Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Babiana
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
BABIANA
La Babiana è una pianta di piccole dimensioni, che può essere allevata sia all'interno che all'aperto producendo delle vistose fioriture.
CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Reino
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Monocotiledoni
Ordine
:
Asparagales

Famiglia
:
Iridaceae

Genere
:
Babiana

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Babiana comprende piante ornamentali di piccole dimensioni.

La maggior parte delle specie sono originarie della parte sud occidentale della provincia del Capo (Africa). In genere il loro aerale va dal sud della Namibia al sud dello Zimbabwe.

Tutte le diverse specie sono a foglia decidua vale a dire che perdono le foglie quando inizia la fioritura e per tutto il periodo autunno - invernale e la maggior parte delle specie crescono solo durante il periodo primaverile-estivo.

Generalmente non superano i 30 cm di altezza ma sono caratterizzate da belle fioriture con foglie molto simili a quelle della Fresia, leggermente pelose di colore verde intenso e hanno la particolarità di appassire completamente dopo l'inizio della fioritura.

I fiori sono in genere riuniti in spighe al cui apice si aprono numerosi.

PRINCIPALI SPECIE

Sono circa ottanta le specie di Babiana tra le quali ricordiamo le più diffuse:

BABIANA STRICTA

La Babiana stricta è una pianta originaria della provincia del Capo (Africa). Non raggiunge grandi dimensioni non superando i 25-30 cm di altezza.

Esistono numerose varietà che producono fiori variamente colorati dal blu al rosso scuro con una eccezione, la B. stricta sulphurea, i cui fiori sono di colore giallo acceso.

Fiorisce tra maggio e giugno.

BABIANA RUBROCYANEA

La Babiana rubrocyanea produce fiori di un bel colore blu brillante con la parte centrale del calice rossa. E' una pianta che rimane di piccole dimensioni non superando i 20 cm di altezza.

Fiorisce tra la tarda primavera - inizio estate.

BABIANA VILLOSA

La Babiana villosa è una specie che produce fiori di colore rosso vivo durante il periodo estivo (giugno - luglio).

BABIANA NANA

La Babiana nana è caratterizzata da fiori di colore blu, molto profumati che sbocciano in piena estate, in genere nel mese di luglio. Presentano un corto stelo fiorale, lungo non più di dieci centimetri ma molto ramificato e ciascuna ramificazione produce un fiore, con grande effetto decorativo.

TECNICA COLTURALE

La Babiana è una pianta bulbosa e quindi come tale ha un suo preciso ciclo di sviluppo che è importante conoscere per poter far crescere la pianta al meglio e ottenere delle belle fioriture.

In ottobre si piantano i vecchi bulbi assieme a bulbi nuovi interrandoli a una profondità di 7-8 cm e distanziandoli tra loro di circa 5 cm in un buon terriccio fertile mescolato a un po' di sabbia. Per avere un bel vaso fiorito sistemate cinque bulbi per vaso.

Durante tutto l'autunno e l'inverno annaffiate in modo da mantenere il terriccio appena umido e sistemate il vaso in buona luce e in un ambiente dove le temperature siano costanti intorno ai 5-10°C.

Alla ripresa vegetativa in primavera, iniziate ad aumentare gradatamente le annaffiature fino a quando non inizieranno a comparire i primi germogli. A quel punto irrigate abbondantemente e per tutto il periodo della fioritura. Quando i fiori iniziano ad appassire (fine estate) iniziate a diminuire le annaffiature fino ad arrivare all'autunno quando trapianterete i bulbi e il ciclo ricomincia.

Le piante di Babiana alla ripresa vegetativa possono essere portate all'aperto a condizione che vengano trasferite solo quando le temperature si sono stabilizzate su valori miti e non c'è più il rischio di gelate.

E' una pianta che cresce anche in pieno sole ma al riparo dal vento e dalle correnti d'aria.

ANNAFFIATURA

Per regolarsi su quanto annaffiare la Babiana occorre seguire il suo ciclo di sviluppo. Infatti prima che la pianta inizi a germogliare occorre annaffiare con molta moderazione dopo di che occorre aumentare in maniera graduale le irrigazioni. Nel momento in cui iniziano a comparire i nuovi germogli occorre annaffiare abbondantemente e proseguire in questo modo per tutto il periodo della fioritura. Quando la pianta inizierà a sfiorire, riducete nuovamente le annaffiature.

TIPO DI TERRENO - RINVASO

In ottobre i vecchi bulbi di Babiana si trapiantano in un buon terriccio fertile al quale va mescolata in po' di sabbia per favorire il drenaggio (in quanto non tollerano in alcun modo i ristagni idrici) assieme a dei nuovi bulbi interrandoli a una profondità di 7-8 cm e distanziati tra loro di circa 5 cm.

Per avere un bel vaso fiorito sistemate cinque bulbi per vaso in modo che sia abbastanza profondo in quanto le radici amano approfondirsi nel terreno.

CONCIMAZIONE

Le concimazioni della Babiana iniziano quando compaiono le spighe fiorali aggiungendo all'acqua di annaffiatura un buon concime liquido ogni due settimane, dimezzando leggermente le dosi rispetto a quanto riportato nella confezione.

Quando la pianta sfiorisce sospendete le concimazioni.

FIORITURA

I periodi di fioritura delle piante sono variabili a seconda della specie e della varietà ma mediamente iniziano a fiorire a partire dalla tarda primavera - inizio estate.

POTATURA

La Babiana è una pianta che non si pota.

MOLTIPLICAZIONE

La moltiplicazione della Babiana può avvenire al momento del rinvaso in autunno (ottobre) SEPARANDO I NUOVI BULBI che si saranno formati dai vecchi bulbi e trapiantandoli singolarmente oppure può essere moltiplicata per seme.

Per quanto riguarda la MOLTIPLICAZIONE PER SEMI si sistemano i semi in maniera abbastanza rada in un terriccio per semi, precedentemente preparato in una cassetta o in un vaso.

Moltiplicazione per seme: uso di un nebulizzatore per inumidire il terreno
Il vassoio con i semi si sistema in un ambiente dove la temperatura sia intorno ai 16°C e si mantiene costantemente umido (è preferibile usare uno spruzzatore per inumidire il terriccio in maniera più uniforme) fino alla germinazione dei semi. Dopo circa due mesi i semi inizieranno a germinare ma le giovani piante non vanno disturbate fino alla prossima stagione vegetativa (quindi resteranno nel vassoio o nel vaso fino alla primavera successiva) a quel punto possono essere spostate nel vaso definitivo usando un terriccio così come indicato al paragrafo "rinvaso".
PARASSITI E MALATTIE


La pianta avvizzisce

Questo sintomo che si può evidenziare soprattutto in inverno è dovuto a eccessive annaffiature.
Rimedi: regolate meglio le annaffiature ricordando che durante il periodo autunno - invernale in terreno va tenuto solo appena umido.

Presenza di piccoli insetti biancastri sulla pianta

Piccoli insetti mobili sulla pianta di colore chiaro sono sicuramente afidi (conosciuti comunemente come pidocchi).

Afidi delle piante

Rimedi: trattare la pianta con antiparassitari specifici facilmente reperibili nei centri specializzati in giardinaggio.

Trovapiante