma non da costituire una legge generale. L'impossibilità di arrivare a una formulazione articolata di tutti i fenomeni meteorologici dipende essenzialmente dalla disponibilità di dati strumentali su vasta scala, limitata a poco più di un secolo, che rappresenta un battito di ciglio nell'arco della vita del globo di 500 milioni di anni.

Quindi possiamo solo elencare le principali ipotesi che si basano su fenomeni legati a eventi terrestri e altri invece di origine cosmica, che tengono cioè conto di eventi la cui origine va cercata nel sistema planetario.

Possibili cause terrestri

- Migrazione dei poli: gli studi geologici hanno dimostrato che i Poli geografici sono emigrati a partire dal Carbonifero. Alla base del fenomeno vi sono cause geofisiche legate alla composizione interna del pianete Terra.

Per il Polo Nord si sono ricostruiti vari percorsi, che partendo dai 30° di latitudine terminano nell'attuale posizione. Tali spostamenti sarebbero avvenuti con continuità e quindi non spiegherebbero completamente come mai si sono alternati periodi di glaciazione con fasi interglaciali.

- Deriva dei continenti: come è noto è iniziata con la fine del Paleozoico ed è tuttora in atto con intensità molto debole. Essa può aver interessato all'inizio solo la calotta antartica, in quanto nell'emisfero settentrionale non vi erano terre emerse. A essa possono collegarsi i grandi corrugamenti orogenetici del Paleozoico, ma essendosi sviluppata con continuità non è facile spiegarsi perché le glaciazioni non abbiano avuto continuità nel tempo. Troverebbero in quest'ipotesi una spiegazione le glaciazioni Paleozoiche, mentre non rientrerebbero nel fenomeno le glaciazioni precedenti e quella quaternaria, quando l'orogenesi alpina era praticamente definita.

- Cause orogenetiche: sembra che vi siano relazioni tra le glaciazioni e i fenomeni orogenetici che l'hanno preceduti, ma non sempre intensi corrugamenti sono legati a importanti glaciazioni. Comunque un dato certo è che le glaciazioni più importanti sono state precedute da intense fasi orogenetiche. Quest'ipotesi spiegherebbe perché nel Mesozoico non si sono avute glaciazioni per 240 milioni di anni dato che non si sono verificati episodi orogenetici.

- Inquinamento atmosferico: ipotesi legata fondamentalmente alla presenza di ceneri finissime nell'atmosfera dovute a importanti eruzioni vulcaniche, che ridurrebbero drasticamente le radiazioni solari. Tuttavia va evidenziato che non vi è una contestualità tra i due fenomeni e inoltre, per quanto possano essere state intense le eruzioni, non sembra che abbiano interessato l'intera atmosfera, perciò resta difficile spiegare il fatto che le grandi glaciazioni si siano avute contemporaneamente in tutto il pianeta.

- Variazioni termiche terrestri: sarebbero legate a correnti termiche provenienti dall'interno della crosta terrestre, all'origine dei movimenti orogenetici. Ultimato il ciclo orogenetico e quindi subentrando un raffreddamento della superficie terrestre, si creerebbero le condizioni favorevoli per un glacialismo su vasta scala.

Tralasciamo le altre ipotesi, che hanno più che altro valore locale, con cui spiegare episodi glaciali di limitata portata.

Possibili cause cosmiche

Si basano esclusivamente su variazioni delle radiazioni solari, in particolare studiate da Milankovich, che hanno avuto se non altro il merito di mettere in evidenza i minimi e i massimi delle radiazioni solari, che trovano sul terreno sufficienti corrispondenze. Tuttavia non sempre ai minimi della scala di Milankovich corrispondono delle glaciazioni. Inoltre la teoria non spiega le cause delle variazioni nelle radiazioni solari.

Qualcuno ha avanzato l'ipotesi ( Nolke ) che tra Sole e Terra si siano interposte delle nebulose di tale densità da ridurre l'intensità delle radiazioni, con conseguenti abbassamenti delle temperature. Con tali ipotesi si spiegherebbe la contemporaneità delle glaciazioni in tutto il globo e la loro non periodicità nel manifestarsi. Purtroppo non vi è modo di dimostrare che il fenomeno sia effettivamente accaduto più volte nella vita della Terra.

Come si vede le ipotesi sono tante e di diversa natura, ma nessuna soddisfa alla domanda sui motivi che hanno regolato l'esistenza delle varie glaciazioni.

Probabilmente, come in tanti campi della fisica terrestre inclusa la meteorologia, le cause potrebbero essere diverse e interdipendenti. Il sapere il perché di tanti fenomeni permetterebbe anche di formulare delle previsioni a medio e lungo termine, cominciando dalla meteorologia, che non ci consente, nonostante il monitoraggio continuo di tanti decenni, di far delle previsioni oltre i tre giorni.

Dott. Pio Petrocchi

Trovapiante