Home => L'agronomo risponde => Problemi ortensia => La mia Ortensia ha degli animaletti piatti, ovali, immobili
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULL'ORTENSIA
LA MIA ORTENSIA HA DEGLI ANIMALETTI OVALI, PIATTI E IMMOBILI
QUESITO DI LUCIA

Gent. Signore

le scrivo per chiederle consiglio su come curare l'ortensia da parassiti.

Si tratta di animaletti ovali piatti pressochè immobili di circa 3mm, di colore marrone non uniforme ma si presentano anche come sporgenze bianche dall'aspetto cotonoso su cui si può notare in punta l' area marrone del parassita.

Grazie.

AGRONOMO RISPONDE

Gentile Lucia,

i parassiti presenti nella tua ortensia sono sicuramente delle cocciniglie, insetti molto dannosi. Se passi un'unghia noterai infatti che si distaccano facilmente.

Ti descrivo brevemente chi sono: quella che tu vedi immobile ricoperta da una sorta di corazza, è la femmina che resta per lo più immobile e che si nutre, con degli appositi stiletti del suo apparato boccale, della linfa della tua povera ortensia. All'intermo di questa "corazza" sono contenute anche le uova da cui poi nasceranno nuovi insetti. Consulta la scheda tecnica delle cocciniglie per maggiori informazioni.

Considerando che non mi dici le dimensioni della pianta, il luogo dove si trova, le cure che le dedichi e lo stato di salute generale, faccio io alcune considerazioni (ma se sbaglio ti prego di dirmelo) considererò una situazione standard.

Il consiglio immediato che ti dò è quello di munirti di un batuffolo di cotone che inumidirai con un po' di alcool e con il quale toglierai a uno a uno questi parassiti, facendo attenzione di passarlo solo dove c'è l'insetto.

Questo come rimedio immediato per togliere "il grosso" del parassita. Fatto questo per circa un mese, con le normali annaffiature, dai alla tua ortensia del concime liquido (quello che usi di solito anche se sarebbe opportuno che mi dicessi, leggendolo sull'etichetta la sua composizione chimica per verificare se i vari elementi minerali e le relative percentuali sono indicati per la tua pianta) per aiutarla a riprendersi.

Stai però sempre attenta, sicuramente si riformeranno, pertanto tienila sempre sotto controllo ed eliminali ogni qual volta ricompaiono. Per il momento non è opportuno fare dei trattamenti più drastici con insetticidi specifici vale a dire con prodotti cosiddetti "sistemici" che entrano in circolo nella pianta e che sono dei veleni per il parassita che si nutre della sua linfa. Li faremo più in là, una volta che l'ortensia sarà ben in forza. L'ortensia infatti è una pianta molto delicata e quindi i trattamenti devono essere fatti con oculatezza.

Se hai qualunque dubbio o desideri avere maggiori chiarimenti riscrivimi.

Dott.ssa Maria Giovanna Davoli

Trovapiante