Home => Cura e bellezza => Piante tonificanti e afrodisiache => Ginseng
PIANTE AFRODISIACHE
GINSENG
un elisir di giovinezza
Panax ginseng
Principali specie e caratteristiche della pianta
Il
Panax ginseng
(famiglia Apiaceae) conosciuto come ginseng cinese, è una pianta erbacea ed è originaria della Cina, del Giappone, del Nepal e della Corea. Esiste poi il
Panax quinquefolia
originario del nord America in particolare delle regioni del Quebec e dell'Ontario ed é conosciuto come ginseng americano. Esiste poi la
Eleutherococcus senticosus
(famiglia Araliaceae), conosciuta come ginseng siberiano, che è una pianta che viene spesso usata in occidente al posto del ginseng cinese, molto più costoso.
Radici di ginseng

In ogni caso é il Panax Ginseng è la pianta più pregiata per le sue caratteristiche intrinseche.

Storia

Il ginseng cinese è una pianta che viene studiata in tutto il mondo e ancora oggi non smette di stupire per la ricchezza dei suoi costituenti. Il suo stesso nome Panax derivato dal greco panakos «panacea», in riferimento alle virtù quasi miracolose attribuite a questa pianta, considerata il rimedio sovrano di quasi tutte le malattie. Probabilmente questo è derivato anche dal fatto che sono state trovate piante di ginseng vecchie di 100 anni e quindi sono nate numerose leggende sul fatto che queste piante potessero trasferire la loro longevità anche alle persone.

Si è visto che le radici della pianta all'età di dieci anni raggiungono la lunghezza di un metro con il classico aspetto biforcuto, come se avesse due gambe. Infatti i cinesi la chiamano jin-chen, che significa «come un uomo, radice d'uomo» in riferimento alla loro rassomiglianza alla forma umana. Il nome che gli indiani d'America danno a questa pianta è garantoquen e ha lo stesso significato.

Pianta di ginseng
Nota 1
Proprietà e benefici

Come è noto, il ginseng cinese (Panax ginseng) è conosciuto fin dall'antichità ed è normalmente utilizzato nella medicina cinese. Si utilizza la radice carnosa di colore giallognolo/marrone.E' dolciastra al palato ricordando la liquirizia.

E' noto come energizzante e antistress quindi in tutti quei casi dove ci si deve preparare a un intenso sforzo fisico o per rimettersi in forma dopo uno stress fisico con stanchezza e dolori muscolari ma anche più semplicemente nel caso di debolezza e stanchezza prolungata. Queste sue caratteristiche fanno si che intervenga positivamente anche come afrodisiaco migliorando la libido e le prestazioni sessuali. Infatti sembrerebbe che questi effetti positivi siano dovuti non a una modificazione degli ormoni ma a una azione diretta sul sistema nervoso e sui tessuti dell'apparato sessuale. E' dimostrato che nell'uomo facilitano l'erezione del pene. In ogni caso il ginseng fornisce un effetto stimolante su tutto il sistema nervoso incentivando anche il sistema circolatorio, rendendo più reattivi e percettivi dando quindi una sensazione generale di benessere.La letteratura in materia lo indica anche efficace nel caso di ipotensione arteriosa associato ad altre droghe quali liquirizia e salvia.

La sua funzione è pertanto di aumentare l’efficienza fisica e mentale e migliorare la capacità di adattamento dell’organismo, umano e animale, posto in condizioni sfavorevoli.

I principi attivi del Panax ginseng sono: ginsenosidi; saponine; tutte le vitamine del gruppo B; vitamina C, A e K; l'acido folico; numerosi oli essenziali; amminoacidi; sali minerali; enzimi quali l'amilasi, la glicolasi e la fenolasi; acidi grassi polinsaturi e sostanze ormonali di tipo estrogeno e androgeno. Mentre la Eleutherococcus senticosus non contiene ginsenosidi ma eleuterosidi, sostanze attive chimicamente ma differenti.

Il ginseng cinese è sicuramente quello più famoso (ne esistono di varie specie) in ogni caso anche le altre specie sono dotate di attività antistress e antinevrosi. Sono noti come regolatori degli zuccheri nel sangue e del colesterolo, come ricostituenti di conseguenza migliorano il rendimento fisico e mentale inoltre rafforzano le difese immunitarie dell'organismo.

Modalità d'uso

Il dosaggio e la durata del trattamento non possono essere generalizzati perché dipendono dalla motivazione per la quale si sta assumendo il ginseng. Per esempio se si vuole assumerlo perché ci si deve preparare a un intenso sforzo fisico oppure per combattere i sintomi della menopausa, il dosaggio e la durata del tratttamento sono molto diversi tra loro. Si consiglia pertanto di comprare il prodotto presso erboristerie o comunque presso professionisti qualificati e abilitati e seguire le indicazioni che verranno fornite.

Controindicazioni: quando il ginseng non va preso

Il ginseng non è indicato nelle persone ipertese o che soffrono di tachicardia o insonnia o nelle persone particolarmente nervose o che soffrono di malattie psichiatriche. Non è inoltre consigliato nel caso di persone che soffrono di tumori ormone dipendenti o di diarrea. E' sconsigliato nei bambini e nelle donne in gravidanza. Anche chi assume farmaci neurotropici, fenelzina, warfarina e caffeina è preferibile che lo evitino.

Avvertenze: le informazioni riportate in questa pagina non sono consigli medici. Hanno solo fine illustrativo e informativo, non esortativo e in alcun caso medico.

Note
1. Immagine tratta dal sito Temperature climate permaculture

Trovapiante