elicriso.it - rivista sull'ambiente e sulla natura
lunedì 22 dicembre 2014
  Skip Navigation Links
   Elicriso offerto in  
Testo normale Testo grande Testo molto grande
Rubriche sulle piante
Come coltivare e curare le piante
Le nostre amiche orchidee
Piante medicinali
Piante aromatiche
Conoscere le piante: come vivono e come sono fatte
I fiori di Bach
Il linguaggio dei fiori e delle piante
Come le donne famose della storia si facevano belle con le piante
Piante carnivore
Piante allucinogene
Piante tonificanti e afrodisiache
I principali nemici delle nostre piante
L'agronomo risponde
Epoca di raccolta e vendita della frutta italiana
Dizionario botanico
Rubriche sugli animali
Mammiferi
Uccelli
Rettili
Anfibi
Pesci
Echinodermi
Cefalopodi
Suoni emessi dagli animali
Altre rubriche
News ambientali
Geologia e ambiente
Clima e ambiente
Mitologia e ambiente
Agricoltura e ambiente
Geologia e biologia marina
Quando l'uomo diventerà un essere umano?
Energie rinnovabili
Diritto ambientale
Directory
La natura in cucina
Conservazione delle specie e dell'ambiente
Natura, usi, costumi del sud America
Arte e ambiente
Aree protette
Musica e ambiente
Tutto ciò che dobbiamo sapere sugli incendi
Quattro risate in compagnia ed altro
L'angolo della Sardina
Le nostre vignette
Video
Foto natura
Recensioni
Spazio aperto ai lettori
Pubblicazione foto dei nostri amici animali
Racconti di viaggio
Gli articoli dei lettori
Vecchi siti geologici
Forum
Toru Iwaya
Come coltivare e curare le nostre piante
ANIMALI


CLASSE AVES
OVVERO
GLI UCCELLI

Uccelli, classe Aves

Gli uccelli sono dei vertebrati omeotermi" come i mammiferi caratterizzati da un corpo ricoperto di piume che serve a mantenere la temperatura corporea trattenendo l'aria a contatto con la pelle e riscaldandola con il calore del corpo.

CLASSIFICAZIONE

Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves

HABITAT E DISTRIBUZIONE GEOGRAFICA

Gli uccelli grazie alla capacità di volare della maggior parte delle specie, si sono potuti diffondere un po' ovunque nel mondo colonizzando quasi tutte le superfici della terra ed anche dei mari.

Poche specie di uccelli sono stanziali vale a dire che vivono in uno stesso luogo per tutta la vita, molte compiono le classiche migrazioni legate all'andamento delle stagioni. In genere hanno degli aerali geografici precisi ma ci sono specie che addirittura abbracciano diversi continenti (ad esempio il falco pellegrino).

CARATTERISTICHE FISICHE

Gli uccelli sono caratterizzati dal fatto di avere il corpo che viene sostenuto dai solo arti posteriori mentre quelli anteriori si sono trasformati in ali generalmente atte al volo ma non in tutte le specie (es. pinguini e struzzi). Questa caratteristica in realtà non è esclusiva degli uccelli infatti abbiamo mammiferi che possono volare come ad esempio i pipistrelli o gli insetti. La loro particolarità è il corpo ricoperto di piume (che servono a trattenere il calore del corpo, di piccole dimensioni che rivestono i pulcini e lo strato più interno del piumaggio degli adulti) e penne (sono le superfici portanti nel volo, di grandi dimensioni) ad eccezione delle zampe che sono invece ricoperte di squame. Le specie di uccelli che vivono in ambienti particolarmente rigidi hanno in genere un piumaggio più fitto rispetto a quelle che vivono in ambienti più caldi.

Il piumaggio oltre a svolgere un ruolo fondamentale per l'anatomia degli uccelli è fondamentale anche per la sua vita sociale. Svolge infatti un ruolo importante ad esempio durante i rituali del corteggiamento o nelle esibizioni tra maschi a scopo intimidatorio per un territtorio oppure per una femmina, per queste ragioni in genere i maschi hanno un piumaggio molto più variopinto delle femmine. Il piumaggio ha un ruolo molto importante nella mimetizzazione: il classico esempio è la pernice che è l'unico uccello il cui piumaggio diventa bianco d'inverno per mimetizzarsi tra la neve.

Presentano un becco, un astuccio corneo più o meno sviluppato a seconda del tipo di alimentazione, che riveste le mascelle e sono privi di denti.

Un'altra particolarità degli uccelli è il fatto di avere uno sterno particolarmente sviluppato, in genere con una sorta di cresta (carena) che serve per l'inserzione dei muscoli pettorali che sostengono le ali e quindi fondamentali per il volo (questa cresta negli uccelli che hanno perso la capacità di volare è assente).

In considerazione del fatto che la maggior parte degli uccelli vola, le ossa sono particolarmente leggere e ciò è dovuto al fatto che hanno delle cavità piene di aria che comunicano con delle sacche aeree che sono delle estroflessioni dei polmoni che si estendono anche nell'addome e nel torace che riempiendosi d'aria rendono il corpo più leggero e favoriscono la respirazione durante il volo. Inoltre, il passaggio dell'aria tra queste strutture consente la dispersione del calore in eccesso non avendo gli uccelli delle ghiandole sudoripare come nel mammiferi.

Hanno una vista molto acuta e l'occhio è conformato in modo da riuscire a percepire oggetti molto lontani.

Un'altra particolarità degli uccelli è la siringe, un organo posto alla biforcazione dei bronchi preposto al canto.

RIPRODUZIONE

La differenza sostanziale con i mammiferi è che gli uccelli sono ovipari vale a dire che i piccoli nascono da uova fecondate, deposte dalla madre normalmente all'interno di un nido (per proteggerle dalle intemperie e dai predatori), dove vengono covate da uno dei due genitori (o da entrambi) fino alla nascita della prole.

Le uova degli uccelli hanno dimensioni variabili a seconda delle specie ma tutte sono ricoperte da un guscio calcareo e poroso.

Il numero delle uova è molto variabile da 1 ad un massimo di 20.

COMPORTAMENTO E STILI DI VITA

Alcune particolarità del mondo degli uccelli è che la maggior parte delle specie sono monogame o per tutta la vita o per la stagione riproduttiva.

La migrazione è abbastanza diffusa e legata al ciclo delle stagioni: quando si avvicina la stagione fredda gli uccelli tendono a migrare verso zone più calde. Poche specie sono stazionarie cioè che vivono tutta la vita nello stesso luogo in cui sono nate.

Gli uccelli possono essere solitari oppure gregari.

Il canto negli uccelli, più o meno melodioso a seconda della specie, è un importante elemento di comunicazione inter ed intraspecie infatti serve per specificare la specie di appartenenza (ogni specie ha una sua tonalità); il sesso; il motivo del canto (delimitazione del territoro, richiamo sessuale) e le caratteristiche individuali di chi le ha emesse.

Riportiamo di seguito le schede monografiche dei principali uccelli.

Schede monografiche singole specie
Aquila reale, Aquila chrysaetos, rapace diurno
Aquila reale
(Aquila chrysaetos)
Barbagianni, Tyto alba
Barbagianni
(Tyto alba)
Civetta, Athene noctua
Civetta
(Athene noctua)
Emù, Dromaius novaehollandiae
Emù
(Dromaius novaehollandiae)
Gufo reale, Bubo bubo
Gufo reale
(Bubo bubo)
Inseparabili, genere Agapornis
Inseparabili
(Agapornis spp.)
Pinguino imperatore, Aptenodytes forsteri
Pinguino imperatore
(Aptenodytes forsteri)
Poiana, Buteo buteo
Poiana
(Buteo buteo)
Rondine, Hirundo rustica
Rondine comune
(Hirundo rustica)
Struzzo, Struthio camelus
Struzzo
(Struthio camelus)
Immagine grigia Immagine grigia

Vendita opere di Toru Iwaya
Dedicato a Pio Petrocchi
Contatti Perchè Elicriso Links Redazione Privacy
Copyright© 2000-2014 Elicriso.it - Note legali