Home => Piante e fiori => L'agronomo risponde => Problemi ficus => Il mio Ficus benjamina allevato in idrocoltura ha le punte delle foglie che si stanno seccando
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SUL FICUS
IL MIO FICUS BENJAMINA, ALLEVATO IN IDROCOLTURA HA LE PUNTE DELLE FOGLIE CHE SI STANNO SECCANDO
QUESITO DI HERMES

Da circa trent'anni io e mia moglie siamo i fortunati possessori di un meraviglioso ficus benjamin. E' davvero stupendo, lo abbiamo acquistato una vita fa, ed era alto circa 30/40 cm. Oggi ha raggiunto un'altezza di circa 2,5 metri. Da qualche tempo ho notato che le sue foglie, sebbene verdissime e lucide ingialliscono e appassiscono nella parte terminale, sulla punta. A cosa è dovuto questo fenomeno? Come ci dobbiamo comportare? Le preciso che lo abbiamo allevato in idrocoltura. Le sarei grato se potesse suggerirci un rimedio, e, al tempo stesso fugare le nostre apprensioni.

La ringrazio tanto per l'aiuto

AGRONOMO RISPONDE

Carissimo Hermes,

una pianta allevata in idrocoltura presenta le stesse esigenze e problemi di una pianta allevata in terra. Non mi dici nulla su come la coltivi, la luce che riceve ecc. perciò faccio alcune considerazioni generali.

L'idrocoltura è sicuramente una grande cosa perchè aiuta a eliminare molti dei più banali errori di coltivazione ma può comunque creare qualche problemino, così come si verifica nella coltivazione in terra.

Partiamo da un dato di base: le esigenze della pianta non sono sempre le stesse nei vari periodi dell'anno, anche se è coltivata in idrocoltura. Tali esigenze variano in funzione di vari fattori quali l'alternanza delle stagioni, la quantità di luce che ha a disposizione, la temperatura ecc.

La pianta è appena "uscita" dall'estate, periodo in cui è in piena attività, l'assimilazione è intensa e quindi anche le soluzioni che tu usi, suppongo siano state più concentrate. Ora siamo in autunno, la luminosità (la quantità di luce che la pianta riceve) è fortemente calata e la pianta sta entrando o è già entrata in una fase detta "riposo vegetativo" durante la quale la crescita e ogni altra attività fisiologica rallenta sensibilmente o si ferma del tutto. Di fatto però abbiamo un autunno anomalo dove solo da pochi giorni le temperature si sono abbassate e sono rientrate nella media stagionale in quanto sino a pochi giorni fa andavamo in giro in maglietta però la luminosità a disposizione è comunque diminuita (noi non ce ne rendiamo granchè conto ma le nostre piante si).

Ora, date le temperature comunque alte, la pianta "sta sveglia" però non ha le condizioni di luce che gli consentano una piena vegetazione. Se in questo periodo l'umidità dell'aria non è ottimale (mediamente hanno necessità di una umidità relativa del 70% e non so se tu, in conseguenza dell'autunno le hai sospese) le piante non possono fare altro che aumentare la traspirazione e assorbire più acqua dall'apparato radicale. Ne consegue che una maggiore quantità di elementi nutritivi raggiungano le foglie e si crea un accumulo di sali (che la pianta non ce la fa a metabolizzare perchè non è nel pieno della sua attività vegetativa) che hanno come conseguenza un imbrunimento delle foglie a partire dalle punte.

Per dirla in parole semplici, la pianta ha una specie di intossicazione come quando un essere umano fa una grande indigestione e gli appaiono delle pustoline.

Cosa fare: usa una soluzione meno concentrata e spruzza la pianta con acqua non calcarea in modo da mantenerle attorno un ambiente umido. Mantieni il livello dell'acqua alto per un mesetto in modo da favorire sia la diluizione della soluzione che garantire alla pianta costanti risorse idriche alle quali può accedere con facilità.

Stai tranquillo, non è niente di grave, sii accorto e vedrai che in primavera il tuo Ficus sarà come nuovo.

A presto.

Dott.ssa M. G. Davoli

Se desideri conoscere meglio questa pianta, consulta la scheda tecnica:
Come coltivare e curare le nostre piante: ficus
Trovapiante