Home => L'agronomo risponde => Problemi varie => Posso rinvasare la mia Alocasia appena comprata a novembre?
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULL'ALOCASIA
Posso rinvasare la mia Alocasia appena comprata a novembre?
Alocasia rinvaso
QUESITO DI CHIARA

Buongiorno, sono Chiara e ho comprato da poco una bellissima pianta elefante.
L'ho messa fuori in un terrazzino ma poiché il vaso è troppo piccolo rispetto alla pianta stanotte mi è caduta con un po' di vento.
La mia domanda è se posso metterla ora in un vaso un po' più grande anche se siamo a fine novembre e se devo eliminare la foglia che si è un po' rovinata; se si, come?
Grazie anticipatamente
Chiara

Alocasia rinvaso
AGRONOMO RISPONDE

Salve Chiara,

che pianta meravigliosa l'Alocasia. Uno spettacolo della natura.

Ora, prima di rispondere alla domanda faccio alcune considerazioni.

Ciò che si pensa sempre quando si vedono le piante in un vivaio con il loro vasetto piccolo, è che il vivaista abbia voluto risparmiare sul vaso e sulla terra. Per fortuna non è così. Infatti le piante, se si segue un corretto piano di concimazione e di rinvaso, non hanno bisogno di una grande quantità di terra che favorirebbe lo sviluppo dell'apparato radicale a discapito della parte aerea.

Detto questo, l'Alocasia non si può rinvasare a novembre, quando la pianta è in riposo vegetativo. Ma oltre questo, un altro motivo per cui questa operazione non va fatta è che non è proprio il caso di sottoporre la pianta a un ulteriore stress, considerando che è appena arrivata a casa tua. Pensa una cosa: hai portata via la pianta dalla serra, quindi da un ambiente controllato, dove aveva luce e temperatura per lei ottimali per metterla in un terrazzino all'aperto esposta alle intemperie! Quindi lascia tranquilla questa povera pianta. Oltretutto l'Alocasia si rinvasa ogni 2/3 anni pertanto, aspetta almeno un anno prima di cambiarle la terra.

Per risolvere il problema della pianta che cade, potresti comprare un vaso di terracotta che possa contenere il vaso della pianta. In questo modo non cadrebbe.

Ti do però anche un altro suggerimento: dato che si avvicina il freddo ti consiglio di portarla dentro casa e di metterla poi fuori nel terrazzo solo quando inizia la bella stagione. Le temperature minime per l'Alocasia non devono scendere sotto i 15°C, tenendola all'aperto, rischi di farla morire di freddo.

La foglia non tagliarla. E' solo danneggiata. Non dovrebbe seccare per quel motivo.

Spero di essere stata chiara. Se ci sono dei dubbi, sai dove trovarmi.

dott.ssa Maria Giovanna Davoli

CHIARA

Salve,
Grazie tante per la risposta.... però non sapendo se rispondeva o meno ho purtroppo fatto di testa mia... convinta infatti di volerla mettere fuori, ho messo la pianta su un vaso un po' più grande con alla base palline di argilla e anche un po' sulla parte superiore.
Dopo questa operazione per non farle subire altro stress ho deciso di tenerla dentro fino alla primavera; e si dopo questa decisione anche io ho pensato (potevo evitare di fare questo travaso allora), ma purtroppo il danno ormai è fatto...
La mia domanda ora è: è un danno irreparabile? Posso riparare in qualche modo?!
Grazie.

AGRONOMO RISPONDE

Salve Chiara,
e pensare che ho risposto in tempi brevi, preoccupata del fatto che potessi procedere con il rinvaso. Comunque, a questo punto puoi solo sperare che la tua Alocasia sia tanto forte da superare senza problemi questo strapazzo. Non ti posso dare certezze perchè tutto dipende da come la pianta reagirà. Dai, incrociamo le dita e siamo positivi.
Leggi la scheda tecnica dedicata all'Alocasia così saprai come comportarti con la coltivazione. Ti raccomando, in questo periodo solo acqua, il tanto da tenere il terreno appena umido. Meglio un po' d'acqua in meno che in più considerando che è una pianta provvista di rizomi. Poi, quando le temperature inizieranno a salire, allora le aumenterai gradatamente. Non concimare (è una cosa che si pensa di fare non appena arriva una pianta a casa). Hai cambiato la terra quindi la pianta ha già una buona scorta di elementi nutritivi, dati dal nuovo terreno.
In bocca al lupo. Se ci sono problemi, sai dove trovarmi.
dott.ssa Maria Giovanna Davoli

CHIARA

Buongiorno,
grazie ancora... seguirò il suo consiglio e la prossima volta, certa di una sua risposta non avrò fretta. E' stato un colpo di fulmine con questa pianta, spero quindi vivamente che ce la faccia.
Saluti

Trovapiante