Home => L'agronomo risponde => Problemi agrumi => La mia pianta di limone si trova in pessime condizioni a causa del freddo - Pagina 1 => Pagina 3
L'AGRONOMO RISPONDE SU COME COLTIVARE E CURARE LE PIANTE
DOMANDA SUL LIMONE:
LA MIA PIANTA DI LIMONE E' IN PESSIME CONDIZIONI A CAUSA DEL FREDDO
Pagina 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
ALESSANDRO

Egr. Dott.ssa M.G. Davoli,

seguendo le Sue indicazioni, domenica scorsa (15.03.2009) sono intervenuto sulla pianta di limone iniziando con l'asportare i frutti e cicatrizzando i tagli con un apposito mastice acquistato in vivaio. Ho poi effettuato il rinvaso della pianta in un vaso decisamente più grande, eliminando molto delicatamente la terra "vecchia" e controllando accuratamente le radici: sinceramente non ho trovato radici marce o in particolari condizioni negative, mi sembravano uniformemente piuttosto sane, non molli, e di colore "normale". L'unica cosa effettivamente riscontrata era la terra particolarmente umida, per non dire quasi "bagnata" da metà vaso in giù.

Nel controllare le radici, ho delicatamente provveduto alla rimozione del "vecchio" terriccio, ove possibile, cercando di accarezzare e di non forzare l'agglomerato radicale della pianta. Per il nuovo vaso (più grande del precedente), ho utilizzato del terriccio nuovo specifico per piante di agrumi (poco meno di 110 litri), acquistato anch'esso nello stesso vivaio dove ho trovato il mastice per le ferite. Continuando a seguire le Sue indicazioni Dottoressa, non ho provveduto a dare da bere alla pianta, lasciandola "riposare". La temperatura in questi giorni qui a Verona è di circa 4/5 gradi per quanto riguarda la minima e di circa 12/15 per quando riguarda la massima. Alcune foglie hanno proeguito nel loro processo di "essiccamento" e di caduta dalla pianta, altre sembrano "tenere".

Ora Dottoressa, com'è meglio che mi comporti?

Grazie ancora.

Alessandro (18 marzo)

P.S.: nel week end provvederò a effettuare qualche foto così da poterLe mostrare quanto sopra descritto.

AGRONOMO RISPONDE

Ciao Alessandro,

una buona notizia: le radici sono sane. Contrariamente a quello che temevo il freddo non le ha danneggiate.

Non so da quanto tempo non rinvasavi ma se da un po' di anni, tieni conto che anche la terra, come ogni cosa del creato, si deteriora, perde la sua struttura. Considera inoltre che ovviamente, dato che in questo caso parliamo di vasi di plastica in quanto di grandi dimensioni, rispetto a quelli di terracotta non fanno respirare la terra (la plastica non è porosa al contrario dei vasi di terracotta) quindi la parte più bassa tarda molto ad asciugarsi e di questo tienine conto quando annaffi e non ti fidare del fatto che il terreno in superficie sia asciutto. Metti sempre la mano dentro il terreno più che puoi per sentire se è umido oppure no, specialmente adesso che il vaso è molto più grande.

Una cosa che nessuno pensa di fare è questa: potresti mettere nella terra, dato che è grande, se riesci a trovarli, dei lombrichi. I lombrichi sono delle splendide creature che hanno la bontà di "mangiare" la terra o meglio le sostanze organiche contenute nella terra e di restituirle, attraverso i loro escrementi, come ottimo humus; inoltre svolgono un ruolo importantissimo per l'arieggiamento del terreno e il miglioramento della sua struttura e non toccano minimamente la pianta. Dato che il vaso è di grandi dimensioni, potrebbe essere un modo economico, semplice, ecologico e agronomicamente perfetto, per mantenere in buono stato il terreno e dare anche del nutrimento in più al tuo limone.

Ancora per un po' la tua pianta di limone continuerà a perdere le foglie. Dagli tempo. Un po' come i postumi da una malattia: ci vuole tempo per riprendersi.

Ora non devi fare niente altro, solo aspettare. Aspetta ancora qualche giorno e poi riprendi a irrigare. Ovviamente tieni sempre d'occhio il tempo e se vedi che c'è la possibilità di qualche gelata improvvisa, procurati un telo di plastica trasparente e mettiglielo sopra per proteggere la pianta.

Per il momento non potare nulla, lasciala tranquilla. La potatura, come ti dicevo, stimola la ripresa vegetativa e l'emissione di nuovi germogli e adesso non è proprio il caso di farla lavorare. Si deve riprendere. Quando vedrai che la pianta si sarà ripresa per bene e le temperature si saranno stabilizzate, allora puoi tagliare i rami secchi.

Tra un mesetto, inizia a dare il concime però dandone la metà delle dosi rispetto a quanto indicato nella confezione e questo per due ragioni: la prima è che avendo appena cambiato il terreno, la pianta ha già una buona scorta di elementi minerali e l'altra è che le dosi consigliate nelle confezioni dei fertilizzanti sono sempre esagerate.

Detto questo, bisogna solo aspettare.

Fammi sapere e ti ringrazio se mi invierai le foto.

Dott.ssa M. G. Davoli

Pagina 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
Trovapiante