Home => Piante e fiori => L'agronomo risponde => Problemi ficus => Il mio ficus elastica monumentale sta invadendo la mia dimora domestica
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SUL FICUS
IL MIO FICUS ELASTICA MONUMENTALE STA INVADENDO LA MIA DIMORA STORICA
QUESITO DI VITTORIA

Gentile Esperto

Le invio una foto del 1992 (a firma della famosa fotografa Shoba, apparsa anche su Le Dimore Storiche) del ficus elastica monumentale che sta invadendo con le sue radici la mia dimora storica, Villa Valguarnera in Bagheria.

Piantato per errore, credendolo una magnolia, dai miei antenati a 4 metri dall'edificio settecentesco, per giunta nel giardino pensile, è stato più volte contenuto (persino con un muro, dal quale tuttavia le radici "rigurgitano"). Dieci anni fa (dopo la foto) con un dendrologo appassionato abbiamo scavato un fossato dal lato opposto della casa e riempitolo di apposito nutrimento abbiamo costatato che le radici giravano. L'albero, allora in crisi, si è ripreso fin troppo bene e oggi supera il tetto dell'edificio rendendo impossibile la potatura (come entrare con camion attrezzati nel giardino pensile?). Non solo, ma le radici, da quando la casa è nuovamente abitata, hanno ripreso a infilarsi nelle tubazioni di bagni, fossa imhof, fontane ecc. persino a piano nobile. Insomma, una vera emergenza fronte alla quale il consiglio generalizzato è stato di abbattere l'albero per salvare il monumento.

Cosa devo fare? La ringrazio della Sua cortesia

Vittoria

AGRONOMO RISPONDE

Mi poni un quesito di non facile risoluzione.

Ritengo che la cosa più ragionevole da fare sia abbattere l'albero (anche se lo dico a malincuore) ma non vedo altre possibili soluzioni in quanto il problema più grosso sono le radici, non tanto le dimensioni della chioma che, contattando ditte specializzate, riuscirebbero a potare.

Anche se ti consigliassi un disseccante per "far morire la pianta" non avrebbe molto senso in quanto non elimineresti il problema.

Non mi dici se ti sei rivolta al Comune. Alcuni Comuni, hanno degli uffici preposti a questo. Se il Comune non può aiutarti, ti consiglio di cercare delle ditte specializzate (al limite anche fuori regione) che, con seghe elettriche manuali, taglino l'albero un pezzo alla volta (alla vecchia maniera), cominciando dalle parti più alte, in modo da non dover demolire il giradino pensile per entrare con un camion.

In bocca al lupo.

Dott.ssa M. G. Davoli

Se desideri conoscere meglio questa pianta, consulta la scheda tecnica:
Come coltivare e curare le nostre piante: ficus
Trovapiante