Home => Spazio ai lettori => Racconti di viaggio => Viaggio in Kenya 2
RACCONTI DI VIAGGIO
VIAGGIO IN KENYA

Viaggio in Kenya
Pagine 1 - 2 - 3
LA MAGIA DEL KENYA CON ZUCCHERO E I BIMBI DEL GOF…

"Una cosa allora volevo: tornare in Africa. Non l'avevo ancora lasciata, ma ogni volta che mi risvegliavo, di notte, tendevo l'orecchio, pervaso di nostalgia" E. Hemingway

…Immensa è la nostalgia del mio grande amore: il Kenya… Ho atteso un anno intero il giorno del mio ritorno in una terra che ormai sento come se fosse mia, una terra che mi ha regalato tante emozioni, ha fatto nascere nuove amicizie, mi ha fatto riscoprire la gioia di quanto sia bello dare e ricevere un abbraccio, un semplice sorriso. Il tempo è volato ed ora sono qui davanti al computer e con i ricordi degli istanti che ho vissuto provo a raccontavi il mio terzo viaggio con la speranza di riuscire a trasmettere a voi che lo leggerete le mie sensazioni e le mie emozioni.

Viaggio in Kenya

“Casa dolce casa” è questa la sensazione che provo quando dal finestrino dell’areomobile Neos intravedo la pista di atterraggio dell’aeroporto di Mombasa e le sensazioni vanno aumentando con l’avvicinarsi alla mia adoratissima Watamu, dove so che lì ad aspettarmi ci sarà il mio grandissimo rafiki Zucchero…e non solo.

Il giorno del mio arrivo, con Raffaela che quest’anno è la mia compagna di viaggio, facciamo subito amicizia con Federica e Chiara.

Il tempo è nuvoloso e ogni tanto scende pure qualche gocciolina. Sistemiamo con tutta tranquillità i bagagli e prepariamo lo zaino dato che l’indomani siamo già in partenza per il safari che già era stato fissato con Zucchero dall’Italia per il 15 agosto: Tsavo est ed Amboseli. Suona il tamburo, è l’ora di pranzo e noi affamate non esitiamo a raggiungere il ristorante, dove troverò di nuovo il mio cuoco preferito: Nico.

Durante il pranzo facciamo conoscenza con 4 ragazzi che allieteranno la nostra prima settimana con la loro simpatica compagnia. Nel pomeriggio faccio fare un giro turistico dell’Aquarius a Raffaela per mostrarle la struttura e mentre ci avviciniamo alla spiaggia ecco che da lontano s’intravedono i famosissimi beach boys prontissimi per la caccia ai nuovi arrivati “le mozzarelle”.

Viaggio in Kenya

Verso sera finalmente riabbraccio il mio rafiki Zucchero che ci invita a bere qualcosa allo Spuntino e ci accordiamo per l’indomani.

E’ il 15 agosto, sono le 5 del mattino e fuori dall’Aquarius aspettiamo il pulmino. Sono emozionatissima, rivedrò il carissimo autista Ambrogio e dopo 3 safari allo Tsavo est quest’anno qualcosa di nuovo anche per me: Amboseli! Potrò finalmente scattare delle foto con la mia nuova macchina fotografica: Lamarty, questo è il suo nome di battesimo. Recuperiamo Zucchero e le altre due coppie con cui trascorreremo 3 fantastici giorni tra emozioni e allegria.

Viaggio in Kenya

Dopo la consueta colazione allo Spuntino di Watamu e recuperato il secondo pulmino con altri compagni di avventura ci mettiamo in strada per raggiungere la prima tappa del nostro safari, il parco dello Tsavo Est. Anche quest’anno Zucchero mi nomina sua assistente e mi affida un pulmino. Ripercorrere per la quarta volta la lunga strada non mi fa più alcun effetto, mi sento ormai a casa e non mi sembra nemmeno così lungo e tortuoso il tragitto. Eccoci arrivati, dopo la solita sosta bagno e foto ai coccodrilli c’incamminiamo verso l’ingresso del parco, al quale rispetto l’anno prima, hanno fatto delle modifiche; -meglio- penso tra me e me, almeno le foto avranno qualcosa di diverso!

Viaggio in Kenya

Zucchero ci chiama, tutti a bordo e si parte, incomincia la caccia, che in mattinata sarà un po’ deludente. Forse è solo una mia impressione visto che per me è il quarto safari allo Tsavo e chiedo ad Ambrogio se gli animali se ne sono andati a festeggiare il ferragosto in Tanzania!!!!!

Si avvicina l’ora di pranzo e raggiungiamo il Voi Wildlife Lodge. Come sempre veniamo accolti calorosamente; ci viene offerto un drink e per rinfrescarci ci viene data una salviettina imbevuta d’acqua ed essenze che è utile anche per pulirsi dalla rossa terra della savana. Anche quest’anno alloggeremo nelle palazzine ma aperta la porta della camera ecco la sorpresa: dei bellissimi letti a baldacchino e una vista spettacolare sulla savana…ogni anno sempre meglio!!!!!

Ringrazio poi Zucchero con un forte abbraccio, come sempre all’altezza delle mie aspettative!!!! Dopo aver pranzato e riposato è ora di ripartire, gli animali ci stanno aspettando e nel pomeriggio verremo ripagati della delusione del mattino: un bellissimo esemplare di leonessa sdraiata sulla terra rossa della savana ci sta aspettando. Sembra una diva di Hollywood che si pavoneggia sotto i flash dei suoi numerosissimi fans. Cerco di sfruttare a pieno le poche nozioni apprese al corso di fotografia e scatto ripetutamente per immortalare ogni suo minimo movimento.

Viaggio in Kenya
Viaggio in Kenya

Il safari inizia a farsi interessante e così, entusiasti e carichi, ripartiamo alla ricerca degli altri animali che incontreremo percorrendo le strade polverose, godendomi anche quei meravigliosi paesaggi che scorrono davanti ai miei occhi che invano cerco di immortalare con qualche scatto dal finestrino del pulmino in corsa. Aspettiamo ansiosi il tramonto sperando che le nuvole sparse nel cielo non oscurino completamente il sole che a poco a poco sta lasciando spazio alla luna, è la fine di un altro giorno, un bellissimo giorno trascorso negli spazi infiniti della savana dove si respira un grande senso di pace e serenità. Rientrati al lodge ci prepariamo per la cena e poi stanchi della giornata ci ritiriamo nelle nostre camere, domani sveglia all’alba e si parte per nuove avventure: Amboseli arriviamo!

La sveglia suona alle 5, non posso assolutamente perdermi l’alba in savana, mi preparo e raggiungo la terrazza del lodge. Il sole sta sorgendo e il cielo cambia continuamente colori: dal grigio azzurro velato di rosa, al rosa velato di rosso ed ecco all’improvviso davanti ai miei occhi una rossa palla infuocata: il sole, che con i suoi caldi colori augura un buon mattino a tutti noi! Non sono riuscita a fotografare questo meraviglioso scenario, ma penso che neanche il miglior fotografo sarebbe in grado di trasmettere con i suoi scatti l’emozione che si prova davanti ad un simile spettacolo! “Un’alba è un alba” voi penserete, invece no, l’alba e il tramonto in savana hanno qualcosa di magico!!!

Dopo colazione, di nuovo a bordo del nostro pulmino, partiamo. Ci aspettano 4 ore di viaggio dove è prevista una sola sosta, prima di raggiungere il parco dell’Amboseli. Sono elettrizzata e piena di curiosità, l’esperienza all’Amboseli è nuova anche per me. Il viaggio non mi pesa affatto e nonostante la levataccia resto sempre sveglia perché non voglio in nessun modo perdermi gli scenari lungo il tragitto: i bimbi che alla vista dei pulmini dei turisti regalano dei meravigliosi sorrisi mentre con la manina in alto nel cielo salutano, i venditori di frutta, verdura e pollame sul ciglio della strada, i paesini che di tanto in tanto s’incontrano e quelli che sono i bellissimi paesaggi africani dai colori contrastanti della rossa terra e il verde della vegetazione.

Foto di una zebra

C’è molto traffico, un gran viavai di grossi e piccoli automezzi si sta dirigendo verso Nairobi, la capitale, meta di molti per gli scambi commerciali. Il tempo è volato e talmente presa da tutto quanto mi circonda, non mi sono nemmeno accorta di aver già imboccato la strada che ci porterà al parco; ci stiamo infatti avvicinando dato che iniziamo a fare i primi incontri con gli animali ancor prima di raggiungere l’ingresso ufficiale. Il paesaggio è differente dallo Tsavo, molto più arido e brullo, ma sicuramente molto più popolato.

Amboseli National Park
Kibo Safari Camp

Incontriamo gruppi di elefanti, zebre, impala, gazzelle, mandrie di bufali imbizzarriti ed infine prima di raggiungere il campo tendato un gruppetto di scimmiette tra cui uno spelacchiato cuccioletto che non perde d’occhio la sua mammina. E’ quasi l’ora di pranzo, arriviamo al Kibo Camp, immerso nella savana, nel vero senso della parola! Veniamo accolti anche qui come al Voi Lodge: cocktail di benvenuto e salviettine, questa volta dal profumo di sapone di marsiglia!!!! Mi occupo del check in del gruppo a me affidato da Zucchero, visto che lui ha portato gli altri a visitare il villaggio masai.

Pagine 1 - 2 - 3
Se desideri pubblicare un tuo racconto di viaggio invialo a scrivi@elicriso.it

Nota
Questo articolo è state inviato da un nostro lettore. Se pensi che questo violi il Diritto d'autore o la Proprietà intellettuale o il Copyright preghiamo di avvisarci immediatamente scrivendo all'indirizzo scrivi@elicriso.it . Grazie

Trovapiante