Home => L'agronomo risponde => Problemi eucalipto => Ho tre piante di eucalipto malate, mi può aiutare?
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULL'EUCALIPTO
HO TRE PIANTE DI EUCALIPTO MALATE, MI PUO' AIUTARE?
QUESITO DI GIULIANO

Buongiorno,

cerco un aiuto. Ho tre piante di eucalipto malate. Nessuno, mostrando le foglie a Brescia, riesce ad aiutarmi. Vi allego l'immagine di una foglia.

Quasi tutta la parte bassa della pianta e infestata. Le foglie si ricoprono di piccoli rilievi, poi seccano e cadono. Sperando che riesca ad aiutarmi, le auguro buon lavoro.

giuliano

Foglie di eucalipto infestate da Ophelimus maskelli
Foglie di eucalipto infestate da Ophelimus maskelli
AGRONOMO RISPONDE

Ciao Giuliano,

appena ho visto la foto ho capito che si trattava di un poderoso attacco di insetti in quanto quelle protuberanze evidenziate erano delle galle, vale a dire delle escrescenze che sono create da diverse specie di insetti che iniettano nei tessuti della pianta delle sostanze più o meno dannose che stimolano le cellule della pianta a crescere in maniera abnorme. In genere queste galle sono create dalle femmine per deporre le uova all'interno delle quali si sviluppano le larve dei loro piccoli. Il buco che vedi è il foro di fuoriuscita delle larve una volta mature.

Fatta questa piccola premessa, ti dico che non ho mai visto di persona delle galle di quel tipo ma ne avevo sentito parlare così consultanto alcune riviste specializzate credo purtroppo di avere avuto conferma della mia intuizione iniziale. Infatti dal 1998 è arrivato in Italia, importato accidentalmente dall'Australia, questo piccolo insetto Ophelimus maskelli della famiglia degli Eulophidae.

Ophelimus maskelli

Ho letto che è in corso a opera di alcuni ricercatori dell'Università di Palermo e di quella di Napoli dei tentativi di lotta sperimentale usando dei parassitoidi messi a punto da ricercatori israeliani (altri animali che parassitizzano questo insetto e lo fanno morire) su alcune regioni del territorio italiano.

Non so se nella tua regione siano in corso questi esperimenti (te lo do per certo in Calabria, Sicilia e Sardegna) in ogni caso ti invito a contattare al più presto la Facoltà di agraria e in particolare l'Istituto di Entomologia agraria a te più vicino dove portare un campione in modo da darti conferma del patogeno e consigliarti anche il da farsi.

A presto.

Dott.ssa M. G. Davoli

Trovapiante