Home => Piante e fiori => Piante d'appartamento e da giardino => Sparmannia
COME COLTIVARE E CURARE LE NOSTRE PIANTE
SPARMANNIA
Sparmannia, cultivazione e cura

Le Sparmannia sono delle eleganti piante che producono dei fiori molto decorativi e lievemente profumati.

CLASSIFICAZIONE BOTANICA


Regno
:
Plantae

Clado
: Angiosperme
Clado
: Eudicotiledoni
Clado
: Roside
Ordine
:
Malvales

Famiglia
:
Malvaceae
(ex
Tiliaceae
ora incluse nelle
Malvaceae
)
Genere
:
Sparmannia

Specie
: vedere il paragrafo «Principali specie»
CARATTERISTICHE GENERALI

Il genere Sparmannia comprende piante sempreverdi per lo più arbustive, originarie dell'Africa tropicale, del SudAfrica e del Madagascar. Nei loro luoghi di origine diventano dei veri e propri alberi mentre nei nostri climi, mantengono delle dimensioni molto più contenute.

Sono caratterizzate da foglie provviste di piccolo, disposte in maniera alternata lungo il ramo, lobate, cuoriformi e talvolta dentate.

I fiori, riuniti in ombrelle terminali, sono provvisti di un calice pubescente formato da quattro sepali e con una corolla formata da quattro petali bianchi con stami gialli spesso con la parte terminale rossiccia, molto evidenti. La particolarità degli stami è che si aprono in conseguenza di stimoli meccanici, come quelli che possono essere causati da un insetto.

I frutti sono delle capsule globose che contengono ciascuno al suo interno numerosi semi carnosi di forma ovale.

Le Sparmannia sono piante che possono essere allevate sia all'interno che all'esterno là dove le condizioni climatiche lo consentono.

PRINCIPALI SPECIE

Il genere Sparmannia comprende circa 7 specie delle quali la più diffusa e conosciuta è la

SPAMANNIA AFRICANA

La Sparmannia africana è una pianta che nel proprio paese d'origine (provincia del Capo in sud Africa) raggiunge anche i 6 m d' altezza mentre in appartamento raramente supera i 2 m.

Sparmannia africana
Nota 1

Le foglie sono grandi, picciolate, cuoriformi di un bel colore verde chiaro, con i margini finemente seghettati e ricoperte da una densa peluria. I fiori sono bianchi, riuniti in ombrelle, lievemente profumati e portati da lunghi steli fiorali provvisti di evidenti stami di colore giallo-rossiccio. Hanno una fioritura scalare nel tempo per cui anche se i fiori durano solo pochi giorni, la pianta rimane fiorita per diverse settimane. Fiorisce all'inizio della primavera.

Esistono diverse cultivars tra le quali ricordiamo la Sparmannia Africana ‘Flore Pleno’ caratterizzata da fiori doppi ma che in appartamento fiorisce con difficoltà e la Sparmannia Africana ‘Variegata’ con le foglie macchiate di bianco.

TECNICA COLTURALE

Sono piante che richiedono dei climi abbastanza freschi: durante il periodo primaverile - estivo le temperature ottimali sono intorno ai 16-18°C mentre durante il periodo autunno - invernale intorno ai 7-10°C.

E' preferibile che non ricevano il sole diretto nelle ore più calde della giornata e l'ambiente nel quale sono collocate deve avere un buon ricambio dell'aria.

ANNAFFIATURA

La Sparmannia si annaffia, durante il periodo di crescita attiva (primavera-estate) in modo da tenere il terreno sempre umido mentre nel periodo autunno-invernale, il tanto da non far asciugare il terriccio.

Sono piante che amano gli ambiente umidi per cui è opportuno nebulizzarle regolarmente con acqua a temperatura ambiente durante i periodi più caldi, e sistemarla su un sottovaso con dei ciottoli dove sarà sempre presente un filo d'acqua che evaporando, garantirà un ambiente umido facendo attenzione che l'acqua del sottovaso non sia a contatto con il fondo del vaso.

Sottovaso con acqua per mantenere intorno alla pianta un ambiente umido
TIPO DI TERRENO - RINVASO

Si rinvasano ogni anno in primavera in quanto sono piante che crescono rapidamente tanto che potrebbe essere necessario rinvasare anche due volte l'anno. Non sono particolarmente esigenti in fatto di terreno, l'importante è che sia un buon terriccio fertile.

Consigliamo sempre di utilizzare dei vasi di terracotta perchè in quanto porosi, consentono scambi gassosi con l'ambiente (e quindi correggere eventuali eccessi di annaffiatura) e di sistemare sul fondo del vaso dei pezzi di coccio per favorire il drenaggio dell'acqua di irrigazione.

CONCIMAZIONE

Dalla primavera e per tutta l'estate all'acqua di irrigazione si aggiunge un buon concime liquido ogni 10-15 gg. Durante il periodo autunno - invernale le concimazioni vanno sospese.

Si consiglia di usare un concime che oltre ad avere i macroelementi quali azoto (N), potassio (K), fosforo (P) abbia anche i microelementi quali il manganese (Mn), il Ferro (Fe), il rame (Cu), lo zinco (Zn), il molibdeno (Mo), il boro (B), tutti importanti per una equilibrata crescita della pianta.

Diminuire leggermente le dosi rispetto a quanto indicato nella confezione del fertilizzante.

FIORITURA

Le Sparmannia fioriscono a partire dalla primavera e in maniera scalare lungo tutto il periodo. Se si mantengono delle temperature intorno ai 16-18°C la fioritura si protrarrà per parecchio tempo.

I fiori durano solo pochi giorni ma è preferibile lasciarli sulla pianta fino a quanto non sono ormai troppo brutti da vedersi. Solo quando tutta l'infiorescenza ha smesso di fiorire si può recidere lo stelo fiorale.

POTATURA

Al momento in cui si effettua il rinvaso o comunque dopo la fioritura è opportuno fare sia la cimatura degli apici vegetativi, per avere una pianta più cespugliosa, sia una vera e propria potatura dei rami che si sono sviluppati eccessivamente, per avere un portamento più compatto. Se questa operazione viene effettuata in primavera (a marzo) i getti tagliati costituiscono delle ottime talee che possono essere utilizzate per la moltiplicazione della pianta.

Raccomandiamo sempre di pulire e disinfettare (meglio se alla fiamma) per bene l'attrezzo che usate per il taglio per evitare di infettare i tessuti.

MOLTIPLICAZIONE

La moltiplicazione si effettua per talea.

>MOLTIPLICAZIONE PER TALEA

In primavera si possono prelevano delle talee dai rami, lunghe circa 10-15 cm. Tagliate con una lametta o con un coltello ben affilato per evitare di sfilacciare i tessuti e avendo cura che la lama che usate sia ben pulita e disinfettata per evitare di infettare i tessuti.

Moltiplicazione per talea: taglio della talea sotto il nodo
Moltiplicazione per talea: spolverare la parte basale con della polvere rizogena per favorire la radicazione

La base della talea si tratta con una polvere rizogena per favorire la radicazione. Le talee così trattate si piantano in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali per metà della loro lunghezza. Si sistemano quindi in un ambiente dove la temperatura sia intorno ai 16-18°C, all'ombra e in un ambiente umido.Ci rendiamo conto che le talee hanno radicato in quanto si ha una ripresa della crescita con la nascita di nuovi germogli. A qual punto si trapiantano in vasi di piccole dimensioni, circa 8 cm, usando un terriccio così come indicato per piante adulte e si trattano come tali

Dato che sono piante a crescita molto rapida, potrà essere necessario, già dopo pochi mesi, provvedere a un ulteriore rinvaso.

PARASSITI E MALATTIE
Foglie che appassiscono e pendono

Questo sintomo è indice di poche annaffiature come anche di poca luce.
Rimedi: regolarsi di conseguenza.

La pianta non fiorisce e presenta i rami esageratamente lunghi

Questo è il classico sintomo di poca luce in conseguenza del quale la pianta tende a sfilare alla ricerca della luce.
Rimedi: spostare la pianta in posizione più luminosa.

Macchie sulla pagina inferiore delle foglie

La Sparmannia può essere infestata dalla cocciniglia e in particolare dalla cocciniglia farinosa. Per individuarla basta prendere una lente d'ingrandimento e confrontarla con la foto al lato: sono caratteristiche, non ci si può sbagliare. Inoltre se provate a toglierle con un'unghia, vengono via facilmente.

Cocciniglia farinosa

Rimedi: vanno eliminate con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool o può essere lavata con un acqua e sapone neutro strofinando delicatamente con una spugna morbida per rimuovere i parassiti, dopo di che la pianta va risciacquata molto bene per eliminare il sapone. Per le piante più grandi e piantate all'aperto si possono usare degli antiparassitari specifici.

CURIOSITA'

Il nome Sparmannia è stato dato in onore di Anders Sparman (1748-1820) naturalista svedese, che accompagnò James Cook nel suo secondo viaggio di esplorazione.

I peli delle foglie sono lievemente urticanti.

Nota
1. Immagine tratta dal sito Sulair - Stanford Historical Society
Trovapiante