Home => Piante e fiori => Le piante grasse curiosità => Convergenza morfologica
PIANTE GRASSE

Le piante grasse e la
convergenza morfologica

o

evoluzione convergente

E' frequente che piante botanicamente molto distanti tra loro, difatto risultano molto simili esteriormente.  

Evoluzione convergente o convergenza morfologica



E' stato infatti osservato che alcune piante morfologicamente, fisiologicamente e geneticamente lontane tra loro, abbiano caratteristiche comuni se si trovano nelle stesse condizioni di ristrettezze d'acqua. Guardate questi esempi: Selenicereus grandiflorus (Cactaceae) - Euphorbia resinifera (Euforbiaceae) - Stapelia grandiflora (Asclepiadaceae) - Cissus quadrangularis (Vitaceae).

Questo curioso aspetto (chiamato evoluzione convergente o convergenza morfologica) si basa sul fatto che specie di piante e di animali (es. i pesci e i cetacei) che vivono in ambienti simili, finiscono spesso con rassomigliare tra loro, anche se non sono imparentati. Questo perchè per sopravvivere sviluppano le stesse strategie per adattarsi alla medesima situazione ambientale.

Le piante della foto sopra, pur appartendo a famiglia molto lontane tra loto hanno tutte un habitus così simile da poter essere scambiate l'una con l'altra se non sono in fiore. Oceani e catene montuose pertanto non sono un ostacolo a che una pianta cresca come una succulenta.

Fonti bibliografiche
Trovapiante