Home => Animali del mondo => Problemi ambientali => Conservazione delle specie e dell'ambiente => WFC 2015 – Qual è lo stato di salute delle foreste?
CONSERVAZIONE DELLE SPECIE E DELL'AMBIENTE
WFC 2015
Qual è lo stato di salute delle foreste?
Il XIV Congresso mondiale sulle foreste, che si è tenuto dal 7 all'11 settembre a Durban in Sud Africa, è stato il primo congresso sull'argomento svoltosi in Sud Africa che ha avuto come tema centrale lo stato di salute delle foreste mondiali.
Obiettivo del XIV Congresso mondiale delle foreste è stato quello di fornire uno sguardo d'insieme sulla condizione delle foreste del mondo, di proporre delle soluzioni siano esse scientifiche, tecniche oppure politiche per promuovere e salvaguardare le sostenibilità delle foreste e del pianeta.

Le foreste sono essenziali per tutti noi, per la vita di tutto il sistema mondiale, per la biodiversità, per la loro funzione mitigatrice dei cambiamenti climatici, per l'eco-sostenibilità di ogni forma di vita, che sia umana, animale o vegetale. Purtroppo, però, le foreste sono sempre di più in pericolo, minacciate dall'uomo, dall'incremento demografico e dai cambiamenti climatici causati dall'inquinamento, come l'aumento dei gas serra rilasciati nell'atmosfera.

Stato di salute delle foreste

'ultimo rapporto della Fao afferma che dal 1990 fino ad oggi sono andati perduti 129 milioni di ettari di foreste. Tuttavia, ci sarebbe un aspetto positivo relativo alla questione, cioè che la deforestazione sarebbe in calo. Secondo lo studio The Global Forest Resources Assessment 2015 si calcola che se nel 1990 le foreste rappresentavano il 31,6% del territorio mondiale, oggi invece la loro percentuale è scesa, esse rappresentano il 30,6%. Ciò che colpisce è che la deforestazione sarebbe invece in calo, forse grazie ad una maggiore sensibilità sul tema e un maggiore attenzione da parte delle legislazioni che vogliono rendere le comunità locali sempre più attente alla salvaguardia forestale.

Le nazioni che hanno perso una maggiore quota di foresta – circa 2 milioni di ettari - sono Africa e Sud America. La deforestazione avrebbe colpito di più le zone tropicali, mentre in quelle più temperate si sarebbe registrato, invece, un aumento delle aree forestali.

Le aree di foresta primaria che custodiscono la biodiversità rappresentano il 13% del totale. Difendere le foreste mondiali è un tema che dovrebbe interessare tutti. Le foreste e gli alberi (il cui numero è sempre più in calo) sono fondamentali per chiunque e il crescente inquinamento e la disattenzione stanno rischiando di mettere in pericolo il futuro del pianeta e quindi di tutti quanti noi. Servirebbe una maggiore attenzione.

Silvia Buda

Trovapiante