Home => Animali del mondo => Insetti => Zanzare
ANIMALI
Le zanzare: chi sono, come vivono e come combatterle
Culicidae- Zanzara - Ordine Diptera
CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA


Regno
:
Animalia

Phylum
:
Arthropoda

Classe
:
Insecta

Sottoclasse
:
Pterygota

Ordine
:
Diptera

Sottordine
:
Nematocera

Famiglia
:
Culicidae

CARATTERISTICHE GENERALI

Le comuni zanzare appartengono all'ordine dei ditteri e alla famiglia Culicidae.

Si tratta di una famiglia estremamente numerosa che annovera poco più di 3500 specie, tutte abbastanza simili tra loro

La loro prima caratteristica è la diversità tra maschio e femmina: la femmina ha un apparato boccale di tipo "pungente-succhiante" (non vi sto prendendo in giro, è questa la denominazione con la quale gli entomologi definiscono il loro tipico apparato boccale) con il quale "pungono e succhiano" il sangue delle vittime designate, sono infatti ematofaghe. I maschi invece hanno un apparato boccale più esile e ridotto, di tipo "lambente" con il quale possono solo lambire i liquidi zuccherini, per cui non sono in grado di pungere, sono infatti glicifagi. Viceversa le larve, tipicamente acquatiche, hanno un apparato boccale di tipo masticatore e si nutrono di vegetazione acquatica che masticano allegramente.

CARATTERISTICHE FISICHE


Ma come distinguere la zanzara maschio da una zanzara femmina? Sono di fatto insetti molto simili tra loro. Di solito il maschio è leggermente più piccolo della femmina e ha l'apparato boccale con gli stiletti meno sviluppati. Inoltre il maschio ha gli organi di senso (antenne e palpi) più sviluppati rispetto alla femmina.

antenne e palpi di zanzara

Il loro corpo è diviso in tre parti:


Sezione di una zanzara

L'apparato boccale delle femmine di zanzara è formato da ben sei stiletti (un labbro superiore, due mandibole, due mascelle e una prefaringe) e da un labbro inferiore allungato, e ripiegato anteriormente a forma di doccia per raccogliere gli stiletti.

L'apparato boccale delle femmine di zanzara

L'azione pungente-succhiante, avviene nel seguente modo:

Zanzare nell'atto di pungere

Il loro corpo è formato da: un SISTEMA DIGERENTE che comprende gli organi di presa, di ingestione e il tubo digerente; i DIVERTICOLI DORSALI, che fanno parte del sistema circolatorio sanguigno; l'INGLUVIE dove immagazzinano il nettare e gli altri liquidi di cui si nutrono. Il sangue al contrario è depositato in una parte del sistema digerente (il "mesentero") per essere trasformato in amminoacidi necessari alla maturazione delle uova.

I loro reni sono invece i cosiddetti TUBI MALPIGHIANI e hanno un'apertura genitale separata da quella anale.

Anatomia delle zanzare
COMPORTAMENTO, VITA SOCIALE E ALIMENTAZIONE

Per quanto riguarda l'accoppiamento, parecchie ore dopo lo sfarfallamento (vale a dire dopo la nascita degli adulti), avviene l'accoppiamento. Una singola zanzara femmina si accoppia diverse volte nella sua vita con diversi zanzaroni ma solo il primo maschio sarà il padre dei suoi piccoli. Infatti quest'ultimo, durante l'accoppiamento emette una sostanza mucosa che chiude l'accesso alla spermateca, dove sono conservati i germi maschili più che sufficienti a fecondare tutte le uova che quella femmina deporrà nella sua vita.

La femmina, dopo l'accoppiamento, cerca un ospite da pungere per ricavare il sangue necessario per far maturare le uova. Vola quindi alla ricerca del vostro sangue, depone le uova e ricomincia il ciclo ripetendolo più volte.

L'inverno lo passano in maniera differente a seconda del genere:
CICLO BIOLOGICO

Precisiamo che le zanzare sono insetti "olometaboli" cioè che hanno un ciclo che comprende più stadi: uovo, larva (che passa attraverso quattro età), pupa, adulto.

Le larve e le pupe sono acquatiche. però mentre le larve vivono "appese" alla superficie dell'acqua e si muovono con movimenti ritmici dell'addome, le pupe stanno sopra la superficie e si muovono con movimenti a scatti.

ciclo biologico delle zanzare
GENERI DI ZANZARA

Esistono numerosi genere all'interno della famiglia dei Culicidae:


Zanzara comune, genere Culex
Culex, zanzara comune
Zanzara comune, specie Culex molestus
Culex molestus
(zanzara comune)
Zanzara comune, specie Culex pipiens
Culex pipiens
(zanzara comune)
I NEMICI

Innanzitutto contro gli adulti, è possibile intervenire incrementando la popolazione di pipistrelli e di alcuni uccelli insettivori tipo le rondini.

Contro le larve di zanzara il principale nemico è sicuramente la Gambusia holbrooki, un pesciolino di acqua dolce, ghiottissimo delle larve di zanzara. Purtroppo questo pesciolino era presente in Italia (importato dal nord America) agli inizi degli anni '20. Nel dopoguerra, quando è saltato fuori il tristemente famoso DDT, è stato quasi dimenticato.

Per le acque salmastre è invece ottimo l'Aphanius fasciatus però poco diffuso nelle nostre coste.

Aphanius fasciatus
Aphanius fasciatus
Gambusia holbroo
Gambusia holbrooki
COME DIFENDERSI DENTRO CASA

Ci sono diverse piante utili nel tenere lontane le zanzare perché il loro odore risulta repellente per le zanzare e sono: il geranio, la citronella, la menta, il basilico. Anche mettere dei piattini con dell''aceto, del limone o delle fettine di cipolla, risulta efficace. Anche le candele di citronella sono efficaci come poche gocce di olio di neem (pianta Azadirachta indica della famiglia delle Meliaceae) messo sui polsi e sulle caviglie.

Da qualche anno è stato scoperta anche la pianta di catambra che esercita una forte azione repellente.

Nel cercare di difendersi da questi fastidiosi insetti occorre tenere presente che sono attratti dall'acqua stagnante (come abbiamo visto, i loro luoghi di cova) quindi ponete molta attenzione a grondaie con acqua, annaffiatoi, vasi ecc. Anche gli odori dolci sono una potente attrattiva quali quelli rilascaiti da molti cosmetici o creme idratanti. Così come i colori chiari li attirano più di quelli scuri.

CURIOSITA'


Dobbiamo fare attenzione a non confondere un insetto che comunemente chiamiamo "zanzarone" ma che in realtà zanzara non è.  Infatti stiamo parlandodella Tipula, appartenente alla famiglia Tipulidae (quindi niente a che vedere con i culicidi). Ha dimensioni molto grandi, anche di 4 cm con zampe molto lunghe e un apparato boccale che non è di tipo pungente-succhiante, non si nutre di sangue e non attacca l'uomo. Gli adulti volano di giorno con volo lento e pesante e si lasciano anche trasportare dal vento.

Tipula famiglia dei Tipulidae
Tipula spp
Tipula, Tipulidae
Tipula spp
Trovapiante