Home => Home => Piante e fiori => L'agronomo risponde => Problemi dracaena => Perchè le punte delle foglie della mia dracena diventano di colore marrone?
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SULLA DRACAENA
PERCHE' LE FOGLIE DELLA MIA DRACENA DIVENTANO DI COLORE MARRONE?
QUESITO DI LORELLA

Ho una dracena marginata da più di 4 anni.

All'inizio la tenevo in una veranda all'aperto, ma poi ho cambiato casa e l'ho messa in cucina, in un posto luminoso e ha iniziato a farsi bellissima, facendo pure profumatissimi fiori nel mese di novembre (vivo in Sicilia).

Quest'anno a novembre ha fatto altri fiori molti più fiori dello scorso anno. Adesso però inizia a presentare le punte delle foglie di colore marrone e le foglie diventano gialle. Capirei se fossero le foglie inferiori, ma sono quelle superiori, anche quelle nate da poco.

Foglia dracaena
Pianta di dracena malata

La curo come sempre, non l'ho mai spostata, quindi cosa può essere? Per favore, rispondetemi perchè tengo molto a quella pianta. Allego due foto delle foglie.

Cordiali saluti.

Lorella

AGRONOMO RISPONDE

Gentile Signora Lorella,

dopo due anni di intensa fioritura, una fase di ripresa è abbastanza legittima. Potrebbe essersi anche instaurata una batteriosi dovuta alla diminuzione delle riserve zuccherine. Probabilmente poi il terriccio è sceso in basso occludendo i fori di areazione. Diventa quindi necessaria una svasatura e rinvaso con terriccio sabbioso, deponendo sul fondo del contenitore almeno 2 cm di argilla espansa, assicurando passaggi d'aria per almeno il 50 % del fondo vaso.

Le punte con foglie ingiallite vanno eliminate con una buona potatura del ramo portante.

Bisognerebbe appurare che non vi siano attacchi di cocciniglia in atto, in questo caso si rendono necessari trattamenti con olio bianco su tutta la pianta.

Le innaffiature devono essere quasi sospese fino alla comparsa di nuove foglie, allorchè si potrà tornare anche a concimare.

Raccomando inoltre di posizionare la pianta in un posto luminoso, eliminare il sottovaso e di staccare il contenitore dal pavimento con dei piccoli spessori di legno.

In attesa di rileggere sviluppi positivi porgo cordiali saluti.

Dott. Massimo Rosella

Trovapiante