Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Torenia
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
TORENIA
Torenia scheda di coltivazione

La Torenia è una piccola pianta cespugliosa, che produce numerosi fiori molto colorati e per questo usata per realizzare siepi e bordure colorate.

CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Eudicotiledoni
Clado
: Asteride
Ordine
:
Lamiales

Famiglia
:
Scrofulariaceae

Genere
:
Torenia

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Torenia della famiglia delle Scrofulariaceae comprende specie erbacee annuali o perenni originarie delle zone boschive dell'Africa e dell'Asia tropicale fino a 3000 m s.l.m.

Si tratta di piante a portamento eretto o cespuglioso, comunque non particolarmente sviluppate in altezza (non più di 30 cm), caratterizzate da fusti molto ramificati e foglie di un bel colore verde chiaro, opposte, per lo più lanceolate, intere o lobate. I fiori riuniti in infiorescenze a racemo sono a forma di trombetta allargandosi nella parte terminale formando un labbro superiore lobato e uno inferiore trilobato.

PRINCIPALI SPECIE

Esistono diverse specie nel genere Torenia ma quella comunemente usata a scopo ornamentale è solo la

TORENIA FOURNIERI

La Torenia fournieri è una pianta annuale originaria dell'Asia tropicale, caratterizzata da foglie lungamente picciolate ovate e con i margine dentellati, lunghe fino a 5 cm e larghe 2 cm arrotondate alla base e quasi cuoriformi di un bel colore verde pallido. I fiori sono riuniti in infiorescenze a corimbo di colore bianco chiazzati di lillà-blu, lunghi fino a 3,5 cm e gola di colore giallo.

Torenia fournieri

Esistono numerose varietà tra le quali ricordiamo: Torenia fournieri ‘Alba’ con la corolla bianca a macchie viola; la Torenia fournieri ‘Grandiflora’ con i fiori particolarmente grandi.

TECNICA COLTURALE

La Torenia non sono piante difficile da coltivare in quanto non richiedono grandi cure colturali anche se sono delicate.

Possono essere allevate sia in pieno sole che in ombra parziale e in considerazione del loro portamento cespuglioso possono essere allevate con successo sia come piante ricadenti che per ottenere dei ricchi vasi fioriti. Data la loro tendenza a essere tappezzanti sono inoltre molto utilizzate per realizzare siepi o bordure.

ANNAFFIATURA

Durante il periodo primaverile-estivo il terreno si deve mantenere sempre moderatamente umido specialmente se si trovano in pieno sole in quanto sono piante che hanno un'intensa traspirazione. Attenzione però ai ristagni idrici che non sono particolarmente tollerati.

TIPO DI TERRENO - RINVASO

Le Torenia sono piante a ciclo annuale che muoiono dopo la fioritura pertanto non necessitano di rinvaso. In ogni caso, un terreno universale arricchito con sostanza organica e ben drenante è un ottimo terreno di coltivazione.

CONCIMAZIONE

Durante la primavera e per tutta l'estate somministrare con l'acqua d'annaffiatura una volta alla settimana un concime liquido in quanto in genere sono allevate in vasi di piccole dimensioni pertanto esauriscono molto rapidamente tutte le sostanze nutritive. È opportuno usare un concime ad alto contenuto di potassio (k), per favorire la fioritura.

POTATURA

La Torenia va cimata per favorire uno sviluppo cespuglioso.

Torenia fournieri in vaso
FIORITURA

La fioritura inizia in primavera e prosegue ininterrottamente fino all'autunno. Dopo di che la pianta, avendo terminato il suo ciclo di vita, muore.

MOLTIPLICAZIONE

La moltiplicazione della Torenia avviene per seme.

MOLTIPLICAZIONE PER SEMI

Se si fa la semina in semenzaio, i semi si piantano a fine inverno (febbraio) in una composta formata da terriccio fertile e sabbia grossolana.

Moltiplicazione per seme: uso di un foglio di plastica trasparente per evitare che il terreno si secchi troppo rapidamente e per mantenere una umidità costante
Il vassoio che contiene i semi va tenuto all'ombra a una temperatura di 18°C. ed è fondamentale che il terriccio rimanga costantemente umido (usate uno spruzzatore per inumidire il terriccio) fino al momento della germinazione.

Il vassoio va ricoperto con un foglio di plastica trasparente che garantirà una buona temperatura ed eviterà un disseccamento troppo rapido del terriccio. Il foglio di plastica va rimosso ogni giorno per controllare il grado di umidità del terreno e togliere la condensa che sicuramente si sarà formata sulla plastica. Una volta che i semi hanno germogliato si toglie il foglio di plastica e si sposta la cassetta in una posizione più luminosa (non al sole diretto).

E' importante eliminare le piantine meno vigorose per dare spazio a quelle più robuste. Una volta che le piantine saranno sufficientemente grandi da essere manipolate si trapiantano in vasi da 12 cm in gruppi di 5-10 lasciandole quindi irrobustire cimandole periodicamente per far crescere le piante cespugliose.

Se si prevede di fare la semina direttamente in piena terra, occorre lavorare il terreno in modo da eliminare la crosta superficiale e renderlo meno compatto. dopo di che a metà primavera, con temperature intorno ai 18°C e senza più pericolo di gelate, si semina.

Se si fa il trapianto delle piantine fatte crescere in semenzaio in piena terra, il trapianto va fatto in primavera (aprile) quando la temperatura si è stabilizzata intorno ai 18°C e non c'è più il rischio di gelate.

PARASSITI E MALATTIE
Non sono soggette a malattie.
CURIOSITA'

La Torenia prende il nome dall'ecclesiastico e naturalista svedese Olaf Toren (1718-1753) che scoprì la Torenia asiatica.

Trovapiante