Home => Spazio ai lettori => Racconti di viaggio => Viaggio in Kenya 2 => Viaggio in Kenya... Prosegue
RACCONTI DI VIAGGIO
VIAGGIO IN KENYA

Viaggio in Kenya
Pagine 1 - 2 - 3

Dopo cena con Zucchero andiamo a bere una birretta al Come Back di Watamu e poi a nanna. E’ venerdì, un giorno speciale e io sono emozionatissima! Finalmente da oggi inizia quello che era lo scopo della mia vacanza in Kenya di quest’anno: dedicare il mio tempo ai bimbi dell’orfanotrofio God Our Father’s Children’s Home. Ma vi dirò di più, la mia emozione più grande è quella di conoscere finalmente la bimba che lo scorso anno ho deciso di “sostenere per gli studi”, la mia Jane e di poter finalmente passare del tempo con lei.

Dopo pranzo, Raffaela ed io con altre ragazze del villaggio a bordo dei “tuc tuc”, (Apecar adibiti a trasporto persone), partiamo per l’orfanotrofio. La lentezza del nostro mezzo di trasposto fa sembrare ancor più lungo il tragitto; dopo aver percorso la strada provinciale, alla vista del cartello svoltiamo e imbocchiamo in una strada sterrata e dopo un pò di sobbalzi e sballottamenti eccoci arrivati alla nuova struttura dell’orfanotrofio.

E’ molto grande e spaziosa, gli edifici sono di colore azzurro con dei disegni di cartoni animati sulle pareti. Non verremo accolte come al solito dalle note di jambo jambo cantante dai bimbi che al rumore dei motori si preparano ad accogliere i visitatori, perché oggi sono tutti al mare! Veniamo accolte da una responsabile del centro che ci mostra l’intera struttura. Finalmente i bimbi hanno la loro nuova casa!

So già che non vedrò più la mia piccola Prea, la bimba che nel 2008 mi aveva rubato il cuore, ora felice con la sua nuova famiglia; però rivedrò tanti dei bimbi conosciuti gli anni passati e i nuovi arrivi. Entrate nelle camere dei piccoli veniamo rapite da quegli occhioni neri e dai loro dolci sorrisi e le braccine tese verso di noi fanno si che ci ritroviamo con un pargoletto in braccio. E’ bellissimo tenerli tra le braccia, ti stringono fortemente e ti fanno sentire quanto sia grande il loro bisogno d’affetto ed è inevitabile una lacrimuccia di commozione sul viso di tutte noi!!

Orfanotrofio kenya

L’emozioni non sono ancora terminate, ecco che da lontano si sente il rumore del pulmino che sta riportando i grandi dopo la loro giornata al mare, ancora pochi minuti e finalmente abbraccerò la mia Jane. L’incontro è molto emozionante! Quando le spiegano chi sono anche lei si abbandona tra le mie braccia con gli occhi pieni di lacrime di gioia! Sono immensamente felice, vorrei che il tempo si fermasse e non ripartisse più perche vorrebbe dire che prima o poi arriverebbe il giorno della mia partenza. Le do un piccolo regalo e trascorriamo così insieme tutto il pomeriggio giocando anche con le altre bimbe. Il tempo è volato ed è arrivata l’ora di rientrare, la saluto con la promessa che ci saremmo riviste l’indomani. E così sarà; ancora un’ intero pomeriggio in compagnia della mia Jane e di tutti i bimbi la cui presenza mi riempi di gioia il cuore!

Ristorante in Kenya

E’ domenica e oggi non andrò al centro. Zucchero ha organizzato l’escursione all’isola di Robinson dove ci aspetta un succulento pranzetto e Marafa. Anche queste escursioni come il safari all’Amboseli sono nuove per me. Partiti da Watamu, dopo un tragitto di quasi due ore, se non ricordo male, arriviamo a destinazione. Raggiungiamo l’isola a bordo di una barca a remi capitanata dal mitico Caronte che allieta il breve tragitto con allegre canzoncine, un tipo veramente fuori di testa!!!

Anche in questa escursione Zucchero si è dimostra veramente insuperabile! Il posto, anche se piuttosto spartano è molto carino: un ristorantino tutto in legno, con i tavoli apparecchiati in modo molto grazioso, e ai bordi, degli angoli relax arredati con morbidi cuscinotti. L’unico inconveniente : le zanzare! Facciamo due passi al mare e poi attendiamo l’ora di pranzo. Ci sediamo a tavola e il mitico Zucchero si presenta con un bottiglione di fresco vino bianco, comprato da lui per l’occasione, che accompagnerà il nostro pranzo a base di pesce: ostriche, gamberoni, granchio, un grosso pesce di cui non ricordo il nome, una fresca e gustosissima insalata, del riso con un sughetto fatto con il cocco ed infine frutta fresca per tutti ed il buonissimo te allo zenzero!! Con la “pancia piena” ci rimettiamo in macchina, direzione Marafa, dove avremo occasione di smaltire il nostro pranzetto!

Pranzo ristorante tipico keniano

Marafa o Cucina del diavolo si presenta come una sorta di gran canyon americano. Arrivati Zucchero ci affida ad una guida che ci accompagna tra le insenature delle rocce. Uno spettacolo stupendo che aumenterà la sua bellezza al tramonto, dove risalteranno meglio i differenti colori delle rocce. Facciamo ritorno in villaggio in tarda serata.

E lunedì. Oggi trascorrerò una meravigliosa giornata: con il permesso della direttrice porto la mia bimba con me all’Aquarius. Lei è al settimo cielo perché potrà trascorrere una giornata in piscina e io lo sono ancora di più perché ho potuto realizzare un suo grande desiderio e inoltre possiamo trascorrere del tempo insieme, e così farò anche l’indomani dove però si uniranno la sorella maggiore e il fratellino.

insenature rocciose
Serata danzante alla Rosada di Malindi
Lunedì sera è in programma la serata al Rosada di Malindi dove ci andrò con la bellissima combriccola di fanciulle conosciute all’Aquarius e naturalmente accompagnate dalla super pazza animatrice Lilly, una vera “botta di energia e vitalità”!!! Naturalmente mi sono accordata anche con Zucchero che troverò direttamente là. Il locale è incantevole, una discoteca sulla spiaggia ma resa magica dalla bellissima luna che splende nel cielo blu!!! Non so perchè ma in Kenya anche le cose più banali e scontate hanno sempre qualcosa di fatato!!! Ci sono molti turisti ma anche molti ragazzi kenyoti; per fortuna con noi c’è Zucchero che grazie alla sua presenza ci terrà lontani i “mosconi locali”.

Balliamo tutta sera, felici e spensierate!!!! Martedi’ mattina ci alzeremo un po’ più tardi visto che abbiamo fatto le ore piccole. Dopo pranzo andrò all’orfanotrofio a prendere la mia bimba e i suoi fratelli e trascorreremo un’allegra giornata in piscina in compagnia anche della altre ragazze che sono molto felici di passare del tempo con loro. Trascorrerò il resto della mia vacanza al Gof. E’ difficile pensare che tra qualche giorno dovrò lasciare i miei adorati bambini. Mi mancheranno immensamente. Come farò senza il loro affetto, i loro sorrisi, le canzoncine che allegramente cantavamo ogni giorno. Purtroppo la partenza si fa sempre più vicina e io devo incominciare a pensare alle mie giornate senza di loro, lontana miglia e miglia.

Golf safari

Venerdì pomeriggio mi reco lì per l’ultima volta: è l’ora dei saluti. Ringrazio mama Sussy per avermi concesso di passare del tempo con Jane fuori dal centro; saluto tutti i bimbi e gli altri ragazzi italiani conosciuti durante questa meravigliosa settimana ed infine stringo forte forte la mia Jane e le prometto che presto tornerò a trovarla, la bacio e subito salgo sul tuc tuc che lentamente si allontana. Le lacrime scendono lentamente dai miei occhi, non fanno rumore ma fanno tanto male al cuore.

I saluti non sono finiti. Arrivate a Watamu io e Raffaela ci troviamo allo Spuntino con Zucchero, Patrizio e Alessandra per l’ultimo aperitivo della vacanza e poi c’incamminiamo verso l’Aquarius dove ci salutiamo. Abbraccio fortemente il mio rafiki Zucchero e lo ringrazio per aver reso ancora una volta la mia vacanza indimenticabile e per essere stato come sempre non solo un ottima guida ma il caro ed affezionatissimo amico di sempre!! E’ difficile dover lasciare questa straordinaria terra che ogni volta mi regala forti ed indelebili emozioni ma è ancora più difficile dovermi staccare da tutte quelle persone che ormai hanno conquistato un posto nel mio cuore!!! See you soon Kenya!

Saluti al kenya

Elena

Per info e contatti:
zucchero@zuccherosafari.com o visitare il sito zuccherosafari
jayjirah@yahoo.com o visitare il sito safarizucchero
tel. 00254735266394
In Italia: tel. 335/303727 (Elena) - iele_2000@yahoo.it
Pagine 1 - 2 - 3
Se desideri pubblicare un tuo racconto di viaggio invialo a scrivi@elicriso.it

Nota
Questo articolo è state inviato da un nostro lettore. Se pensi che questo violi il Diritto d'autore o la Proprietà intellettuale o il Copyright preghiamo di avvisarci immediatamente scrivendo all'indirizzo scrivi@elicriso.it . Grazie

Trovapiante