Home => Animali del mondo => Ridiamo insieme => L'angolo della Sardina => Farfalline in cucina
L'ANGOLO DELLA SARDINA
A chi non è mai capitato di vedere delle graziose farfalline svolazzare nella propria cucina?

Capita spesso che, una mattina, aprendo il pensile o la credenza dove teniamo le nostre provviste vediamo spuntare delle graziose farfalline che, con aria soddisfatta, svolazzano qua e là.

ATTENZIONE, ATTENZIONE, INTRUSI A BORDO! Trattasi infatti delle deliziose Plodia interpunctella Hb. oppure della sua amica l’Ephestia kuhniella Zell.

Come fare a riconoscerle? Molto semplice … eccole qua per voi.

Ephestia kuhniella
Ephestia kuhniella Zell.
Plodia interpunctella
Plodia interpunctella Hb

Sono queste due graziose farfalline che, ad ali aperta misurano da 1,5 a 2,5 cm le cui larve vivono a spese delle sostanze alimentari. Le signore mamme farfalle che iniziano a fare la loro comparsa nei mesi di aprile/maggio, depongono le uova direttamente nelle sostanze di cui le larve si nutriranno (farina, dolci, semi, pasta, frutta secca, ecc). Dalle uova dopo un periodo di incubazione che varia da pochi gg fino ad alcuni mesi, nascono le larve che vivono in questo stadio da un mese a 12 mesi. E crescono, crescono, a spese dei nostri spaghetti fino a diventare anche loro delle deliziose farfalline (passando attraverso vari stadi di sviluppo) che dopo avere incontrato il loro principe azzurro ed essere state fecondate, depongono altre uova fino a 5 generazioni (di spaghetti) nel corso di un anno.

Come combatterle? Smettere di mangiare pastasciutta! Ma no, scherzo, dovete frugare bene nella dispensa e controllare tutte le provviste, comprese le confezioni apparentemente chiuse e se notate che nelle confezioni c’è della "farinosità" vuol dire che le larve sono in dolce banchetto. Buttate via tutto.

Inoltre, bisogna catturare le farfalline mamme e i relativi mariti e mandarle a svolazzare fuori dalla vostra casa.

Trovapiante