Home => Problemi ortensia => La mia Ortensia sta appassendo
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULL'ORTENSIA
LA MIA ORTENSIA STA APPASSENDO
QUESITO DI STEFANO

Gentile agronomo,

Le scrivo perchè ho piantato nel mio giardino, circa una settimana fa, un'ortensia del tipo più comune. Comprata in un vivaio 8 - 9 giorni fa, l'ho piantata 2 giorni dopo in un punto del giardino in cui c'è quasi sempre ombra, tranne al mattino, durante il quale per un paio d'ore prende qualche raggio di sole.

Il terreno è ottimo, il giardino e stato fatto da poco con dell'ottima terra scura.

L'ortensia era bellissima fino a due giorni fa, dopodichè i fiori e leggermente anche le foglie hano cominciato come ad appassire senza apparente spiegazione, io la innaffio a mano di frequente e il terreno è tuttora umido, lo so perchè ho infilato il dito nel terreno......se poi sono umidi solo i 5 cm superficiali e sotto è asciutto qesto non lo posso dire, ma lo escluderei.

L'ho piantata in una buca abbastanza profonda tanto che c'è stata comodamente e ho coperto la zolla con un paio di cm di terra dopo aver riempito anche ai lati con la stessa terra nera (niente terriccio o torba). C'è da dire che proprio di fianco c'è un'altra ortensia piantata da una ventina di giorni che è bellissima e non ha problemi.

Non ci sono tracce di parassiti sulle foglie, nè muffa o altro, e ancora non è stata concimata poichè come ho già detto fino a due giorni fa era bellissima e non aveva certo bisogno di aiuti del genere.

Ho allegato una foto che spiega la situazione meglio di qualsiasi descrizione...... sullo sfondo in alto a destra si vede parte dell'altra ortensia, quella che sta bene..

Io avevo pensato che la causa potesse essere troppa acqua ma l'ortensia che c'è a fianco riceve la stessa quantità d'acqua e sta benissimo, quindi non so cosa pensare...

Per cercare di salvarla ( anche perchè mi è costata 65 euro ), stavo pensando di tirarla via da dov'è ora e metterla in un vaso più grande di quello in cui era quando l'ho comprata, in modo che abbia altra terra oltre quella della sua zolla....

Questo per evitare di fare altri buchi potenzialmente inutili in giardino, e poi non saprei proprio dove metterla, quello in cui sta ora mi sembra il posto più indicato del giardino......

In attesa di una sua risposta, cordiali saluti

Stefano

AGRONOMO RISPONDE

Ciao Daniela

per prima cosa ti dico di aspettare l'inizio della primavera per portare la tua ortensia in giardino (immagino tu intenda questo quando parli di piena terra).

Per quanto riguarda i problemi fitopatologici, dalla tua descrizione, se non hai notato insetti (hai osservato le foglie colpite con una lente di ingrandimento per evidenziare l'eventuale presenza di parassiti animali?) evidenti, muffe o altre formazioni "strane", direi che il problema sia di tecnica di coltivazione più che parassitario.

Mi parli solo di irrigazione e suppongo tu abbia fornito loro normale acqua del rubinetto. Come tu saprai le nostre acque sono molto ricche di calcaree, cosa decisamente non gradita all'ortensia (leggi le tecniche di coltivazione nell'articolo dell'ortensia). E' probabile infatti che tu abbia a che fare con una clorosi, che si manifesta dapprima con un ingiallimento delle aree internervali e poi con il disseccamento delle foglie. Questo è una patologia tipica in genere dovuta a un eccesso di calcare nel terreno, che a sua volta impedisce la corretta assimilazione del ferro e del manganese (componenti base della clorofilla).

Poichè non è opportuno in questo momento cambiare la terra del vaso, somministra del solfato di ferro e manganese o dei composti chelanti di ferro (che permettono l'assimilazione del ferro) come il sequestrene che trovi nei vivai.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Maria Giovanna Davoli

Trovapiante