Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Hemerocallis
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
HEMEROCALLIS
Hemerocallis coltivazione e cura
Le Hemerocallis sono piante erbacee, rustiche, molto apprezzate non solo per il loro splendido fogliame ma soprattutto per le loro copiose, variopinte e quasi ininterrotte fioriture.
CLASSIFICAZIONE BOTANICA

Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Monocotiledoni
Ordine
:
Asparagales

Famiglia
:
Hemerocallidaceae

Genere
:
Hemerocallis

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Hemerocallis appartenente alla famiglia delle Hemerocallidaceae (secondo altri autori Xanthorrhoeaceae) comprende piante erbacee perenni particolarmente rustiche che comunemente sono chiamate emerocalli e daylily in lingua inglese.

Sono piante abbastanza cosmopolite originarie di diversi paesi asiatici quali il Giappone, la Cina e diversi altri paesi dell'Asia nord orientale ma ormai diffuse un po' ovunque.

Sono piante rizomatose vale a dire provviste di un rizoma dal quale si formano sia le radici lunghe e sottile sia le foglie che gli steli fiorali.

Le foglie sono molto lunghe, sottili, di aspetto molto elegante e si formano a ciuffi conferendo alla pianta un aspetto cespuglioso molto gradevole. Da un unico rizoma si possono formare diversi ciuffi di foglie. Le foglie, a seconda della specie e della varietà, possono essere: decidue, vale a dire che cadono con l'arrivo dell'inverno e la pianta si spoglia del tutto per rinnovarsi con l'arrivo della primavera; sempreverdi, vale a dire che conservano le foglie durante tutto l'arco dell'anno nelle zone a clima mite solo se le temperature non si abbassano oltre certi valori. Esistono poi anche le vie di mezzo, in funzione delle temperature.

Nella parte centrale di ciascun ciuffo di foglie si formano dai due ai tre steli fiorali e ciascuno porta diversi boccioli.

I fiori dell'Hemerocallis sono imbutiformi che rassomigliano molto a quelli dei gigli e hanno la particolarità di sbocciare la mattina e sfiorire la sera (per questo motivo sono chiamate belle di giorno) ma, in considerazione del fatto che sbocciano uno per volta, in pratica la pianta rimane in fiore per diversi mesi. I fiori sono formati da sei tepali (là dove non c'è distinzione tra calice e corolla le parti che costituiscono il fiore sono chiamate tepali) e i colori sono tra i più svariati (possiamo trovare quasi tutti i colori nelle diverse sfumature e tonalità) grazie ai numerosi ibridi tutti selezionati a partire dai colori originali che sono il giallo, l'arancio e il rosso. Gli unici colori che non sono stati selezionati in queste piante sono il bianco e il blu puro. Inoltre possono essere di colore uniforme, screziati, con la gola di diverso colore così come gli stami e anche la forma può variare da quella triangolare, stellata, piatta ... insomma ci sono colori e forme per tutti i gusti.

Le Hemerocallis sono particolarmente adatte sia per essere allevate in vaso che all'esterno per bordure di giardini che rimarranno fiorite durante tutta la bella stagione.

PRINCIPALI SPECIE

Il genere Hemerocallis comprende una ventina di specie e una grandissima quantità di ibridi:

HEMEROCALLIS FULVA

La Hemerocallis fulva originaria dell'Europa è una pianta che raggiunge i 90-100 cm di altezza, caratterizzata da foglie di colore verde chiaro, nastriformi disposte in ciuffi che crescono direttamente dal rizoma carnoso.

I fiori, molto simili a quelli dei gigli sono di colore aranciato o giallo, larghi 10 cm e sbocciano in continuazione alla sommità di un lungo stelo fiorale durante tutta l'estate durando un solo giorno.

E' la specie più diffusa e conosciuta della quale esistono numerosissime cultivars che si differenziano per il colore dei fiori e per la forma.

HEMEROCALLIS THUNBERGII

La Hemerocallis thunbergii è una specie originaria del Giappone caratterizzata da foglie strette di un bel colore verde scuro lunghe fino a 80 cm con i fiori di colore giallo che compaiono su steli ramificati e sono molto profumati.

HEMEROCALLIS LILIOASPHODELUS

La Hemerocallis lilioasphodelus è un altro splendido esemplare del genere che cresce fin quasi due metri di altezza con un esteso apparato radicale e produce dei grandi fiori di colore giallo.

La fioritura è molto lunga e dura dalla tarda primavera fino a metà estate (maggio - luglio) e i singoli fiori vivono più a lungo rispetto alle altre specie, anche tre giorni.

HEMEROCALLIS AURANTIACA

La Hemerocallis aurantiaca è una pianta originaria dei paesi asiatici e ha foglie molto lunghe, lucide, sottili, d'aspetto molto elegante e fiori di colore giallo - aranciato lievemente screziati di rosso. Compaiono alla sommità di lunghi steli fiorali durante tutto il periodo estivo su steli molto lunghi (70-90 cm). Esistono numerosecultivars tra le quali ricordiamo: H. aurantiaca ‘Major’ con fiori molto grandi di colore arancio sfumati di rosso.

HEMEROCALLIS FLAVA

Hemerocallis flava è una pianta molto diffusa ed è caratterizzata da uno stelo fiorale alto anche un metro con foglie lunghe, affusolate e fiori molto vistosi di colore giallo - aranciato molto vivo e lievemente profumati.

HEMEROCALLIS DUMORTIERI

La Hemerocallis dumortieri è una pianta vigorosa che raggiunge il metro e mezzo di altezza con steli fiorali che portano fino a otto fiori ciascuno. Fiorisce nella tarda primavera (maggio - giugno).

TECNICA COLTURALE

Le Hemerocallis non sono piante di difficile coltivazione in quanto si adattano facilmente alle diverse condizioni pedoclimatiche.

Amano la luce soprattutto il sole diretto ma si adattano anche alle posizioni più ombreggiate purchè siano garantite almeno 5-6 ore al giorno di pieno sole. L'esposizione in ogni caso è anche in funzione del colore del fiore infatti come regola generale possiamo dire che le piante che formano fiori di colore pastello chiaro, hanno necessità di una maggiore esposizione alla luce solare diretta mentre le cultivar che producono fiori di colore rosso vivo o viola stanno meglio se nelle ore più calde della giornata non ricevono la luce diretta del sole; questo in considerazione del fatto che i colori scuri, assorbono maggiormente il calore e quindi lo tollerano meno.

E' difficile indicare gli intervalli termici all'interno dei quali collocare le piante di Hemerocallis in quanto in considerazione dei numerosissimi ibridi, è impossibile dare delle indicazioni anche solo di massima. Per cui il consiglio è, quando comprate una Hemerocallis, accertatevi prima degli intervalli termici ai quali quel particolare ibrido si può adattare.

ANNAFFIATURA

Per le Hemerocallis la cosa importante è che durante il periodo attivo di crescita (primavera - estate) il terreno rimanga sempre molto umido, non lasciatelo mai asciugare. E' preferibile fare una abbondante annaffiatura che tante scarse annaffiature.

E' preferibile annaffiare la pianta la mattina presto e non durante la giornata.

Durante i periodi autunno - invernali, le annaffiature devono essere ridotte giusto il tanto da non fare asciugare il terriccio.

TIPO DI TERRENO - RINVASO

Le Hemerocallis non vanno rinvasate spesso in quanto non amano molto gli spostamenti. Ogni 3-4 anni è sufficiente a meno che la pianta non sia cresciuta troppo e il vaso sia quindi diventato troppo piccolo per contenere le radici.

L'epoca del rinvaso dipende dalla zona climatica dove viene allevata. Parliamo ovviamente di piante che devono essere allevate all'aperto. In questo caso nelle zone a clima freddi è preferibile fare il rinvaso in primavera mentre nelle zone a clima mite può essere fatto sia in primavera che nel tardo autunno.

Nel caso in cui la pianta sia allevata in casa, il rinvaso può essere effettuato tranquillamente all'inizio della primavera.

Usate un terriccio formato da terriccio fertile, torba e una piccola quantità di sabbia in quando crescono meglio se il terreno si mantiene umido, contrariamente a quando avviene di solito con quasi tutte le altre piante in vaso, ovviamente senza esagerare in quanto il drenaggio dell'acqua deve essere sempre garantito.

Se devono essere piantate in piena terra, preoccupatevi di lavorare il terreno per una profondità di almeno 30 cm e per una larghezza molto superiore al diametro della pianta in modo che le radici, una volta messa la pianta a dimora, possano sistemarsi senza problemi.

Quando sistemate la pianta nel terreno abbiate l'accortezza che la profondità di impianto non vada oltre la banda bianca che rappresenta il punto di passaggio tra la parte sotterranea e la parte aerea e i sesti di impianto devono essere di almeno 50 - 60 tra una pianta e l'altra e tra le file.

CONCIMAZIONE

Dalla primavera e per tutto il periodo nel quale si sviluppano le gemme, somministrare un concime liquido con l'acqua di annaffiatura ogni 2/3 settimane.

E' opportuno usare un concime equamente bilanciato in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) ma che contenga anche i microelementi, vale a dire quei composti di cui la pianta ha bisogno in minima quantità (ma ne ha pur sempre bisogno) quali il magnesio (Mg), il ferro (Fe), il manganese (Mn), il rame (Cu), lo zinco (Zn), il boro (B), il molibdeno (Mo), tutti importanti per una corretta ed equilibrata crescita della pianta.

FIORITURA

Le epoche di fioritura delle Hemerocallis sono variabili in considerazione del fatto che esistono numerosissimi ibridi selezionati per dare delle fioriture in epoche diverse e molto prolungate nel tempo.

In linea di massima possiamo dire che il periodo va dalla tarda primavera fino all'autunno. Le fioriture possono essere considerate ininterrotte in quanto, anche se ciascun fiore dura un solo giorno, sbocciano uno di seguito all'altra pertanto la fioritura è continua nel tempo. Una volta che il fiore è sfiorito va subito rimosso.

POTATURA

La Hemerocallis è una pianta che non si pota. Occorre solo eliminare le foglie che via via seccano.

MOLTIPLICAZIONE

Le Hemerocallis di moltiplicano per divisione dei cespi.

DIVISIONE DEI CESPI

All'inizio della primavera nelle zone a clima freddo o anche in autunno nelle zone a clima temperato, potete dividere i cespi della pianta e piantarli in una composta così come indicato al paragrafo "rinvaso" e trattare poi la pianta come se fosse adulta.

PARASSITI E MALATTIE

Molto raramente le Hemerocallis sono soggette ad attacchi parassitari più che altro se manifestano stati di sofferenza, sono dovuti a cattive tecniche di coltivazione.

La pianta avvizzisce e manifesta uno stato di deperimento generale

Questo sintomo è sicuramente dovuto al fatto che si è lasciato asciugare il terriccio.
Rimedi: dovete regolare le annaffiature della pianta in modo che il terreno rimanga sempre bagnato durante il periodo di crescita e umido durante gli altri periodi.

CURIOSITA'

Il loro nome Hemerocallis deriva da due parole greche χάλός «bello» e ήμέρά «giorno», «bella di giorno» perchè fiori durano una sola giornata, sbocciando al mattino e sfiorendo la sera.

Sono piante che si stanno diffondendo molto rapidamente grazie alla bellezza non solo dei fiori che grazie alla selezione, sono sempre più grandi e variamente colorati ma anche per le loro foglie lunghe, affusolate e d'aspetto molto elegante.

Bibliografia online
(en) The American Hemerocallis Society

Trovapiante