Home => Piante e fiori => L'agronomo risponde => Problemi ficus => Il mio Ficus benjamina sembra addormentato
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SUL FICUS
IL MIO FICUS BENJAMINA SEMBRA ADDORMENTATO
QUESITO DI GIANLUCA

Gentile Redazione,

Vi ho scoperto navigando in rete con la speranza di trovare una soluzione per il mio Ficus Benjamina, di cui allego foto. La pianta mi è stata regalata 2 anni fa da un caro amico che non poteva più tenerla in casa ed è sistemata nel mio ufficio, stanza luminosa non a luce diretta. Nella stanza ci sono anche altre piante, un esemplare di Limonera e un altro ficus, che godono di ottima salute. Questo invece, da quando è arrivato sembra "dormire", ha dei germogli e rami nuovi, nella parte alta e qualcuno comincia anche sotto. Circa 8 mesi fa la pianta si è riempita, nella parte bassa da un lato che si vede bene sulla foto, di una neve bianca, che mi hanno detto essere la cocciniglia. Ho eseguito un trattamento con degli antiparassitari, e sembra non ci sia più il problema.

La pianta continua ad ingiallire completamente qualche foglia come da altra foto, che fa fatica a staccarsi.

Il concime è quello del tipo a bastoncino da inserire nella terra ogni 2/3 mesi. Pensavo di rinvasarla su un vaso diametro 45 (attuale 35) in modo da non doverlo rinvasare più.

Devo potare i rami secchi?

E' meglio che tagli le punte sopra in modo che rinfoltisca alla base? Vorrei crescesse in altezza un altro po. Che consigli potete darmi per migliorare la salute della pianta?

Quando mi è arrivata, comunque, si presentava poco folta e sviluppata in altezza, diciamo mingherlina...

GRAZIE ed un cordiale saluto.

Gianluca

Pianta di ficus ammalata
AGRONOMO RISPONDE

Ciao Gianluca,

hai ragione la tua pianta di ficus è proprio mingherlina quando invece dovrebbe essere florida e prosperosa.

Partendo dal presupposto che non vi siano parassiti (hai controllato all'ascella delle foglie nella pagina inferiore che non ci siano cocciniglie? Guarda le foto della risposta a Letizia e fai una verifica) la causa della cattiva crescita del tuo Ficus è da imputare ad una non idonea tecnica di coltivazione.

Mi dici che ti è stata regalata due anni fa... ma quando l'aveva rinvasata il vecchio proprietario?

In ogni caso, ti consiglio di procedere in questo modo. Rinvasa il Ficus (anche se questo non è il periodo migliore in quanto queste operazioni vanno fatte alla ripresa vegetativa della pianta, in primavera) con un buon terriccio torboso, aggiungendo almeno una parte su quattro di terriccio di foglie. Butta via quel vaso di plastica e comprane uno di terracotta un pochino più grande (45 cm va bene). Rinvasa togliendo un pochino la terra vecchia (attenzione a non scoprire le radici) lasciando il suo pane di terra, aggiungi solo il nuovo terriccio.

Non mi stancherò mai di riperterlo: NON USATE I VASI DI PLASTICA. La terra deve respirare e la plastica di certo non favorisce questa basilare attività.

Non tagliare nulla, lascia i rami secchi, lo farai all'inizio della primavera, questo per non provocare eccessivi stress alla pianta.

A questo punto devi solo migliorare la tecnica di coltivazione.

Credo infatti che al tuo ficus manchi di nutrimento infatti l'ingiallimento è spesso causato da carenza di elementi nutritivi quali azoto o potassio se le altre condizioni colturali sono ottimali (luce, tempertaura ed umidità).

Ti spiego una cosa. Le piante hanno uno straordinario meccanisco con il quale, per sopravvivere a condizioni avverse, decidono di "sacrificare" parti di essa (in questo caso le foglie) per garantire alle altre di sopravvivere. E' una legge di natura, alle quale le piante obbediscono. In questo caso, vengono sacrificate delle foglie (di solito le più vecchie) per far sopravvivere il resto della pianta.

Personalmente non amo quei bastoncini che si trovano in commercio (sto preparando un articolo che vi spiegherà per bene cosa utilizzare perciò tieni d'occhio il sito) pertanto ti consiglio di somministrare un concime liquido che darai alla pianta con l'acqua di irrigazione.

Iin commercio ne esistono di tanti tipi ma è buona norma leggere l'etichetta posteriore che specifica la composizione.

Per tutte le piante verdi, vale a dire per quelle piante che sviluppano molte foglie, è preferibile usare concimi che abbiamo un titolo abbastanza elevato in azoto (N) che favorisce appunto lo sviluppo delle parti verdi. Accertati però che oltre ad avere i cosidetti macroelementi quali appunto azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) - e che tra questi l'azoto sia in maggiore quantità - che abbia anche i microelementi quali il ferro (Fe), il manganese (Mn), il rame (Cu), lo zinco (Zn), il boro (B), il molibdeno (Mo), tutti importanti per una corretta ed equilibrata crescita della pianta. Fai una prima concimazione alla seconda annaffiatura dal rinvaso e poi una volta al mese per il periodo autunno/inverso. In primavera, concima una volta ogni 15 gg.

Per quanto riguarda le altre tecniche colturali, leggi la scheda tecnica del ficus e segui i consigli indicati.

A questo punto abbi pazienza, il Ficus è una pianta forte e nonostante noi la maltrattiamo è molto tenaca, vedrai che si riprenderà. Tutto dipenderà dall'amore e dalla cura che avrai studiando dapprima le sue esigenze e quindi operando al meglio per la sua crescita prosperosa.

Tienimi informata.

Dott.ssa M. G. Davoli

P.S. Ti racconto un aneddotto. Nei "sacri" testi di Botanica compare una voce detta "acclimatazione" che descrive come preparare le piante alle difficili condizioni di vita di un appartamento... sorrido sempre quando lo leggo...

Grazie molte.

Gianluca

Se desideri conoscere meglio questa pianta, consulta la scheda tecnica:
Come coltivare e curare le nostre piante: ficus
Trovapiante