Home => L'agronomo risponde => Problemi azalee => Le foglie delle mie azalee hanno perso la loro colorazione verde intenso lucida e appaiono come scolorite
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULL' AZALEA (RODODENDRO)
LE FOGLIE DELLE MIE AZALEE HANNO PERSO LA LORO COLORAZIONE VERDE INTENSO E LUCIDA E SONO COME SCOLORITE
QUESITO DI VIVIANA

Ho tre piante di azalea in vaso in un giardinetto esposto a nord, ma riparato (ricevono il sole la mattina da aprile a ottobre). Sono piante di tre, quattro anni che crescono e fioriscono regolarmente. Nel periodo più caldo vengono annaffiate 3 volte a settimana. Utilizzo per la concimazione il COMPO per rododendri e terriccio per acidofile). Il problema sono le foglie che hanno perso sulla parte superiore la loro colorazione verde intenso e lucida e sono come scolorite assumendo un aspetto grigiastro, non uniforme, ma come ticchiolato che poi si espande a tutta la foglia. Le foglie nuove sono normali.(Se può essere utile lo stesso problema lo hanno anche le foglioline del rosmarino). Ho utilizzato senza convinzione un antiparassitario generico....(Vape per oidio e ruggine) possono curare?

ringrazio per qualsiasi consiglio mi possiate dare.

Viviana

AGRONOMO RISPONDE

Ciao Viviana,

le cause che possono provocare lo scolorimento delle foglie possono essere diverse ma principalmente sono legate alle irrigazioni e alle concimazioni.

Le azalee sono piante che richiedono tanta acqua e possibilmente non calcarea, in quanto come tu sai, sono piante cosiddette "acididofile". Per correggere l'acqua, poichè mi rendo conto che irrigare il giardino con acqua piovana è problematico, usa l'acqua normale mescolata con un prodotto a base di Thiophanate metyl, che evita l'ingiallimento delle foglie dovuto al calcare.

Sai bene che le azalee amano i terreni acidi e il calcare dell'acqua si deposita anche nel terreno, modificandone la sua costituzione. Dovresti provare a correggere il terreno con chelati di ferro per rendere maggiormente assimilabile il ferro. Ti consiglio di farlo subito.

L'ingiallimento può essere inoltre causato da carenza di elementi nutritivi. Ora l'azalea pur non essendo una pianta particolarmente esigente in fatto di nutrizione, ne ha comunque necessità. Una carenza di azoto, provoca ingiallimento, così come una carenza di potassio. Il mio consiglio è, dopo aver somministrato i chelati di ferro nel terreno, aspetta una decina di giorni e poi concima con un prodotto a base di azoto ammoniacale e di urea (leggi la composizione chimica quando compri un concime) e solfato e aggiungi anche un concime che contenga microelementi (rame, ferro, manganese, zinco, molibdeno, boro) Fai questo subito e poi ripeti la concimazione tra 15 gg.

Dopo di che concima una volta ogni due mesi fino ad aprile, quando riprenderai a concimare una volta ogni 15gg fino a tutto settembre.

Da luglio a settembre, apporta più potassio, perchè i boccioli fiorali ne sono molto esigenti ma attenzione che non sia sotto forma di KCl (cloruro di potassio) in quanto il cloro è dannoso per la pianta.

Leggi i consiglio nella pagina dedicata alle azalee in questo modo hai un'idea più chiara su come agire.

Se ci sono problemi sono qua.

Dott.ssa M. G. Davoli

VIVIANA

Vi invio di nuovo una foto delle foglie delle mie azalee (ci ho già provato, ma la mail non vi arriva...)

Sto già seguendo i Vs consigli, ma forse è un pò presto per vedere i risultati!! grazie

Viviana

AGRONOMO RISPONDE

Carissima Viviana,

abbi un po' di pazienza. Sono passate solo un paio di settimane e tieni anche conto che adesso la tua azalea si sta preparando per il riposo vegetativo per cui le sue funzioni sono tutte rallentate e rallenteranno sempre più fino a riesplodere in primavera.

A presto.

Dott.ssa M.G. Davoli

Se desideri conoscere meglio questa pianta, consulta la scheda tecnica:
Come coltivare e curare le nostre piante: Azalea
Trovapiante